Home Gatti Salute dei Gatti Cura del Lambkin: spazzolatura, bagnetto e consigli di bellezza

Cura del Lambkin: spazzolatura, bagnetto e consigli di bellezza

Ecco come prendersi cura al meglio del Lambkin, per assicurarci che il nostro amico a quattro zampe sia bello, pulito e profumato.

cura lambkin
(Foto Instagram)

Come far sì che il nostro pelosetto sia sempre sano e in forma? È fondamentale non solo prenderci cura della sua salute, ma anche della sua igiene. Scopriamo insieme tutti i consigli per prenderci cura di pelo, orecchie, occhi, denti e unghie del Lambkin.

Cura del pelo del Lambkin: spazzolatura e bagnetto

Come prenderci cura del mantello riccio del Lambkin?

gatto lambkin
(Foto Instagram)

Per prima cosa, occorre spazzolare il micio in modo da poter eliminare lo strato di pelo morto ed evitare la formazione di nodi e boli di pelo.

La frequenza ideale sarebbe 2-3 volte a settimana. Così facendo, avremo anche modo di ispezionare il mantello del micio, individuando eventuali infestazioni parassitarie.

Per spazzolare il gatto, dovremo procedere sia nella direzione in cui cresce il pelo, che contropelo.

Per assicurarci che il mantello del nostro amico a quattro zampe sia lucente e morbido, non dobbiamo dimenticare l’importanza dei cibi che somministriamo al gatto.

Una dieta sana e bilanciata, infatti, è essenziale per garantire la salute della pelliccia del micio, e non solo. Vuoi scoprire tutto sull’alimentazione ideale del Lambkin? Consulta il nostro articolo con tutte le informazioni a riguardo.

Lavare il gatto sì o no?

Bisogna fare il bagnetto al micio, oppure non è necessario?

Tendenzialmente, il Lambkin – così come ogni altro felino domestico – tende a prendersi cura da sé della sua pelliccia, provvedendo a lavarsi regolarmente.

Nel caso in cui, però, il quattro zampe sia particolarmente anziano o reduce da una lunga malattia, potrebbe dover essere necessario aiutare il micio in questa operazione.

Se così fosse, le accortezze da mettere in pratica riguardano la temperatura dell’acqua, che dovrebbe essere tiepida, e la scelta del detergente, che dovrebbe essere appositamente formulato per la cute delicata dell’animale.

Dopo aver insaponato e risciacquato la pelliccia del micio, è fondamentale assicurarsi di asciugarla completamente, in modo da evitare che possa prendere freddo e ammalarsi.

Potrebbe interessarti anche: Bagnetto al gatto: quando è necessario farlo e come lavarlo nel modo migliore-VIDEO

Pulizia di denti, occhi e orecchie

Come prenderci cura al meglio di denti, occhi e orecchie del Lambkin?

gatto lambkin
(Foto Instagram)

In primis, è fondamentale curare l’igiene orale del micio: l’accumulo di placca e batteri, infatti, potrebbe causare l’insorgenza di patologie come gengivite e stomatite.

Come fare? Facendo ricorso a spazzolino e dentifricio, oppure a una crema spalmabile igienizzante al sapore di carne, da distribuire sulla dentatura del felino.

Altrettanto importante è la pulizia di occhi e orecchie del micio. Si consiglia di ispezionarli regolarmente e pulirli all’occorrenza, facendo ricorso a un panno leggermente inumidito in acqua tiepida, con cui tamponare ed eliminare le secrezioni.

Potrebbe interessarti anche: Come abituare il gatto a farsi lavare i denti: i passaggi importanti

Come prendersi cura delle unghie del Lambkin

Non ci resta che rispondere a un’ultima domanda sulla cura del Lambkin: occorre tagliare le unghie del micio?

gatto lambkin
(Foto Instagram)

In linea di massima no: gli esemplari giovani e attivi tendono ad affilare da sé i propri artigli.

Qualora, invece, il nostro pelosetto sia anziano e conduca uno stile di vita sedentario, potrebbe dover essere necessario un nostro intervento.

In questo caso, si consiglia di munirsi di un apposito tagliaunghie.

Dopo aver fatto una leggera pressione per far fuoriuscire completamente l’unghia, dovremo eliminare esclusivamente la porzione bianca, non vascolarizzata.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci