Home Gatti Salute dei Gatti Possiamo dare l’aspirina al gatto?Leggiamo cosa è più giusto fare.

Possiamo dare l’aspirina al gatto?Leggiamo cosa è più giusto fare.

CONDIVIDI

Ciò che aiuta l’essere umano può danneggiare l’animale. I classici della medicina umana funzionano anche per il gatto? Possiamo dare l’aspirina al gatto? Leggiamo e impariamo cosa è meglio e salutare fare, per il nostro gatto.

gatto raffreddato
Gatto raffreddato possiamo dargli un’aspirina? (Foto da Pixabay)

In un passato neanche molto lontano, questo farmaco veniva utilizzato per curare i gatti, considerato un agente battericida a basso costo. Inoltre, l’aspirina è stata trattata usata in animali con problemi di aumento della viscosità del sangue. Il problema è che l’acido acetilsalicilico per i gatti può essere un forte veleno.

Va sottolineato che quando l’aspirina entra negli organi del tratto gastrointestinale, viene metabolizzata e trasformata in acido salicilico e i gatti non avendo nel corpo gli enzimi necessari per la sua elaborazione, anche quando assumono una dose microscopica di aspirina, il farmaco continua a rimanere nel sangue per due giorni e anche di più.

Quindi, se il veterinario prescrive ancora questo medicinale al gatto, fate attenzione, osservare attentamente il dosaggio e le modalità d’uso. Tuttavia, nella moderna medicina veterinaria, l’assunzione dell’aspirina da parte di questi animali, non è per niente incoraggiata, a causa dell’elevato rischio di avvelenamento del gatto.

Sintomi di avvelenamento del gatto che ha assunto Aspirina

Gravidanza isterica nel gatto: sintomi, cause e rimedi (foto Pixabay)
I sintomi  (foto Pixabay)

A cosa può portare l’aspirina assunta dai gatti? I sintomi si sviluppano molto rapidamente. L’appetito dell’animale scompare immediatamente. In molti casi, un vomito violento e prolungato, la diarrea del gatto e c’è il rischio di rilevare emorragie interne. Nei casi più gravi, il proprietario dell’animale, può notare che il sangue fuoriesce dall’ano del gatto.

In generale, i gatti non dovrebbero assumere l’aspirina, per il semplice fatto che anche il più piccolo dosaggio può rapidamente sviluppare danni al sistema nervoso centrale. Il gatto sembra andare in atassia  (mancanza del coordinamento dei movimenti), poiché il gatto inizia a “perdersi” nello spazio, inciampa e sbatte ai mobili che lo circondano, ma ancor peggio è quando l’animale sviene all’improvviso.

Se il tuo gatto assume questo farmaco, controllalo attentamente e costantemente e osserva eventuali stranezze e patologie nel suo comportamento. Se noti i sintomi appena descritti o qualcosa di simile, chiama immediatamente un veterinario o porta il tuo animale domestico in clinica.

Se riesci prova a far bere al gatto, carbone attivo in acqua calda per indurlo rapidamente al vomito. Anche il più piccolo ritardo in una situazione del genere può far nascere un rapido sviluppo di sanguinamento gastrointestinale e successiva morte. Come avrai potuto capire meglio evitare di dare l’aspirina al gatto, anche se il tuo scopo è quello di aiutare l’animale.

Diagnosi e terapia

il gatto raccoglie la coda davanti alle zampe (foto Pixabay)
Il gatto apatico è causa di probabili malattie  (foto Pixabay)

Se sospetti avvelenamento da aspirina o se il tuo animale ingoia un farmaco a tua insaputa, è necessario eseguire un esame del sangue biochimico e controllare l’urina per determinare la dose del farmaco e il grado di pericolo per il corpo dell’animale. I gatti avvelenati da aspirina hanno sempre una grave anemia. ESR, viscosità e altri parametri del sangue sono alterati.

Ricorda che dopo l’avvelenamento, il periodo massimo di prognosi, è sicuramente 12 ore dopo l’assunzione di Aspirina. Prima di iniziare il trattamento, per una maggiore probabilità di successo, come abbiamo già detto, sarebbe l’ideale indurre il gatto al vomito.

È fondamentale che lo stomaco venga pulito il più presto possibile in maniera tale da non consentire l’assorbimento dell’acido acetilsalicilico nel sangue. Dopo aver pulito per due o anche tre volte lo stomaco, al gatto devono essere somministrate da cinque a sei (o anche più) compresse di carbone attivo per eliminare completamente il tratto gastrointestinale dai resti del farmaco.

Nei casi più gravi, vengono prescritti farmaci che promuovono la guarigione della mucosa intestinale e gastrica per ridurre al minimo la probabilità di sviluppare danni da ulcere e / o lesioni al sistema digestivo. In queste situazioni, è indicata anche una trasfusione di sangue. Il gatto deve essere controllato dal veterinario almeno ogni tre giorni durante il periodo di trattamento.

Consigli

Battito accelerato nel gatto
Battito accelerato del felino: sintomi e diagnosi del veterinario

Anche se il gatto ti sembra raffreddato è sempre meglio lasciare intervenire il veterinario. Ricorda che l’aspirina è veleno per i nostri amici a quattro zampe. È usato solo in casi estremi, sotto la responsabilità di un veterinario e comunque sotto la sua costante supervisione.

In breve ricorda che:

  • I gatti tollerano il paracetamolo e l’acido acetilsalicilico (aspirina) al limite solo a dosi molto basse
  • Anche un leggero sovradosaggio porta all’avvelenamento
  • Una dose eccessiva ha conseguenze fatali per il gatto

Fondamentalmente, gli animali domestici dovrebbero essere tenuti lontano dalle medicine per l’uomo. Soprattutto i gatti reagiscono in modo molto sensibile a molte sostanze attive, anche con piccole quantità. La reazione del gatto al paracetamolo e all’aspirina è molto spesso anche forte. Conduce rapidamente alla morte.

Pertanto, tieniti lontano dall’idea di poter curare da solo il tuo gatto, portalo piuttosto dritto dal veterinario. Lì verrà aiutato professionalmente e non lasciare mai che le tue medicine siano in giro per casa. Indipendentemente dal fatto che abbia ingoiato pillole anticoncezionali, sonniferi o beta-bloccanti, le conseguenze potrebbero essere fatali.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

Mal di gola nel gatto: cause, sintomi, rimedi e consigli

Il gatto starnutisce: le cause e i rimedi necessari per aiutarlo

Congiuntivite nel gatto: cause, sintomi e rimedi

Il gatto trema ma non è per il freddo

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI