Home Gatti Salute dei Gatti Il gatto può essere allergico al polline? Ecco a cosa fare attenzione

Il gatto può essere allergico al polline? Ecco a cosa fare attenzione

Il gatto può essere allergico al polline? Come possiamo capirlo? Cosa possiamo fare a riguardo? Scopriamolo insieme.

gatto allergico al polline
(Foto Adobe Stock)

Con l’inizio della primavera si ha spesso anche l’inizio delle allergie. Nello specifico possiamo notare come alcune persone possono presentare fastidi a causa del polline.

Molto spesso chi convive con un animale domestico si domanda se un disturbo o malanno che può avere un essere umano possa presentarsi anche nel suo cane o gatto.

Oggi vedremo nello specifico se il gatto può essere allergico al polline, proprio come l’uomo, e nel caso cosa sarebbe opportuno fare.

Allergia al polline nel gatto: sintomi e cause

Proprio come l’essere umano, anche il gatto può presentare un’allergia al polline.

gatto starnutisce allergia
(Foto Pinterest)

Mentre alcuni felini sviluppano tale allergia quando diventano adulti, altri presentano i sintomi già da quando sono gattini.

Ma come possiamo capire se il nostro amato felino è allergico al polline? I sintomi dell’allergia al polline nel micio, sono molto comuni:

  • Scuote la testa;
  • Mordicchia le sue gambe;
  • Tosse nel micio;
  • Il felino starnutisce;
  • Micio graffia pelle e orecchie;
  • Letargia;
  • Il gatto si gratta gli occhi;
  • Rinorrea;
  • Vomito;
  • Lacrime eccessive negli occhi.

Nel caso in cui il micio presenti un’allergia al polline e quest’ultima non viene trattata, il felino potrebbe grattarsi così tanto da procurarsi lesioni cutanee e di conseguenza avere infezioni della pelle.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto si gratta le orecchie: tutte le cause e come rimediare-VIDEO

Cause di allergia

Quando il nostro amico a quattro zampe inala o entra a contatto diretto con il polline, il suo sistema immunitario innesca una risposta inappropriata. Questa risposta si manifesta con un’infiammazione della pelle o delle orecchie del micio.

Se non ho piante o alberi nelle vicinanze che rilasciano il polline come può essere il gatto allergico? Il polline può volare per chilometri e chilometri, entrando nelle nostre case attraverso le finestre o poggiandosi sui nostri vestiti quando usciamo e lo portiamo a casa con noi al rientro.

In questo modo anche non avendo piante o alberi che rilasciano tale sostanza, i nostri amati felini possono ugualmente soffrire di tale allergia e presentare i sintomi elencati precedentemente.

Potrebbe interessarti anche: Allergie stagionali del gatto: dieci rimedi naturali e semplici per il micio

Allergia al polline nei gatti: diagnosi e trattamento

Poiché i sintomi di allergia al polline sono simili ai sintomi che si presentano quando un gatto è allergico ad altre allergie ambientali, alle pulci o al cibo il veterinario potrebbe effettuare dei test preliminari.

gatto dal veterinario
(Foto Pinterest)

Inoltre lo specialista avrà bisogno di qualsiasi tipo di informazione sul vostro felino, come: cambiamento della dieta, della lettiera, esposizione a sostanze chimiche.

Dopodiché il veterinario effettuerà le analisi del sangue al micio, per escludere eventuali patologie e per identificare la presenza di anticorpi indicativi dell’allergia al polline. Infine lo specialista effettuerà anche un test di allergia cutanea.

Una volta diagnosticata l’allergia al polline nel gatto, a seconda della gravità dei sintomi, il veterinario prescriverà la terapia giusta.

In caso di sintomi lievi lo specialista potrebbe semplicemente consigliarvi di tenere il felino in casa. Nel caso in cui i sintomi siano gravi, potrebbe prescrivere antistaminici.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Marianna Durante