Home Gatti Salute dei Gatti Il gatto suda: si o no, come, quando e da dove

Il gatto suda: si o no, come, quando e da dove

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:01
CONDIVIDI

Estate in arrivo e temi che il tuo micio soffra le alte temperature? Vediamo quando e perché il gatto suda, con qualche consiglio su come rinfrescarlo.

Il gatto suda
Il gatto suda: come fa e i rimedi per aiutarlo (Foto AdobeStock)

Estate in arrivo, tanto sole e bella stagione: sì, ma come la mettiamo con il caldo? Anche i nostri animali domestici, che tanto amano riscaldarsi al sole, possono soffrire di sudorazione eccessiva. Potremo notare dei segnali che ci invia il micio quando il caldo, per lui, sta diventando insopportabile. E in fondo alla fine potremmo pensare che ‘non tutti i mali vengono per nuocere’ quando si parla di equilibrare la temperatura interna di un gatto che suda. Infine un accenno ai diversi rimedi che riescono a rinfrescare il nostro felino. Non ci credete? Provare per credere!

Potrebbe interessarti anche: Arriva il caldo: 5 trucchi efficaci per proteggere il gatto

I gatti e il sole: una passione pericolosa!

Micio alla finestra
Micio alla finestra (Foto Pixabay)

Ci è mai capitato di vedere il nostro micio che corre alla finestra per godere di quel raggio di sole che arriva dall’esterno? Sì, perché il micio ha una vera e propria passione per il sole e il caldo, anche perché il calore solare sula sua pelle apporta alcuni benefici. I lati positivi dello stendersi al sole sono diversi: equilibrare la temperatura interna (che si abbassa quando dormono), è fonte di Vitamina D e poi riescono a tollerarla anche quando raggiunge vette molto alte.

Sebbene i gatti abbiano questa passione non significa che possono stare stesi al sole diretto per ore: il rischio di un colpo di calore nel gatto o di un’insolazione è sempre dietro l’angolo! Quindi è giusto dare loro l’opportunità di riscaldarsi dietro il vetro delle finestre, ma con moderazione e senza mai dimenticare di riempire le ciotole con acqua fresca e pulita, sempre a sua disposizione.

Il gatto suda: come e da dove

Sarebbe ingiusto affermare che solo i cani soffrono il caldo, ma è vero che lo dimostrano con segnali molto più eclatanti rispetto ai loro amici felini (Leggi qui: Le razze di cani che soffrono il caldo più di tutte: elenco e consigli). Un cane che sta soffrendo il caldo  non riesce a respirare, ansima e ha sempre la lingua fuori dalla bocca, quasi come se stesse per annaspare. Il gatto invece, anche quando il sole è eccessivo, se ne sta ben disteso al sole, spaparanzato!

Eppure sarà impossibile notare le tipiche goccioline di sudore sulla pelle del micio, considerando anche il fatti che spesso oltrepassare lo strato di pelo lungo non è facile. Quindi se sappiamo che i gatti sudano, probabilmente ci chiederemo da dove fuoriesce questo sudore. Le ghiandole sudoripare del gatto si trovano in alcune zone del suo corpo, a differenza di noi umani che ne siamo totalmente ricoperti. Nel gatto sono poche le zone che emanano sudore: zampe, mento, ano e bocca. Fateci caso: nelle calde giornate estive sarà facile notare le impronte delle zampe dei gatti sul pavimento, esattamente come noi umani lasciamo le nostre pedate su una superficie riflettente.

Potrebbe interessarti anche: Consigli per l’estate con il gatto: pensiamo alla sua sicurezza e felicità

Cosa fa il gatto quando suda

Il gatto suda
Il gatto suda: tutti i rimedi per rinfrescarlo (Foto AdobeStock)

Il fatto che riesca a tollerare il caldo non significa che non trovi dei rimedi adatti ad affrontarlo meglio. Infatti quando il sole è eccessivo, il micio tende ad adottare alcune ‘strategie’, che lo aiutano a non collassare e ad abbassare la sua temperatura interna. Il micio che ha caldo provvederà da solo a cercarsi una zona d’ombra e più fresca in casa; se  si ha invee la possibilità di un giardino proviamo a ricavare sempre una zona che resti all’ombra, magari con una tettoia, in modo che il felino trovi sempre riparo nelle calde giornate estive.

Il gatto inoltre si leccherà il pelo, per fare in modo che il liquido lasciato dalla saliva sul pelo, riesca ad evaporare e a donare al micio una sensazione di ‘fresco’. In pratica se il pelo non riesce a ‘produrre’ sudore, provvederà il micio a lasciare su di esso della saliva e a farla evaporare.

Altro rimedio infallibile è muoversi il meno possibile: un gatto che ha caldo non riesce, e non deve, compiere movimenti eccessivi e tenderà anche a riposare di più. Quindi non impressioniamoci se noteremo che le sue ore di sonno sono aumentate, e nemmeno se non lo vedremo attivo e pimpante come al solito. ha caldo, ed è ovvio che non abbia voglia di fare sforzi!

Come aiutare il gatto quando fa caldo

Gatto ha caldo
Gatto ha caldo: segnali e come aiutarlo (Foto Pixabay)

Oltre ad avere sempre delle piccole ma grandi accortezze, come quella di riempire sempre la ciotola dell’acqua e di non lasciarla mai depositare per lunghi periodi e ad acquistare contenitori in metallo, che riescono a mantenere costante e più fresca la temperatura, esistono anche altri rimedi per aiutare Micio ad affrontare la stagione estiva (Leggi qui: 10 Consigli per proteggere il gatto in estate: come rinfrescarlo).

Cambiamo la sua alimentazione che, a differenza di quella invernale, dovrà contenere alimenti più umidi e acquosi, in modo da fornire sempre il giusto apporto di acqua al suo corpo (Leggi qui: Alimentazione del gatto in estate: cosa dargli da mangiare e cosa evitare). Inoltre facciamo in modo che possa sempre trovare facilmente in casa delle zone di ombra e magari degli ambienti più freschi: attenzione però a non esagerare con l’aria condizionata!

Se però notiamo che il caldo è davvero insopportabile e neppure questi rimedi riescono a rinfrescare il micio, provvediamo noi stessi a bagnare il suo muso con un panno umido e magari passarlo sotto le ascelle e nelle zone dove può sudare di più.

F.C.