Home Gatti Salute dei Gatti Il gatto anziano non riesce più a correre: quali i veri motivi?

Il gatto anziano non riesce più a correre: quali i veri motivi?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:10
CONDIVIDI

Il gatto anziano non riesce a correre e nemmeno a saltare più. Quali sono i motivi della sua rigidità e poca elasticità? Scopriamo insieme.

gatto anziano
(Foto AdobeStock)

Il gatto come tutti gli esseri viventi e del resto anche l’uomo, tende con il passare degli anni ad invecchiare. Magari il pelo è meno lucido e seppur vero che il suo aspetto cambia ben poco, ciò che invece fa la differenza è il suo corpo. Non vorremmo mai vedere il nostro micio invecchiare, poiché la differenza, in particolar modo quella fisica-atletica, è davvero enorme.

Il nostro felino negli anni ci ha abituati a scatti, salti, arrampicate ed anche a passeggiate acrobatiche sui cornicioni. Oggi invece che il gatto anziano non riesce più a correre e nemmeno a saltare, non sembra più essere il nostro micio spregiudicato di sempre.

Da cosa può dipendere questa sua apatia o difficoltà fisica? Cosa provoca così tanta rigidità al corpo del nostro amico peloso? Scopriamolo insieme nei prossimi paragrafi.

Il gatto anziano non riesce più a correre

gatto anziano non corre
I consigli da parte degli esperti per far vivere più a lungo il gatto.(Foto AdobeStock)

Innanzitutto occorre conoscere bene il proprio gatto per poter poi stabilire se i cambiamenti delle sue abitudini sono preoccupanti o se semplicemente non si è consapevoli dei comportamenti strani del gatto.

Avere questo tipo di informazioni ci aiuta a capire meglio se ciò che si è osservato nell’animale è motivo di preoccupazione o viceversa. Ragion per cui occorre osservare le seguenti abitudini, del gatto anziano in particolare, per poter stabilire il grado di gravità della situazione:

  • livello di attività;
  • andatura;
  • abitudini alimentari;
  • comportamento sociale;
  • abitudini per le evacuazioni.

I segnali più comuni che il gatto anziano può manifestare sono:

Queste condizione appena elencate possono essere i segni più evidenti che l’animale è invecchiato ma molto spesso questi segnali sono solo conseguenze di una qualche patologia che si manifesta attraverso di loro.

Potrebbe interessarti anche: Perché il gatto non sa saltare? Cause e soluzioni

Il gatto anziano non riesce a correre più: le malattie che possono impedirlo

Il gatto con l’avanzare incessante del tempo, diminuisce sempre più la capacità di muoversi con agilità, come ha sempre fatto. Ma quali le malattie del gatto che possono subentrare negli anni e quanto possono incidere sull’agilità del nostro peloso? Di seguito un elenco delle principali malattie che colpiscono il gatto anziano che non riesce a correre più:

  • Artrite nel gatto: l’artrite è proprio una malattia che colpisce i gatti con il passare del tempo. L’artrite nel gatto è anche conosciuta come osteoartrite o patologia articolare degenerativa, causa dolore e infiammazione nelle articolazioni del gatto. Maggiormente tende a colpire l’articolazione del gomito, ma non esclude nessuna delle articolazioni. Il gatto anziano mostra rigidità nel movimento, rigonfiamento delle articolazioni del gatto, letargia, zoppia, diminuita flessibilità o disagio quando viene preso in braccio in alcune posizioni. Ragion per cui il gatto anziano non riesce più a correre. La causa di tutto ciò è da attribuire alla cartilagine, che quando è sana forma una sorta di cuscinetto tra le ossa e le articolazioni mentre con l’invecchiamento, si deteriora e diventa meno elastica.
  • Problemi respiratori: i problemi respiratori nel gatto anziano sono all’ordine del giorno, il suo affanno nel camminare, il respiro pesante quando dorme, l’ansimare nel salire le scale, sono condizioni tutte dovute ai problemi respiratori che impediscono tra le altre cose al gatto anziano di non riuscire più a correre.
  • Traumi importanti: il gatto anziano è più soggetto a traumi, per via delle cadute prese a causa di capogiri e non solo è anche più soggetto ad incidenti. Un gatto anziano può subire traumi più o meno lievi e possono riguardare lesioni interne o addirittura trauma cranico.
  • Cecità nel gatto: le principali cause di cecità nel gatto anziano sono: lesioni oculari; tumori che colpiscono sia l’occhio sia le aree cerebrali deputate alla vista; cataratte; retinopatie. È essenziale che qualsiasi problema agli occhi sia trattato in modo tempestivo, prima che si aggravi e possa compromettere del tutto la vista. Ma in ogni caso la vecchiaia farà il suo corso e la vista del gatto diminuirà con il tempo, negandogli i suoi migliori salti e scatti.
  • Perdita dell’equilibrio: nel gatto anziano può essere la conseguenza di un colpo apoplettico, ovvero una sindrome neurologica dovuta a un’alterazione circolatoria cerebrale per lo più localizzata. In questo caso il gatto perderà all’improvviso l’equilibrio, potrebbe cominciare a girare in tondo su se stesso o perfino perdere la capacità di reggersi sulle zampe, figuriamoci se in queste condizioni il gatto anziano riesce più a correre.
  • Paralisi nel gatto anziano: può essere provocata da un’ostruzione dei vasi sanguigni degli arti posteriori (tromboembolismo) e, in questo caso, può essere trattata come una malattia clinica. Più frequentemente è provocata da incidenti stradali.
  • Tumore nel gatto: A volte i gatti anziani sviluppano tumori della spina dorsale che, nella maggior parte dei casi, non sono asportabili chirurgicamente e determinano la paralisi dell’animale.

Potrebbe interessarti anche: La radiografia al gatto: come farla, quando e per quali problemi

Raffaella Lauretta