Home Gatti Salute dei Gatti Inappetenza del gatto in estate: cosa è importante sapere

Inappetenza del gatto in estate: cosa è importante sapere

Inappetenza del gatto in estate? Un problema tipico di questo animale ma che ha alla base alcune cause. Vediamo quali sono insieme ai consigli su cosa fare per risolvere.

Inappetenza del gatto in estate
(Foto Unsplash)

Con l’arrivo dell’estate, tra ondate di calore ed esaurimento di energie, le giornate diventano difficili anche per il nostro felino domestico. Micio, che predilige i posti all’ombra e non tollera bene le alte temperature, può iniziare a soffrire in questa condizione e gli effetti si vedono anche a tavola. Vediamo, allora, cosa può causare l’inappetenza del gatto in estate e come risolvere.

Inappetenza del gatto in estate: le cause principali

In questa stagione dell’anno, per il micio diventa più difficile nutrirsi con regolarità e lui sembra essere proprio indifferente al cibo che si prepara. Ma quali sono le cause principali di questo? Approfondiamo nell’articolo.

Felino inappetente
(Foto Pexels)

Durante l’estate, ogni attività per noi e per i nostri amici pelosi diventa più faticosa, dal camminare per strada fino ad affrontare i pranzi lunghi in famiglia.

Spossatezza e affaticamento sono reazioni normali ad un clima caldissimo che, non sempre, ci lascia respirare e vivere sereni.

Per il caro felino, in particolare, la sua vita quotidiana si modifica e lui è costretto ad adattarsi a questo cambiamento, ogni anno.

Chiunque conviva con un micio si accorge presto che, in estate, reagisce in modo diverso agli stimoli esterni e nelle ore più calde della giornata, tende ad allontanarsi spesso, con sofferenza.

Immerso in questa stagione piena di sole, il felino può essere colpito da un problema tipico della sua specie: l’inappetenza.

Di fatto, l’inappetenza del gatto in estate si verifica un po’ per tutti e a provocarla ci sono diverse cause di cui tenere conto.

In alcuni esemplari, non avere appetito può essere naturale e durare per qualche giorno, quindi senza una causa precisa. Ma per altri gatti, potrebbero esserci motivazioni più serie.

Troppo caldo

Il principale motivo per cui il gatto può essere inappetente d’estate è quello, appunto, del caldo eccessivo. Micio tenderà a nutrirsi di meno perché si sente più appesantito anche nel processo di digestione.

Con le temperature elevate, risulta complicato per micio portare a termine i suoi pasti, soprattutto nelle ore più calde del giorno.

Non apprezza quel cibo

Un altro motivo riguarda le preferenze alimentari del felino domestico. In alcuni casi, infatti, il peloso potrebbe non gradire la scelta fatta dal padrone oppure sta mangiando lo stesso cibo da troppo tempo (magari le solite crocchette).

Il gatto ha un palato raffinato e tiene molto anche alla presentazione del cibo nella ciotola, vuole tutto come desidera.

Inappetenza del gatto in estate: depressione o malattia

Le cause dell’inappetenza estiva di micio possono essere molto serie e più preoccupanti.

Alla base del suo rifiuto del cibo ci può essere forte stress o il gatto è depresso. Su queste condizioni psicologiche occorrerà indagare con il medico di fiducia.

Inoltre, se il felino passa il suo tempo a dormire molto ed appare sempre tanto stanco e sofferente, potrebbe essere presente un problema di salute. In questo caso, si dovrà portarlo a visita.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto non vuole mangiare da solo: perché e cosa fare a riguardo

Il felino non ha appetito: cosa fare

Con un micio inappetente in casa bisognerà affrontare il problema nel modo corretto, in base alla causa scatenante di essa. Con l’aiuto del veterinario e di semplici accorgimenti, è possibile far affrontare al peloso l’estate con più serenità.

Felino disteso sul divano
(Foto Pixabay)

L’inappetenza estiva e costante del felino viene generata da cause comuni e fastidiose, su cui è sempre necessario indagare.

Nei casi più semplici, in cui si possono escludere problemi gravi, il gatto può tornare a mangiare con un’alimentazione nuova e varia, che possa incuriosirlo e soddisfarlo ogni giorno.

Consigli per affrontare al meglio l’estate

Proviamo a sostituire le solite noiose crocchette preparando per micio pietanze più gustose e stimolanti o offrendogli del cibo umido in scatola.

É opportuno dargli da mangiare nelle ore meno calde del giorno, preferendo i pasti la mattina presto o alla sera, in cui può avvertire più fresco e non dimentichiamo di farlo bere molto.

Se si tratta soltanto di noia, e non solo a tavola, giochiamo tanto con lui, interagendo in attività stimolanti e intelligenti, magari al tramonto e all’aperto, portandolo a stancarsi, in modo tale da fargli tornare l’appetito.

Nel caso in cui il nostro micio soffra di stress o depressione, probabilmente ha vissuto degli eventi traumatici o improvvisi, come un cambio di casa o l’arrivo di un membro nuovo in casa.

Ma se la causa dell’inappetenza indica un problema più grande, che tocca la sua salute fisica, dovrà intervenire il suo medico, sottoponendolo ad esami e test specifici. Solo allora potrà consigliare la cura.