Home Gatti Salute dei Gatti Listeriosi nel gatto: cause, sintomi e trattamento della patologia

Listeriosi nel gatto: cause, sintomi e trattamento della patologia

Una patologia che colpisce principalmente l’uomo ma che può colpire anche Micio. Ecco le cause e i sintomi della listeriosi nel gatto.

listeriosi nel gatto
(Foto Pixabay)

I nostri amici a quattro zampe possono ammalarsi facilmente ed è compito nostro evidenziare eventuali sintomi che possono comunicarci il malessere del Micio.

Una delle malattie più frequenti di questi tempi è la listeriosi, sebbene quest’ultima sia stata riscontrata in molte persone il batterio di tale patologia può colpire anche il nostro amico peloso.

Nel seguente articolo vedremo insieme cos’è la listeriosi nel gatto e soprattutto quali sono i sintomi che non dobbiamo assolutamente sottovalutare.

Listeriosi nel gatto: cause e sintomi

La listeriosi è un’infezione batterica che può colpire l’essere umano ma anche i nostri amici a quattro zampe.

gatto può mangiare carne manzo
(Foto Adobe Stock)

Tale patologia è causata da un batterio di origine alimentare, la Listeria, che può trovarsi nel suolo, negli animali e nell’acqua. Il gatto può contrarre tale patologia mangiando un alimento contaminato da tale batterio.

Uno dei vettori di transito più comuni di questo tipo di batterio è la carne bovina, la quale utilizzata nei prodotti alimentari per i felini.

Tuttavia il nostro amico peloso potrebbe contrarre la listeria anche mangiando la spazzatura, i latticini non pastorizzati, il pollo, il manzo e l’agnello poco cotti.

I sintomi della listeriosi a cui bisogna fare attenzione sono:

Potrebbe interessarti anche: Malattie renali nel gatto: quali sono, come si manifestano, cosa fare

Listeria nei gatti: diagnosi e trattamento

Nel caso in cui il gatto presenti i sintomi elencati nel paragrafo precedente è necessario contattare il proprio veterinario.

gatto dal veterinario
(Foto Adobe Stock)

Quest’ultimo per effettuare una diagnosi di listeriosi nel gatto effettuerà un esame fisico completo e si informerà sul il tipo di alimentazione del felino.

Inoltre il veterinario potrebbe effettuare i seguenti esami:

  • Esame dello striscio di sangue (per evidenziare il batterio)
  • Esame del liquido cerebrospinale
  • Analisi delle urine e delle feci

A seconda della gravità dei sintomi che il nostro amico a quattro zampe presenta il veterinario prescriverà il trattamento adeguato. In caso di sintomi lievi lo specialista potrebbe prescrivere antibiotici e farmaci per i disturbi gastrointestinali.

In caso di gravi sintomi nel felino, il veterinario potrebbe prescrivere un ricovero in ospedale. A seconda della salute del gatto, della sua età e dei sintomi che presenta, la prognosi della listeriosi varia.

Potrebbe interessarti anche: Paralisi da morso di zecca nel gatto: sintomi e terapia della sindrome

Infatti i gatti con malattie e altre condizioni di salute potrebbero avere difficoltà nel riprendersi, tuttavia in linea generale il gatto può recuperare se la malattia viene trattata in tempo. Nel caso in cui il felino presenti anomalie neurologiche o malattie, potrebbe non recuperare affatto.