Home Gatti Salute dei Gatti Proteggere le zampe del gatto dal caldo: i pericoli dell’estate all’aperto

Proteggere le zampe del gatto dal caldo: i pericoli dell’estate all’aperto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:45
CONDIVIDI

L’estate è un momento fantastico, ma per i nostri animali domestici ci sono tanti pericoli. Le zampe del gatto sono molto sensibili al caldo e rischiano molto.

Proteggere le zampe del gatto dal caldo
Proteggere le zampe del gatto dal caldo (Foto Flickr)

Una delle parti più simpatiche e carine di un micio sono le zampe. Ma non sono solo così adorabili, sono estremamente interessanti per come sono elaborate. I loro cuscinetti hanno un gran numero di recettori nervosi, che i gatti usano sia per restare in equilibrio che per cacciare le loro prede. Inoltre, il fatto che i ricettori nervosi siano così tanti significa che le zampe del nostro gatto sono estremamente sensibili. Ma proprio per l’alta sensibilità che le contraddistingue, le zampe del gatto sono molto sensibili alla pressione, al dolore e alle temperature, soprattutto in estate con il caldo. All’aperto, i gatti possono subire ustioni anche gravi, e se il pavimento o l’asfalto dove camminano è molto caldo, potrebbero subire dei danni ai nervi.

Potrebbe interessarti anche: 10 Consigli per proteggere il gatto in estate: come rinfrescarlo

Come proteggere le zampe del gatto dal caldo

perché il gatto non si fa toccare le zampe
Le zampe del gatto sono molto sensibili. (Foto AdobeStock)

Abbiamo già in passato spiegato che è meglio far vivere un gatto in casa, lasciandolo uscire solo quando può essere al sicuro e controllato, e sempre in ambienti limitati come cortili o giardini recintati. La vita all’esterno è piena di pericoli, per quanto un micio – da bravo esploratore e cacciatore – ne senta il richiamo primitivo.

Un buon modo per tenere il gatto in casa e lasciarlo uscire all’esterno per un po’ è installare magari una tenda in giardino, o un recinto, per far giocare nella massima sicurezza il nostro micio senza perderlo di vista e senza preoccupazioni.

Ma in ogni caso, quando il nostro gatto sta all’aperto dobbiamo preoccuparci di tenere al sicuro le sue zampe dal caldo. L’asfalto bollente, il pavimento del marciapiede che si surriscalda, e ogni altro tipo di superficie, possono danneggiare i suoi delicati cuscinetti.

Rinforzare e curare le zampe

zampe fredde gatto
Come curare e rinforzare le zampe del gatto in estate (Foto AdobeStock)

Poiché le zampe del micio sono così sensibili, è importante trovare dei modi per rinforzarle e tenerle sempre curate e al sicuro dal caldo (e non solo). La maggior parte dei gatti che vive all’aperto tende ad avere dei cuscinetti più resistenti rispetto a quelli che ha un micio che vive solo in casa, perché si rafforzano nel tempo in modo autonomo.

Ma non è impossibile migliorare l’adattabilità delle zampe del gatto per la vita da esterno, e quindi renderle più resistenti. Con un tiragraffi ruvido o una superficie dove il nostro micio possa strofinare le sue zampe, sarà facile che i suoi cuscinetti acquistino più forza.

E ovviamente, la protezione per le zampe del nostro micio è indispensabile. Forse non sarà molto d’accordo a lasciarsi spalmare una crema sulle sue zampette, ma un balsamo che possa combattere le ustioni e le spaccature della pelle, e proteggerle dal caldo è utilissimo.

Esistono molti balsami per zampe, adatti agli animali domestici (sia cani che gatti) perché senza sostanze tossiche per i nostri pelosetti. Sono molto utili anche in inverno, per proteggere le zampe dei nostri quattro zampe dal freddo, dal ghiaccio e dal sale che si possono trovare sul terreno.

Un’altra cosa fondamentale è pulire e controllare quotidianamente le zampe del nostro gatto. Dopo che è stato all’esterno, è importante controllare la presenza di eventuali segni di danni ai cuscinetti e alle zampe, o se ci sono detriti bloccati tra le sue dita. Puliamo delicatamente le zampe e applichiamo di nuovo il balsamo se necessario.

Questo tipo di controllo per la cura delle zampe del nostro micio non deve essere fatto solo se il gatto vive all’esterno: anche se un micio vive solo dentro casa, può andare incontro a qualche pericolo per le sue zampe, visto che le utilizza per tantissime cose e devono restare sempre perfettamente in forma.

Potrebbe interessarti anche: Come pulire le zampe al gatto al rientro a casa e altre precauzioni

Controllare le superfici su cui cammina il micio

Il gatto infastidito dagli inquilini Facebook
Il pavimento dove cammina il micio può diventare davvero caldo (Foto Facebook)

Se possibile, sarebbe meglio che il nostro gatto non camminasse su una superficie che tende a riscaldarsi (pavimento, asfalto, mattonelle, e simili materiali), ma che resti sull’erba. Ovviamente non tutti possono far stare il micio esclusivamente su una superficie che non si riscalda, ma se possibile è meglio usarla.

Un altro buon alleato in giardino può essere un gazebo per gatti (un “Catio”), come abbiamo già segnalato quando abbiamo parlato di vita all’esterno per un micio che vive in casa. Evitare che il micio abbia accesso a pavimenti davvero caldi, è Il modo più semplice di prevenire danni ai cuscinetti e alle zampe.

Inoltre, quando sta all’aperto il nostro micio deve avere sempre a disposizione una zona riparata e all’ombra, dove possa riposare e rinfrescarsi ma sempre a una distanza ravvicinata per poter restare sotto controllo. Esistono anche molti cuscinetti rinfrescanti per animali, che possono essere davvero interessanti per il nostro micio!

Avere una zona di raffreddamento può aiutare non solo a proteggere le zampe del gatto dal caldo, ma anche a evitare altri possibili problemi estivi come disidratazione e colpi di calore. In estate, è fondamentale avere un po’ di controllo in più sul nostro micio quando sta all’aperto. Se notiamo segni di caldo eccessivo nel micio, portiamolo subito all’interno per essere sicuri che non vada incontro a qualcosa di grave.

F. B.