Home Gatti Tosare il gatto in estate sì o no? Tutto ciò che devi...

Tosare il gatto in estate sì o no? Tutto ciò che devi sapere

CONDIVIDI

Quando fa caldo è facile pensare che tosare il gatto sia una buona idea: ma è gusto o sbagliato tagliare il pelo al gatto? Quando e come è possibile farlo?

tosare il gatto quando fa caldo

Se hai adottato un gatto, in particolare un esemplare a pelo lungo, con l’arrivo dell’estate e l’aumento delle temperature potresti chiederti se tosarlo aiuterebbe il tuo amico felino a soffrire meno il caldo.

Potresti anche pensare che, grazie al taglio del pelo, ci sarebbero meno problemi di perdita di pelo e il tuo gatto sarebbe più felice: attenzione, però, perchè quello della tosatura del gatto è un argomento delicato e bisogna informarsi in modo adeguato prima di procedere.

In questo articolo scoprirai come, quando, perchè dovresti (o non dovresti!) tosare il gatto in estate.

Tosare il gatto: come, quando e perchè?

tosare il gatto

Salvo in rarissimi casi, come per interventi chirurgici o in presenza di malattie, tosare il gatto non è necessario ed è un’operazione sgradita all’animale, che potrebbe accusare fastidio o dolore. Per questo motivo, la tosatura è un’opzione che andrebbe presa in considerazione solamente in quei casi in cui è strattamente indispensabile.

Come fanno i gatti a difendersi dal caldo?

Il mantello dei gatti è composto da tre elementi:

– sottopelo > corto e morbido, ha il compito di mantenere l’isolamento e non è presente in tutte le razze feline;
– setole > sono leggermente più lunghe ed ispide e, assieme al sottopelo, rappresentano i peli secondari;
– peli dominanti > detti anche peli primari, sono quelli più lunghi e maggiormente visibili in superficie.

La pelliccia o mantello ha la funzione principale di proteggere il gatto da insetti e parassiti, dallo sporco e dagli sbalzi di temperatura: attraverso il pelo, infatti, i gatti attivano un meccanismo di termoregolazione che li aiuta a proteggersi sia dal freddo d’inverno che dal caldo d’estate, fungendo da schermo contro i raggi solari.

E’ consigliabile tosare il gatto a casa?

In alcuni casi, per via del caldo e per il problema della muta stagionale e del pelo morto in eccesso, potrebbe essere utile procedere alla tosatura soprattutto per gatti a pelo lungo e medio-lungo: in ogni caso, come abbiamo visto, si tratterebbe di una scelta non strettamente necessaria ma piuttosto estetica o di convenienza.

Se proprio hai deciso di voler tosare il tuo gatto o se il tuo veterinario ha detto che è necessario farlo, dovresti evitare il fai da te e portare il tuo amico a quattro zampe in un centro specializzato per la toelettatura.

Con un lavoro effettuato da professionisti, infatti, non si rischia di tagliare accidentalmente il gatto e soprattutto si è certi di lasciare intatti alcuni centimetri di sottopelo, fondamentale per proteggere il micio dai raggi solari in estate.

Alternative alla tosatura del gatto

@Getty images

Come abbiamo già visto, tosare il gatto non è necessario e spesso è anche sconsigliato, proprio come accade per la tosatura del cane. Naturalmente, è possibile offrire comunque delle soluzioni alternative al nostro gatto che soffre il caldo.

In particolare i gatti a pelo lungo, come ad esempio il Persiano, soffrono le alte temperature in estate e cercano degli angoli freschi in casa dove poter trovare un po’ di sollievo e refrigerio: in questo caso, potrebbe essere utile fornirgli degli asciugamani umidi su cui stendersi.

La cosa fondamentale con i gatti in estate è assicurarsi di evitare colpi di calore e disidratazione: per la seconda, bisogna assicurarsi che il gatto abbia sempre a disposizione una ciotola di acqua fresca. Rispetto, invece, al colpo di calore nel gatto attenzione a portarlo subito dal veterinario se compaiono i seguenti sintomi: respirazione faticosa, battito cardiaco accelerato, vomito, difficoltà motorie, apatia e salivazione eccessiva.

Come prendersi cura del pelo del gatto

Se vuoi tosare il gatto perchè perde troppo pelo, sappi che non è in questo modo che risolverai il problema: ciò che devi fare, invece, è spazzolare il gatto tutti i giorni e assicurarsi che la sua dieta sia equilibrata e ricca di proteine, in particolare la cheratina, che mantiene il pelo forte, lucido e sano.

Se vuoi tosare il gatto perchè ha il pelo arruffato, infeltrito e pieno di nodi puoi provare a districarlo con delicatezza e portare il micio in un centro specializzato per la toelettatura.
Per prevenire problemi di pelo rovinato, spazzola il tuo gatto ogni giorno e assicurati che la sua dieta sia equilibrata: i problemi di sovrappeso e obesità favoriscono la comparsa di pelo arruffato perchè il gatto non riesce a lavarsi correttamente in tutte le parti del corpo.

Potrebbe interessarti anche >>> Alimentazione del gatto in estate: cosa dargli da mangiare e cosa evitare

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI