Home News Gatto resta con la testa inclinata a causa di un’aggressione – VIDEO

Gatto resta con la testa inclinata a causa di un’aggressione – VIDEO

Murphy è un gatto che passerà il resto della sua vita con la testa inclinata a causa di un aggressione: dopo le prime cure ha deciso di non arrendersi.

gatto testa inclinata aggressione
Murphy, il gatto rimasto con la testa inclinata in seguito ad un’aggressione (Foto Facebook)

Nella vita, quando capitano gli imprevisti più brutti, i quali ci tolgono letteralmente il fiato, la prerogativa è sempre la stessa: non arrendersi mai. Cercare di combattere con tutte le forze, d’animo, che abbiamo nel nostro corpo e sperare, una volta azionatici nella lotta, in quel barlume di luce che si vede in fondo al tunnel.

A dirlo, o meglio scriverlo, sembra una passeggiata di salute. Ma non lo è affatto e chiunque di noi ci è passato, sopra, di lato o accanto, in situazioni simili, sa quanto può essere dura reagire a determinati colpi. Come è dura per noi, non lo è di meno per i nostri amici a quattro zampe.

Molti di loro affrontano dei veri e propri uragani legati alla vita. Malformazioni, maltrattamenti o incidenti anche quando sono dei cuccioli. Com’è successo al gatto Murphy. Dopo appena quattro settimane di vita è al centro di un incidente o forse di un’aggressione da parte di un altro animale. Resta il fatto che arriva in condizioni gravissime all’interno di una clinica veterinaria.

Il gatto Murphy non molla la presa: nonostante la testa inclinata si riprende passo dopo passo

Gatto Murphy Testa Inclinata
Il gatto Murphy nella sua nuova cuccia (Facebook Odd Cat Sanctuary)

Quando si è cuccioli e non si conoscono bene i pericoli che il mondo nasconde, è facile capitare in qualche situazione angusta, molto spiacevole e, appunto, di estremo pericolo. Soprattutto se, poi, si nasce e cresce lungo la strada, come spesso accade ai nostri amici a quattro zampe.

LEGGI ANCHE >>> Jim, il cane senza una zampa adottata dalla “sua” veterinaria

Molti di loro non hanno il privilegio, o se volete fortuna, di nascere dentro un ambiente familiare accogliente, prendo d’affetto e di calore. No. Molti di loro nascono per strada, come dei veri randagi. E non è detto che un animale sappia subito compiere “il suo dovere” per liberarsi dai pericoli.

Com’è successo al gatto Murphy, che a sole quattro settimana di vita è rimasto vittima di un brutale incidente. Non si capisce ancora se è stato aggredito da un altro animale, probabilmente un gatto adulto, o è stato colpito da un macchina che sopraggiungeva lungo la strada. E mai si capirà. Resta il fatto che Murphy è stato trovato e trasportato d’urgenza in una clinica veterinaria del Massachusetts, negli Stati Uniti d’America.

La diagnosi ha parlato chiaro fin da subito: il gatto riportava una strana inclinazione della testa, per le ferite subite durante l’incidente. L’Odd Cat Sanctuary, con la presenza di Tara Kay, ha deciso di sostenere le cure, per cercare di addrizzare di nuovo la testolina del felino.

LEGGI ANCHE >>> La veterinaria che salva i piccoli pipistrelli rimasti orfani

Murphy ha reagito bene alle cure e ha migliorato la sua condizione di giorno in giorno, fino a completare l’opera: avrà per sempre un testa inclinata, ma quel poco che basta per notarlo davvero appena. Un gatto che non si è mai arreso e che alla fine ha trovato anche una persona che si è innamorato di lui: la veterinaria Adina, che in meno di pochi istanti ha deciso di adottarlo e donargli un posto sicuro dove poter vivere una vita serena.
Questo straordinario micio, adesso ribattezzato Mr. Bean, è un esempio di determinazione e forza di volontà.

Davide Garritano