Home News Mirante al canile: il portiere della Roma adotta Aura – FOTO

Mirante al canile: il portiere della Roma adotta Aura – FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:01
CONDIVIDI

Il calciatore dal cuore d’oro ha deciso di prendere un cane e lo ha fatto con un gesto nobilissimo. Mirante al canile ha scelto Aura.

mirante canile
Mirante e il meticcio Aura (Foto Facebook)

Il un post pubblico su Facebook il Canile rifugio Muratella di Roma ha raccontato l’episodio tanto semplice quanto nobile. Il portiere della Roma ha pazientemente aspettato il suo turno, ha compilato il questionario, sostenuto il colloquio col personale della struttura per poi scegliere un meticcio.

Mirante al canile con la fidanzata e il cane Aura

mirante aura canile
L’altra foto del post (Foto Facebook)

Dalla porta di un campo da calcio a quella di un box di canile” si intitola così il post Fb che Canile rifugio Muratella ha voluto dedicare al gesto di Antonio Mirante, portiere della Roma. Poi il racconto.

Qualche giorno fa è arrivato in canile un ragazzo in cerca di un cane: sguardo basso, compila il questionario e attende in silenzio il suo turno.
Cittadini che si lamentano dell’attesa, che rinunciano perfino, pur di non dover aspettare, sono scene che capitano ogni giorno, ma lui aspetta tranquillo di essere chiamato.
Inizia il colloquio:
“Piacere, Marco. Tu sei?”
“Antonio”
“Che lavori fai?”
“Mah, il libero professionista”
Il dialogo prosegue fino alla gabbia di Aura, il cane che Antonio ha poi scelto di portare a casa con sé.

Quel ragazzo che come tanti ha adottato un cane di canile, e come pochi ha scelto un meticcio adulto, è Antonio Mirante, il portiere della AS Roma.

Abbiamo deciso di dedicare a lui e ad Aura un intero post, non per fede calcistica (i laziali ci mandassero qualche loro giocatore se hanno da ridire), né perché ci emozioni il fatto di avere un vip tra i nostri adottanti (non è stato il primo), ma per la sua semplicità, l’umiltà che ha mostrato e “at last but not least” la scelta di un cane che ai più sarebbe passato inosservato rischiando di farsi diversi anni di canile, ci ha davvero sorpresi.

Grazie ad Antonio per aver aperto la porta di quel box, per aver scelto di adottare e per aver dato a tutti il buon esempio.
E grazie a Marco, l’educatore che non segue il calcio, e che ha scoperto solo alla fine a chi abbia fatto adottare Aura”
.

A corredo della descrizione anche due foto. Una in cui Mirante e Aura si guardano felici negli occhi, l’altra in cui si vede il calciatore, la sua fidanzata Ludovica Valli, il cane meticcio Aura e probabilmente Marco, la persona citata nel racconto.

Mirante non è il solo calciatore ad aver fatto questa scelta. Dries Mertens, attaccante del Napoli, qualche hanno fa ha adottato un meticcio al canile e spesso incita le persone ad adottare e non acquistare i cani.

 Potrebbe interessarti anche >>>

S.C.