Home News Minori violenti con gli animali hanno un disagio

Minori violenti con gli animali hanno un disagio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:18
CONDIVIDI

Minori violenti con gli animali hanno un disagio 

minori violenti animali
@Istockphoto

La violenza sugli animali è un segnale di pericolosità sociale. Diversi studi hanno infatti dimostrato il nesso tra violenza sugli animali e violenza sulle persone. Lo stesso FBI elevò la violenza sugli animali a “crimine efferato” per monitorare possibili individui pericolosi socialmente e nel 2019, il Governo americano ha approvato il Pact negli Stati Uniti, un disegno di legge con il quale sono stati elevati a “crimine federale”, i reati di crudeltà e i maltrattamenti sugli animali.

–> Crudeltà e maltrattamenti sugli animali: un crimine federale

In questo ambito è stato anche evidenziato come i primi segnali si evidenziano fin dall’infanzia e quanto il maltrattamento di animali in età infantile sia collegato ad un disagio del bambino.

Bambini violenti con gli animali

Lo psicologo Joni Johnston pubblicò un interessante articolo al riguardo sula rivista Psychology Today, specificando a che età i genitori dovrebbero preoccuparsi se il bambino è violento con gli animali. In età prescolare, Johnston aveva sottolineato quanto sia importante “spiegare al bambino che non deve maltrattare un animale così come un altro bambino”.

Secondo lo psicologo, “dai 6 ai 12 anni, se il bambino maltratta o è violento con un animale, ciò indica un problema psicologico o potrebbe essere l’indizio di un abuso sessuale. Sopra ai 12 anni, i ragazzini che maltrattano gli animali sono a rischio e devono essere seguiti da specialisti”.

Tuttavia, negli ultimi anni, sono aumentati casi di minori violenti sugli animali, portando gli esperti ad una riflessione più approfondita. Non solo violenza come lo staccare la coda ad una lucertola. Bensì veri e propri episodi di animali torturati da baby gang.

Sul tema è intervenuta Camilla Bianchi, Garante toscana per l’Infanzia e l’adolescenza, commentando alcuni dati pubblicati dal rapporto Zoomafia, per cui continua ad emergere un aumento della violenza ad opera di persone di minore età.

Educazione dei bambini

“C’è un dato di aggressività su cui dobbiamo interrogarci e che disvela un disagio profondo. Episodi di maltrattamento e violenza sugli animali sono segnali che non possiamo ignorare. Le istituzioni, ma anche le famiglie, le scuole e in generale la società, non possono restare silenti e inermi”. Ha commentato l’esperta, sottolineando che si tratta di un “segnale di disagio sociale che evidentemente circonda ragazze e ragazzi, bambine e bambini, che subiscono a loro volta direttamente o indirettamente situazioni di maltrattamenti”.

La Garante ha spiegato che “il sopruso cresce e si sviluppa all’interno delle proprie cerchie relazionali. Si alimenta di episodi limite, costruendosi nel tempo, fino a sfociare in comportamenti violenti e talvolta particolarmente efferati. Non possiamo non prenderne atto e rimanere inermi”.

L’esperta interpellata da maremmanews.it, ha spiegato che “la zooantropologia, è una disciplina che studia la relazione tra esseri umani e animali e gli effetti che la stessa genera nell’ambito delle relazioni personali, sociali e familiari della persona. In tal senso, anche per quatto concerne le persone di minore età, la relazione con l’animale attesta una importante valenza, non solo in termini di promozione del benessere psico-fisico e della integrazione sociale ed affettiva, ma anche in termini educativi, inerenti il riconoscimento ed il rispetto ‘dell’altro’, in questo caso l’animale, come soggetto ‘diverso’ da me ma ‘partner’ nella relazione”.

La Bianchi ha poi concluso che è fondamentale il ruolo dei genitori nell’educare i bambini al rispetto per gli animali per infondere loro i valori che avranno da adulti.

Approfondimenti sul tema–>

–>Crudeltà animali, bambini violenti con gli animali: vittime a loro volta di abusi
–>Maltrattamento animali: sintomo di gravi patologie nell’individuo che emergono nell’infanzia
–>Chi è la bestia? Storie di crudeltà verso gli animali: la nascita di killer seriali
–> C’è un legame tra chi maltratta gli animali e chi aggredisce le donne
–> Animali maltrattati, aumentano i casi commessi in età giovanile

C.D.

Amoreaquattrozampeè stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizieSEGUICI QUI