Home Non solo Cani e Gatti Blocco intestinale nel furetto: cause e possibili rischi per l’animale

Blocco intestinale nel furetto: cause e possibili rischi per l’animale

Anche il nostro furetto, purtroppo, può stare male. Quali sono le cause di un blocco intestinale? Possibili rischi per l’animale.

Blocco intestinale nel furetto
(Foto da Pixabay)

Il furetto è un animale davvero grazioso ed in grado di affezionarsi tanto al suo proprietario. Può essere soggetto a problematiche gastrointestinali, fino a rischiarne un blocco. Quali sono le cause ed i possibili rischi per il furetto?

Cause del blocco intestinale e possibili rischi

Si sa, il furetto è imprevedibile: si muove furtivamente e si nasconde nei luoghi più impensati. E potrebbe anche rischiare di farsi male.

Furetto
(Foto da AdobeStock)

A volte il nostro furetto potrebbe non mostrarsi come al solito: non fa più la sua tipica danza né corre all’esplorazione di casa. Ha qualcosa che non va.

Ovviamente è opportuno osservare bene i suo comportamenti e notare se ci siano campanelli di allarme quali:

  • Apatia;
  • Inappetenza;
  • Mancata evacuazione;
  • Gonfiore addominale;
  • Tendenza a dormire a lungo;
  • Depressione;
  • Lamenti accompagnati dallo strofinarsi il muso sull’addome.

Questo potrebbe farci preoccupare e decidere di recarci subito dal veterinario: è importante non cercare di curare qualcosa che pensiamo abbia perché potremmo peggiorare la sua salute.

Il veterinario procederà con la visita e dalla radiografia successivamente ci dirà che il nostro animale ha un blocco intestinale. Ma da cosa è stato causato?

Beh, il furetto è capace di combinarne tante, a volte scompaiono degli oggetti in casa e poi scopriamo che è stato lui a nasconderli da qualche parte.

Purtroppo a volte può capitare che non li nasconda ma li ingoi. È molto attratto da oggetti in gomma morbida, pezzi di tessuti e pezzi di giocattoli.

Questo corpo estraneo può rimanere bloccato nell’intestino e bloccarlo: ha un’ampiezza piccola e non sarebbe in grado, come lo stomaco, di far avanzare l’oggetto verso l’evacuazione.

Tutto ciò che sta a monte dell’ostruzione finisce per accumularsi mettendo in serio pericolo la vita del furetto.

Non liberandosene, le scorie restano nel corpo, vi fermentano i microrganismi patogeni ed il rischio maggiore è un’infezione che poi possa portare a setticemia nel furetto.

I corpi estranei non sono, però, l’unica causa di blocco intestinale per questo animale. Specialmente i furetti anziani, pulendosi, possono ingoiare grandi quantità di pelo.

Il pelo, infatti, reso a bolo dai succhi acidi dello stomaco, prosegue il tratto gastrointestinale andandosi a bloccare nell’intestino.

È qui che si riduce il diametro dell’apparato e l’animale ha forti sintomi quali mancata assunzione di cibo, dolori acuti all’addome, digrignamento dei denti fino ad arrivare ad un infarto intestinale.

Qualora le palline di pelo si accumulassero nello stomaco, il furetto avrebbe:

  • Senso di vomito;
  • Fastidio in bocca: tenta in tutti i modi di liberarsi aiutandosi con le zampe;
  • Feci scure.

In base a dove si trova l’ostruzione nel corpo e da cosa sia causata, il veterinario quasi sempre opterà per un intervento chirurgico, qualora un semplice lassativo non possa garantire l’eliminazione del blocco con le feci.

Se risolvere un blocco allo stomaco è relativamente semplice, quello intestinale è decisamente più rischioso.

A volte, infatti, il corpo estraneo può aver danneggiato enormemente l’intestino nel furetto a tal punto da portare il medico a reciderne una porzione.

Se poi si fosse già innescato un processo infettivo ed avesse intaccato anche gli organi circostanti, il rischio sarebbe più elevato.

Ad ogni modo il veterinario ci prescriverà antibiotici e ci raccomanderà un’alimentazione non tanto secca, che favorisca la digestione ed una ripresa dell’attività intestinale.

Potrebbe interessarti anche: Come capire il linguaggio del corpo del furetto

Consigli e raccomandazioni

Il nostro furetto è a volte abbastanza birichino, non è semplice capire se si sia nascosto qualcosa preso in casa oppure ingoiato.

Furetto femmina
(Foto da Pixabay)

E non è nemmeno semplice evitare che possa ingoiare troppo pelo e sentirsi male: bisogna, però, imparare a capire in tempo se il furetto possa avere una malattia.

Fatto sta che, di certo, è bene abituarlo già da subito ad essere spazzolato; in questo modo lo aiuteremmo a rimuovere il pelo morto evitando che possa ingoiarselo tutto.

Alcuni consigliano anche di somministrargli, di tanto in tanto, piccole quantità di lassativo per evitargli ostruzioni intestinali e mantenergli libero tutto l’apparato gastrointestinale.

Senza dubbio, qualora vedessimo del vomito nel furetto, dovremmo immediatamente recarci dal veterinario senza perdere tempo.

Secondo alcuni esperti, il rischio di blocco intestinale nel furetto c’è da quando vi si somministra una dieta non propriamente adatta per lui.

Il furetto è un animale prettamente carnivoro, abituato a mangiare in natura prede intere: la presenza di ossa e cartilagine nel cibo aiuterebbe il transito intestinale e dunque a risolvere anche gli accumuli di pelo.

Un furetto domestico mangia in modo diverso: certamente ha perso il suo essere selvaggio e carnivoro stretto e dunque non potremmo dargli prede intere.

Ad ogni modo, potremmo prevenire il fatto che il furetto possa ingerire oggetti in casa semplicemente non mettendoli alla sua portata.

Potrebbe interessarti anche: Casa sicura per il furetto: i pericoli a cui fare attenzione

La prevenzione è sicuramente meno impegnativa e meno invasiva di una terapia che, nella maggior parte dei casi richiede un intervento chirurgico.

Il nostro furetto è birbantello, ma sta a noi prendercene cura: non solo una dieta corretta ma anche visite periodiche di controllo gli eviterebbero rischi inutili.

S. A.