Home Non solo Cani e Gatti Polli e volatili I parassiti degli uccelli: quali sono, tutti i rischi e i rimedi...

I parassiti degli uccelli: quali sono, tutti i rischi e i rimedi possibili

Chi ama guardarli e chi se ne tiene alla larga anche per questo: quali sono i parassiti degli uccelli, quali malattie possono portare e cosa fare.

I parassiti degli uccelli
(Foto Pixabay)

Guardarli muoversi nella loro gabbietta e sentirli cinguettare può piacere a tanti, ma siamo consapevoli che tenerli lì chiusi non li protegge da eventuali malattie e parassiti esterni. Per questo è importante saperne di più sui parassiti degli uccelli, cosa comportano e, soprattutto, quali sono i rimedi da adottare. Tutto quello che c’è da sapere sul problema e come evitarlo.

Quali sono i parassiti degli uccelli: i più comuni

Magari il nome in sé potrebbe non suggerirci nulla, mentre altri sono quelli che ci ricordano gli stessi parassiti che colpiscono altri animali domestici ben più grandi come cane e gatto.

I parassiti degli uccelli sulle piume
(Foto Pixabay)

Alcuni di essi possono portare infestazioni e altri infezioni: nel primo caso infatti ci si riferisce alla condizione di un organismo invaso da un parassita e che viene appunto trasmessa da un altro animale ma non si riproduce. Nel caso dell’infezione invece il parassita infestante si riproduce all’interno dell’ospite in cui è entrato.

Ma di quali parassiti stiamo parlando? Quelli esterni, cioè che attaccano il loro piumaggio sono:

  • pidocchi rossi,
  • acari,
  • zecche,
  • afidi.

Vi sono però anche dei parassiti che colpiscono l’apparato gastro-intestinale del volatile e che comportano una serie di malattie.

Potrebbe interessarti anche: Piante tossiche per gli uccelli: quali non avere mai in casa

Parassiti degli uccelli: perché e quando si formano

Ne abbiamo cura, proviamo a non far mancare nulla ai nostro teneri e piccoli volatili eppure sono arrivati ugualmente! Ma come si formano e da cosa dipendono i parassiti degli uccelli? Talvolta sono condizioni ‘indipendenti’ dalla nostra volontà, quindi non facciamocene sempre una colpa.

uccellini in gabbia
(Foto AdobeStock)

Il caldo ad esempio può essere una causa: infatti sia in primavera, ma soprattutto in estate, si nota una proliferazione maggiore di parassiti.

Potrebbe interessarti anche: Curiosità sugli uccelli: 15 fatti davvero interessanti da scoprire sui pennuti

Quando e come si eliminano

Avere in casa dei volatili può non sembrare impegnativo come avere un cane o un gatto, ma in realtà è anche più difficile rendersi conto di quando stanno male e di come curarli nel modo giusto.

uccellini in gabbia
(Foto AdobeStock)

Nel caso degli uccelli infatti dovremo essere attenti a valutare il loro comportamento: potrebbero apparirci nervosi, inquieti e magari presentare qualche ‘segnale’ evidente sul corpo (come ad esempio assenza di piumaggio in determinate zone).

Per prevenzione è meglio agire con una somministrazione di antiparassitari all’inizio della primavera, in modo da evitare che i cambiamenti climatici possano far proliferare i parassiti. Ripetiamo l’operazione anche al cambio stagionale successivo, ovvero alla fine del periodo più caldo dell’anno.

Per fortuna l’uso degli antiparassitari è facilitato dalla varietà dei prodotti in commercio (o anche parassitari fai da te), che sicuramente il veterinario di fiducia saprà consigliarci. Ne troviamo sotto forma di:

  • spray,
  • pomate,
  • polveri.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Antonio D’Agostino