Home Non solo Cani e Gatti Posso lavare la tartaruga? Igiene e pulizia del suo habitat domestico

Posso lavare la tartaruga? Igiene e pulizia del suo habitat domestico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:51
CONDIVIDI

L’igiene è fondamentale per tutti gli animali, soprattutto quelli che abbiamo in casa. Ma posso lavare la tartaruga? Consigli pratici per l’igiene di questo rettile.

tartaruga
La tartaruga terrestre e anche la tartaruga acquatica possono trarre sicuramente grandi benefici dalla pulizia regolare.(Foto Pixabay)

Posso lavare la tartaruga? Sembra una domanda banale ma non è sbagliato chiederselo, poiché mantenere la tartaruga in buone condizioni potrebbe non essere un compito molto semplice. Questo rettile, ha bisogno di cure specifiche per le sue caratteristiche particolari.

Ma per fortuna il compito di tenere pulito questo animale è molto semplice. Ciò che ci sentiamo di sottolineare prima di procedere alla pulizia è di lavarti bene le mani dopo aver fatto il bagno per evitare di contaminarti con la salmonella.

La tartaruga terrestre e anche la tartaruga acquatica possono trarre sicuramente grandi benefici dalla pulizia regolare, ma sono portatori di salmonellosi, un’infezione batterica che possono trasmettere all’uomo. Questa malattia rientra fra le  zoonosi, ossia tipiche malattie che gli animali trasmettono all’uomo.

Posso lavare la tartaruga?

tartaruga d'acqua
Rendere l’ambiente di questo animale pulito ad un buon livello di igiene.  (foto Pixabay)

Si è possibile, ma con le dovute attenzioni e particolarità del caso. Il bagno è importante per questo animale perché gli dà la possibilità di reidratarsi. Inoltre, è una buona soluzione per liberarla dai grumi di alghe nel caso della tartaruga marina, così come le parti di pelle che perde. La procedura per il bagno di questi animali è molto simile, ma dovresti prestare un po’ più di attenzione quando fai il bagno ad una tartaruga terrestre.

Igiene della vasca della tartaruga

tartaruga
Ci sono delle attenzioni da non sottovalutare per evitare che la tartaruga si possa ammalare per scarsa igiene.(Foto Pixabay)

Prima di passare all’igiene della tartaruga sarà utile sapere come rendere l’ambiente di questo animale pulito ad un buon livello di igiene. Ci sono delle attenzioni da non sottovalutare per evitare che la tartaruga si possa ammalare per scarsa igiene. Di seguito alcuni passaggi importanti a cui attenersi per rendere sano l’habitat del nostro animale domestico:

  • munirsi di un’ulteriore vasca momentanea per poter prelevare la tartaruga dalla vasca principale e deporla in quella momentanea (se si tratta di una tartaruga acquatica, bisognerà mettere nel recipiente dell’acqua e mettere a disposizione dell’animale un posto all’asciutto, come per esempio una roccia;
  • svuotare la vasca da acqua se ce ne;
  • riempire la vasca con acqua calda fino a metà e aggiungere dell’aceto bianco distillato (all’incirca 250 ml per ogni 20 L d’acqua). Lasciarlo agire per una mezz’ora;
  • non utilizzare detergenti o disinfettanti per la pulizia della casa, sapone o detersivi per i piatti, spray, ecc. dato che i residui chimici lasciati da questo tipo di prodotti sarebbero poi impossibili da rimuovere completamente;
  • utilizzare una spugna per sfregare il calcare dalle le pareti e il fondo;
  • pulire eventuali rocce, elementi decorativi, il substrato, ecc. Risciacquare i vari elementi e asciugarli;
  • rimuovere tutta lo sporco all’interno del filtro e risciacquarlo;
  • risciacquare la vasca e assicurarsi che non si senta più l’odore dell’aceto;
  • se è stata utilizzata la candeggina al posto dell’aceto, dovrà essere utilizzato del biocondizionatore, per eliminare eventuali residui di cloro che potrebbero nuocere alla tartaruga;
  • è preferibile lasciare asciugare la vasca al sole;
  • aggiungere l’acqua nella vasca a temperatura che deve essere tra i 21 ed i 26 gradi, a seconda della specie di tartaruga;
  • in ultimo aggiungi i vari accessori ornamentali e il filtro;
  • a questo punto la tartaruga può riprendere possesso della sua casa, magari dandole un bentornato con un po’ del suo cibo preferito;
  • ricordati di risciacquare perfettamente la vasca prima di riempirla di nuovo.

Consigli utili

come accarezzare le tartarughe
Assicurarsi di lavare bene le mani con sapone e acqua calda quando la pulizia dell’animale e terminata (Foto Adobe Stock)

Lavare la tartaruga è molto semplice ma qui di seguito abbiamo qualche suggerimento per poterlo farlo nel migliore dei modi:

  • comprare o trovare una vasca per fare il bagno alla tartaruga e usarla solo a tale scopo. In quanto la tartaruga può ospitare i batteri della salmonella. Questa infezione può essere trasmessa all’uomo ed è molto resistente ai disinfettanti, quindi è opportuno utilizzare accessori esclusivamente per la tartaruga;
  • per evitare il rischio di contaminazione da salmonella, non versare l’acqua del bagno nel lavandino;
  • non utilizzare alcun tipo di sapone o shampoo sulla tartaruga, a meno che non sia specificamente raccomandato dal veterinario;
  • utilizzare una vasca, uno spazzolino da denti e una brocca di acqua calda, tutto in modo esclusivo, prettamente per il tuo animale domestico;
  • utilizzare acqua a temperatura ambiente;
  • assicurarsi di lavare bene le mani con sapone e acqua calda quando la pulizia dell’animale e terminata.

Potrebbero interessarti anche:

Raffaella Lauretta