Home Non solo Cani e Gatti Vacanza con l’iguana: come portarla con noi o se è meglio lasciarla...

Vacanza con l’iguana: come portarla con noi o se è meglio lasciarla a casa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:14
CONDIVIDI

E così partiamo per le vacanze. E i nostri animali domestici? Come vivere la vacanza con l’iguana, e nel caso la lasciamo a casa come essere sicuri che stia bene?

In vacanza con iguana: come comportarci o come lasciarla a casa
In vacanza con l’iguana: come comportarci o come lasciarla a casa (Foto Flickr)

Quando pensiamo alle vacanze, solitamente siamo talmente pronti a partire che non ci rendiamo conto di una piccola complessità da gestire: gli animali domestici. Non sempre possiamo portarli con noi liberamente, e certamente non possiamo lasciarli da soli a casa senza le giuste cure di cui hanno bisogno. Alcuni animali, come i cani e i gatti, sono più facilmente accettati in viaggio, ma un rettile non sempre viene visto di buon occhio in un hotel, quindi potremmo aver bisogno di preparare la nostra vacanza con l’iguana in modo preciso e organizzato.

Potrebbe interessarti anche: 6 Consigli sulla cura dell’iguana: dall’ambiente all’igiene

Portare l’iguana in vacanza con noi

come lavare l iguana
Vogliamo portare l’iguana in vacanza con noi? Ecco come fare (Foto Adobe Stock)

Portare in viaggio un’iguana può causare stress in questo animaletto. Per evitare tali problemi alla nostra amica rettile, dobbiamo prendere alcune precauzioni e organizzare al meglio il trasporto. Abbiamo bisogno di una scatola adeguata per portare il nostro animale domestico in viaggio, ma dovremo essere pronti a controllarla molto spesso per assicurarci che stia bene e non sia fuggita.

Un trasportino per animali è perfetto per trasportare un’iguana: i modelli per cani e gatti sono ottimi perché resistenti e ben ventilati. L’importante è assicurarci che i fori per l’aria non siano abbastanza grandi da permettere al nostro animale di scappare. 

Se i fori sono troppo grandi, possiamo bloccarli con un panno scuro tenuto fermo da nastro adesivo. Sarebbe meglio tappare dall’interno i buchi, per rendere più difficile all’iguana di uscire. Possiamo usare un panno morbido, come stracci, vecchi vestiti o vecchi asciugamani da bagno. 

Se il trasportino è in materiale rigido, è meglio usare un altro panno nell’interno, per renderlo più morbido e far stare più comoda la nostra iguana. Inoltre, blocchiamo la porta d’ingresso se il viaggio è in aereo, in modo da impedire che si apra all’improvviso.

Se non vogliamo acquistare un trasportino per cani e gatti, potremmo usare una scatola in cartone purché sia molto resistente. Ovviamente la prima cosa da fare è praticare molti fori per l’aria, sui lati e sulla parte della scatola. Ancora una volta, non devono essere troppo grandi o l’iguana potrebbe scappare. Mettiamo un panno nel fondo della scatola, per renderla più comoda, e blocchiamo la parte superiore della scatola in modo che il nostro animale non possa scappare. 

Potrebbe interessarti anche: Iguana come animale domestico: cosa c’è da sapere

Lasciare l’iguana a casa: come fare?

iguana femmina o maschio
Come affidare l’iguana a qualcuno lasciandola a casa? (Foto Pixabay)

Se invece preferiamo lasciare la nostra iguana a casa, dovremmo pensare a come farla stare bene e da chi farla curare per tutte le sue esigenze. Di certo non possiamo lasciarla sola in casa, senza nessuno che si occupi di lei!

Non è semplice convincere qualcuno a prendersi cura di un’iguana. Per quanto sia un animale docile e tranquillo con noi, potrebbe non essere altrettanto calma con un estraneo. E poi, si sa che i rettili non piacciono a tutti, quindi potremmo avere un po’ di difficoltà a lasciarla a una persona che se ne occupi.

Tra le migliori scelte, affidarla a un parente o ad una persona fidata è sempre un ottimo modo per stare tranquilli sapendo che c’è chi si cura della nostra amica rettile. Sarebbe meglio scegliere qualcuno che ha già avuto occasione di stare con l’iguana, così che sia già abituata alla presenza di questa persona.

Spieghiamo nel dettaglio tutto quello che deve fare (e quello che non deve fare, soprattutto). Un’ottima idea è lasciare per iscritto tutte le regole e le abitudini da seguire, comprese quelle alimentari (con tempi e quantità dei pasti, alimenti da non dare all’iguana, ecc). 

Oltre alle necessità alimentari del nostro animale, è meglio lasciare anche tutte le spiegazioni necessarie sulla temperatura da tenere (e come controllarla), sulla frequenza e i modi per pulire il terrario e cambiare l’acqua. Lasciamo sempre un contatto del veterinario in caso di emergenze.

Un pet-sitter è un’altra scelta possibile: una persona qualificata che si occupa da tempo di animali ha di certo molta esperienza e competenza per tenere la nostra iguana. Certamente, deve sapere come comportarsi perché per l’iguana – nonostante tutte le certificazioni e la professionalità del nostro pet sitter – è pur sempre un estraneo.

F. B.