Home Cani Come lavare il cane: frequenza, passaggi e consigli pratici

Come lavare il cane: frequenza, passaggi e consigli pratici

CONDIVIDI
come lavare il cane

Ogni quanto tempo bisogna lavare il cane? Quali sono i passaggi da seguire e i suggerimenti indispensabili? Tutto quello che c’è da sapere sulla pulizia del cane.

Se possiedi un cane o hai intenzione di adottarne uno, è probabile che tu ti sia chiesto come prenderti cura correttamente della sua igiene e della sua pulizia.
Le domande su come lavare il cane sono davvero tante: con quale frequenza fare il bagno al cane? Quali prodotti e strumenti sono adatti al suo pelo? Ci sono dei passaggi facili e veloci da seguire?

Sicuramente ci sono tanti consigli e strategie utili da mettere in pratica per lavare correttamente il tuo cane: scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere.

Quando e quante volte bisogna fare il bagno al cane?

lavare il cane a casa

La frequenza con cui è necessario lavare il cane varia in base a diversi fattori: la razza, le dimensioni, la lunghezza del pelo e le attività svolte dall’animale sono sicuramente alcuni di quelli da tenere in considerazione. In generale, i cani che vivono all’esterno o che passano molto tempo all’aperto andranno lavati più spesso, mentre i cani che vivono in casa potranno fare il bagno ogni 2 o 3 mesi.

Rispettare le giuste tempistiche nel fare il bagno è fondamentale per la salute del cane: in generale, la scelta più opportuna è quella di lavare il cane ogni 4/6 settimane, mettendo in pratica alcuni accorgimenti utili per mantenere il cane pulito tra un bagnetto e l’altro.

Attenzione, poi, a quelle situazioni in cui non bisogna assolutamente lavare il cane: non è consigliabile bagnare il cane nei giorni immediatamente successivi alle vaccinazioni o ai trattamenti antiparassitari. L’ideale è attendere qualche giorno o al massimo una settimana.

Lavare il cane: cosa fare prima di iniziare

come fare il bagno al cane

La prima cosa da fare è scegliere il posto in cui fare il bagno al cane: in estate puoi pensare anche di sistemarti all’esterno, mentre quando fa più freddo è fondamentale scegliere un posto adatto e al coperto.

Se il cane è piccolo, puoi lavarlo anche nel lavabo, se invece il cane è più grande sarà necessario scegliere la doccia o la vasca. In entrambi i casi, ci sono delle regole di base da seguire:

  • Che si tratti di lavabo, doccia o vasca il fondo diventerà scivoloso. Assicurati di calmare il cane e permettergli di sentirsi stabile sistemando un asciugamano o un tappetino antiscivolo sulla superficie.
  • Scegli un posto ben delimitato, per evitare che il cane possa scappare se si spaventa troppo per l’acqua. Chiudi la porta del bagno o assicurati di scegliere un area delimitata e recintata se siete all’aperto.

Prima di procedere al bagno vero e proprio, è importante spazzolare accuratamente il pelo del cane per eliminare il pelo morto e eventuali nodi. Puoi trovare i consigli giusti per il tipo di spazzola da scegliere in questo articolo su Cosa fare quando il cane perde troppo pelo.

Se il cane presenta dei parassiti è importante portarlo dal veterinario o eliminare eventuali zecche e pulci a casa prima di procedere al bagno.
Nel caso il pelo del cane sia sporco e appiccicoso, strofinalo con vaselina o olio vegetale e lascia in posa per 24 ore prima del lavaggio.

Prima di lavare il cane controlla la lunghezza delle unghie, poi prepara tutto l’occorrente e tienilo a portata di mano: una volta iniziato, non potrai allontanarti agevolemente. Ecco di cosa avrai bisogno: asciugamani, batuffoli di cotone, shampoo per cani, spugna o panno in microfibra, alcuni biscotti. Togli tutti i tappi ai flaconi prima di iniziare e proteggi le orecchie del cane con batuffoli di cotone, quindi togli il collare e sarai pronto a iniziare.

Come lavare il cane: gli step da seguire passo dopo passo

bagno cane piccolo

Ora che è tutto pronto, puoi finalmente procedere con il bagno per il tuo cane. Qui trovi l’elenco dei passaggi da seguire per lavare il cane in casa correttamente e in maniera facile e veloce.

  • Imposta la temperatura dell’acqua: i cani sono molto sensibili, per cui assicurati che sia tiepida manon bollente. Se usi la vasca, riempila fino a che l’acqua arriverà alle ginocchia del cane.
  • Bagna il corpo del cane con l’acqua, facendo attenzione ad evitare la testa e il muso: procedi dal collo in giù, assicurandoti di impregnare bene il pelo soprattutto se è particolarmente folto.
  • Applica lo shampoo per cani e massaggialo per creare una schiuma omogenea: fai attenzione a utilizzare soltanto prodotti specifici per gli animali evitando sempre accuratamente la testa, in particolare le orecchie e gli occhi. Lascia agire il prodotto per il tempo indicato sulla confezione.
  • Pulisci il muso del cane utilizzando un asciugamano o un panno inumidito, evitando di bagnare le orecchie. Assicurati di pulire bene la pelle del muso anche tra eventuali pieghe.
  • Risciacqua accuratamente il cane finchè l’acqua non sarà trasparente: potrebbe volerci un po’ di tempo, ma è importante farlo bene per evitare di lasciare residui sulla cute e sul pelo. Attenzione a non versare mai acqua sulla testa e il muso del cane!

Come asciugare il cane: cosa fare dopo il bagno

asciugare il cane

La fase di asciugatura è fondamentale e va affrontata con un po’ di pazienza, perché l’istinto naturale del cane lo porterà a scrollarsi l’acqua di dosso e qualche schizzo è inevitabile!
Utilizza un asciugamano in microfibra grande e morbido o un classico telo da bagno: stendilo sulla schiena del cane e tampona accuratamente senza strofinare.

A questo punto potrai passare al phon, avendo cura di impostare una temperatura bassa e facendo attenzione a insistere particolarmente su tutta la lunghezza del pelo a partire dalla base.
I cani sono soggetti al raffreddore, per cui bisogna asciugarli alla perfezione!

Attenzione: se il cane ha il pelo lungo, prima di asciugarlo dovrai pettinarlo accuratamente, magari aiutandoti con un apposito prodotto districante.
Infine, gli ultimi ritocchi di toelettatura:

  • rimuovi i batuffoli di cotone dalle orecchie e pulisci delicatamente aiutandoti con un prodotto ad hoc;
  • pulisci gli occhi dagli accumuli di lacrime con un prodotto in spray o gocce;
  • dai un biscotto al cane e complimentati con lui per il suo comportamento: in questo modo imparerà ad associare l’esperienza del bagno a qualcosa di positivo.

Potrebbe interessarti anche: Come mantenere pulito un cane dal pelo bianco

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI