Home Cani Come scegliere la migliore ciotola per il tuo cane

Come scegliere la migliore ciotola per il tuo cane

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:40
CONDIVIDI

Le ciotole accompagnano le giornate di fido e sono accessori essenziali per il suo sostentamento. Ancora una volta non facciamoci rapire dal design e optiamo per la scelta giusta, sempre in favore del benessere del cane 

Cane che mangia dalla sua ciotola
Non tutte le ciotole sono uguali, scopriamone di più (Foto Adobe Stock)

Come scegliere la migliore ciotola per il tuo cane? Il primo fattore da considerare sarà senz’altro la taglia di fido. Occorre che lo spazio a sua disposizione nella ciotola sia sufficiente per contenere la giusta quantità di cibo o acqua. Allo stesso tempo, la scodella non deve essere troppo ampia perché potrebbe essere problematico e dispersivo per l’animale riuscire ad afferrare il cibo al suo interno.

Il secondo fattore da considerare è il materiale con il quale è prodotta. Possibilmente lavabile anche in lavastoviglie, deve essere sicura e di provenienza rintracciabile. Pena possono essere antipatici problemi a gengive e stomaco ma anche gravi episodi di alitosi.

Recentemente ne sono state progettate di apposite per cani in età avanzata e amici pelosi dalle diverse caratteristiche fisiche. La ciotola insomma, si trasforma per adattarsi sempre di più a esigenze di cane e padroni.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione del cane: da cucciolo, adulto, anziano e in gravidanza

Come scegliere la migliore ciotola per il tuo cane: l’eterno dilemma fra plastica e metallo

Padrone che da bere al cane
La ciotola in metallo è fresca d’estate ma pericolosa d’inverno (Foto Unsplash)

Le ciotole in plastica sono fra le più diffuse in commercio. Ad attirarci sono spesso le colorazioni vivaci e le forme più desuete. Pratiche, maneggevoli e facilmente lavabili possono però nascondere pericolose insidie. Con l’usura, questo materiale tende ad assorbire in fretta i residui di cibo.

Inoltre bisogna sempre controllare che nella composizione della ciotola siano escluse alcune sostanze cancerogene come il BPA o il bisfenolo A. Il metallo spesso si rivela una scelta più sicura e in particolare l’acciaio 18/8. Più igienica come soluzione, la scodella in metallo dovrebbe includere una base anti scivolo per evitare che il cane la trasporti in giro per l’ambiente con muso e zampe.

Ideale per contenere acqua dato che il metallo isola la temperatura e mantiene la freschezza, può essere pericolosa d’estate. Se esposta al sole, la ciotola si surriscalda in fretta, così il mangime potrebbe deteriorarsi e accumulare batteri e virus. Per ridurre i rischi, è bene sapere che ci sono cibi sconsigliati per la dieta estiva canina.

La terza alternativa: la ceramica

ciotola per cani in ceramica
Igienica e facilmente lavabile la ciotola in ceramica ha l’unico inconveniente di essere fragile (Foto Adobe Stock)

La ceramica è una terza opzione che sta prendendo piede soprattuto fra i proprietari di cani di piccola taglia. Il suo peso più sostenuto evita che il cane possa rovesciarla. Unico inconveniente la sua poca maneggevolezza data dalla fragilità del materiale.

Con il tempo inoltre, la caratteristica porosità di questa superficie potrebbe anch’essa trattenere frammenti di scatolette e crocchette.

Potrebbe interessarti anche: Il cane è celiaco: sintomi, cause e rimedi all’intolleranza al glutine di Fido

Come scegliere la migliore ciotola per il tuo cane: ciotole anti rovesciamento e anti ingozzamento

Cane che lecca gelato
Se fido è particolarmente vorace esistono ciotole appositamente pensate per lui (Foto Unsplash)

Entrambe queste ciotole sono indirizzate agli esemplari che hanno una foga eccessiva nell’apprestarsi al momento dei pasti. La ciotola anti rovesciamento, grazie ad una solida e ampia base in gomma, riuscirà a non essere spostata da terra. Inoltre ulteriori bruschi movimenti del muso non riusciranno a farla rovesciare.

La ciotola anti ingozzamento, realizzata per lo più in plastica, presenta al suo interno varie forme di ostacoli che impediscono al cane di ingurgitare in poco tempo una quantità di cibo troppo grossa. Il nostro amico a quattro zampe ingordo sarò costretto a consumare il suo pranzo con più calma dovendo annusare e poi scartare continuamente le barriere apposite create all’interno della scodella. Il suo processo digestivo in questo modo tenderà a migliore. Spesso i cani troppo ingordi rischiano patologie ben precise.

Le indipendenti ciotole con dispenser

Ciotole cani con dispenser
Per padroni che vanno di fretta le ciotole con dispenser sono perfette (Foto Adobe Stock)

Queste ciotole sono invece studiate per i proprietari sempre di corsa che hanno poco tempo per gestire i vari pasti di fido. Possiedono un’autonomia di qualche giorno e vanno sempre opportunamente ricaricate.

Il meccanismo automatico però rende il loro prezzo non accessibile a tutti. Inoltre le parti meccaniche deveno essere sempre pulite e ben tenute, il rischio più facile è quello di un possibile malfunzionamento. Potrebbero non essere indicate a persone che non hanno molta dimestichezza con l’alta tecnologia.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione cane e gatto: le differenze da conoscere

Come scegliere la migliore ciotola per il tuo cane: orecchie lunghe e dorsi stanchi

Cane anziano
Quando fido raggiunge la vecchiaia può contare su pratiche ciotole sollevabili (Foto Unsplash)

Se fido possiede orecchie troppo lunghe ed ogni volta che si avvicina alla ciotola si bagno o peggio si sporca di cibo contaminando tutto il resto dell’ambiente esiste una pratica invenzione. Sono state infatti brevettate apposite ciotole per questa particolare conformazione dell’orecchio.

Lunghe e strette si sviluppano verticalmente di modo che solo il muso e la bocca potranno accedere alla superficie della scodella. Unico neo, non risultano molto pratiche nella fase di lavaggio a causa della loro speciale conformazione. Quando invece il cane si fa più avanti con l’età potrebbe essere interessato da disturbi articolari o dorsali.

Per evitare che si debba chinare più volte al giorno per assumere la corretta quantità di cibo o acqua esistono apposite ciotole che si possono sollevare. Dotate di una particolare struttura di ferro regolabile, a seconda dell’altezza più congeniale, aiutano l’esemplare stanco a non compiere troppi sforzi.

Sarebbe opportuno poi, non solo facilitare l’assunzione dei pasti, ma anche prestare attenzione che l’alimentazione di un cane anziano subisca variazioni. 

C.F