Home Cani Comportamenti ripetitivi nel cane: le cause secondo uno studio

Comportamenti ripetitivi nel cane: le cause secondo uno studio

La stereotipia nei nostri amici pelosi può essere molto comune. Ecco quali sono le cause dei comportamenti ripetitivi nel cane secondo uno studio.

cause comportamento ripetitivo cane
(Foto Adobe Stock)

Chi convive con un amico a quattro zampe, può facilmente notare i suoi comportamenti. Molto spesso capita che un cane presenti un atteggiamento molte più spesso a distanza di pochi minuti. Tale comportamento viene chiamato stereotipia.

In parole semplici, il nostro amico peloso presenta un comportamento ripetitivo. Per capire quali siano le cause di tale comportamento, alcuni ricercatori hanno effettuato uno studio. Vediamo insieme come si è svolto l’esperimento.

Cause dei comportamenti ripetitivi nel cane: lo studio

Quando il nostro amico a quattro zampe rincorre la propria coda, si morde le zampe o il sedere spesso, o anche abbaia compulsivamente, potrebbe presentare un comportamento ripetitivo.

per quanto tempo può abbaiare il cane
(Foto Adobe Stock)

Da ricerche precedenti è stato evidenziato che i cani che presentano comportamenti ripetitivi, senza alcun motivo preciso, hanno difficoltà nel relazionarsi con altri cani o persone.

Inoltre tali comportamenti possono peggiorare anche la situazione di benessere in Fido. Tuttavia non sono stati evidenziati le cause di tali comportamenti.

Alcuni ricercatori dell’Università di Helsinki, hanno effettuato uno studio per comprendere i fattori che determinano un comportamento ripetitivo nel cane.

Per lo studio sono stati coinvolti 4.436 cani di 22 razze differenti e i loro umani. E’ stato chiesto a questi ultimi di raccontare con quale frequenza i loro amici a quattro zampe, presentassero i comportamenti ripetitivi, come:

  • Leccare le superfici;
  • Inseguire la coda;
  • Mordersi le zampe o il sedere;
  • Camminare su e giù;
  • Restare fermo vicino alla ciotola dell’acqua.

Da tale studio i ricercatori hanno evidenziato che il 30% (1315) dei cani, presentavano più comportamenti ripetitivi a seconda dell’ambiente e del loro stile di vita.

Infatti, è stato evidenziato un maggior comportamento ripetitivo nei seguenti casi:

  • Cani che avevano un proprietario alla prima esperienza;
  • Cani che vivevano in una famiglia numerosa;
  • Cani che si esercitavano meno di un’ora al giorno.

Potrebbe interessarti anche: La saliva del cane può essere curativa: lo studio

cane che abbaia disturba vicini
(Foto Pixabay)

Tuttavia ci sono anche altri fattori che hanno determinato la presenza di un comportamento ripetitivo nel cane, come l’età infatti i cani che avevano un’età minore di 2 anni e maggiore di 8 anni presentavano tale disturbo, oppure la castrazione infatti i cani che erano stati castrati presentavano comportamenti ripetitivi.

Inoltre è stato evidenziato tale comportamento soprattutto nei cani che erano stati descritti come iperattivi, distratti e aggressivi.

In conclusione, secondo gli esperti, i comportamenti ripetitivi possono presentarsi nel cane per vari fattori, legati all’ambiente, alla genetica o anche allo stile di vita di Fido.

Potrebbe interessarti anche: Cani e gatti rallentano il declino cognitivo negli anziani: lo studio

Tuttavia comprendere le cause del comportamento del nostro amico a quattro zampe, potrebbe migliorare il benessere del nostro amico peloso.