Home Cani Cosa dare da mangiare al Labrador: l’alimentazione corretta

Cosa dare da mangiare al Labrador: l’alimentazione corretta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:58
CONDIVIDI

Cosa dare da mangiare al Labrador, un’alimentazione sana e adeguata per rendere felice e in perfetta salute il tuo amico a quattro zampe.

labrador
Cosa dare da mangiare al Labrador, un fantastico esemplare di una bellezza unica e semplice allo stesso tempo.(Foto AdobeStock)

Un’alimentazione sana e appropriata è alla base di ogni essere umano per crescere in salute e stare bene anche psicologicamente. Questa considerazione vale anche per i nostri animali domestici, i quali hanno bisogno di un apporto adeguato di energia per soddisfare il loro fabbisogno giornaliero. Ogni razza necessità della giusta quantità e varietà di cibo.

È tendenzialmente sbagliato somministrare gli stessi alimenti e le stesse quantità se ci troviamo davanti a due cani diversi, in relazione al peso, alla taglia e alla razza, per non parlare poi del discorso soggettivo di eventuali intolleranze alimentari.

Molto spesso davanti ad una specifica razza di cane, le persone si chiedono in cosa debba consistere l’alimentazione del proprio amico a quattro zampe. In questo articolo infatti tratteremo, in particolare, cosa dare da mangiare al Labrador, un fantastico esemplare di una bellezza unica e semplice allo stesso tempo.

Cosa dare da mangiare al Labrador: nutrienti e quantità

labrador
Il Labrador è un cane particolarmente attivo, ragion per cui il suo consumo di energie è maggiore.(Foto AdobeStock)

Per capire meglio cosa dare da mangiare al Labrador bisogna approfondire la conoscenza di questa razza, in quanto per poter soddisfare il fabbisogno nutritivo giornaliero dell’animale, occorre conoscere la quantità di energie di cui necessita. Generalmente la razza in linea di massa ci aiuta a definire quella che è l’attitudine dell’animale, delinea a grandi linee quella che è la tendenza a bruciare calorie o all’opposto se si tratta di un cane al quanto pigro.

In merito al Labrador parliamo di un cane da compagnia, abitualmente attivo, giocherellone, ma non disdegna il relax. Molto spesso questa razza è utilizza per i soccorsi, come cane per ciechi, ma anche nell’antidroga e nel salvataggio a mare. Ragion per cui è bene avere delle indicazioni alimentari in merito alla razza ma è anche vero che va valutato nello specifico ogni individuo singolo.

In generale se parliamo di Labrador intesa come razza e non come singolo animale, l’alimentazione più adeguata consiste nella somministrazione di un pasto che non deve superare le 380 Kcal ogni 100 grammi e con all’interno i seguenti valori nutritivi:

  • grassi: i grassi sono conosciuti anche con il nome di aminoacidi, omega 3 e 6 o oli. Sono un’importante fonte di energia e i principali responsabili per il trasporto di sostanze nel corpo e per il supporto e lo sviluppo delle articolazioni e del sistema nervoso.
  • proteine: le proteine sono le responsabili in merito allo sviluppo e la crescita del tono muscolare e delle ossa del cane, non solo hanno anche un ruolo primario per la rigenerazione e la conservazione delle cellule corporee e dei tessuti. Carne, pesce e proteine vegetali sono essenziali per la crescita del cane Labrador.
  • carboidrati: i carboidrati sono ricchi di zuccheri e sono coloro che apportano le maggior energie e fibre, le quali sono necessarie per poter effettuare una buona digestione. Livelli ottimali di carboidrati digeribili nella dieta servono ed evitare che le proteine contenute nella dieta vengano usate come fonte energetica. Ragion per cui la dose di carboidrati inseriti nell’alimentazione dovrebbero essere in quantità non eccessive e variabili in base alle eventuali patologie.
  • fibre: aggiungere fibre alla dieta del Labrador, rendono a favorire un regolare movimento intestinale. Fibre, come carote o polpa di mela, sono utili alla flora batterica intestinale. Le fibre inoltre diminuiscono il livello di colesterolo nel sangue dell’animale, e anche i trigliceridi, elimina meglio le tossine;
  • vitamine e minerali: le vitamine e i minerali aiutano a mantenere forte e sano il sistema immunitario, oltre ad essere responsabile per il corretto funzionamento del corpo del Labrador. Calcio, magnesio, ferro, potassio, magnesio, rame, zinco e selenio, vitamina E, C, D, e K, sono fonti essenziali per una vita sana dell’animale.

Il Labrador è una razza soggetta a problemi alle articolazioni e per questo motivo sono particolarmente idonee quelle tipologie di cibo con all’interno alimenti e integratori per la prevenzione delle articolazioni, per esempio quelle contenenti cozze verdi. In merito alla scelta di un cibo per cani umido, secco, o di un mix dei due dipende solo dal gusto.

Potrebbe interessarti anche: Razze di cani compatibili con il Labrador: i compagni perfetti

Quantità di cibo per il Labrador

Per le quantità di cibo da somministrare al Labrador tutto dipende dall’età dell’animale e anche dal consumo di energie soggettivo, di seguito una tabella indicativa:

  • Fino a 6 mesi: 3 pasti al giorno (mattina, pranzo e cena);
  • Da 6 a 12 mesi: 2 pasti al giorno (mattina e sera);
  • Da 12-13 mesi in poi: si può addirittura scendere ad uno qualora il cane faccia scarsa attività fisica.

I rischi di un’alimentazione non corretta

Il Labrador ha un temperamento tendenzialmente vivace e tende a bruciare molte energie, ma allo stesso tempo ha la propensione ad imitare o meglio adeguarsi a quelle che sono le abitudini del suo padrone, perciò potrebbe diventare pigro o al contrario ancora più attivo. Quello che è certo è che il Labrador è una razza vorace.

Potrebbe interessarti anche: Prendersi cura del pelo del Labrador dalla toelettatura al bagnetto

Cosa non dare da mangiare al Labrador

Nell’alimentazione del cane, anche solo se occasionalmente, ciò che non deve essere mai somministrato, sia esso un cane di razza Labrador sia esso un meticcio, è descritto nell’elenco di prodotti che segue:

  • ossa di pollo e di coniglio, costolette di maiale;
  • farinacei (patate, piselli, fagioli, lenticchie);
  • cipolle, aglio e cavoli (contengono il disolfuro di n-propile che distrugge i globuli rossi circolanti, determinando così un’anemia, che in alcuni casi può anche essere letale;
  • pomodoro, funghi, peperoni, melanzane;
  • cioccolato, cacao, caffe, thè, alcol: tutti alimenti tossici per il cane. Da evitare assolutamente.
  • tutti i vari tipi di dolci (biscotti, caramelle, cioccolato, gelati, ecc.);
  • mandorle, noci, nocciole;
  • uva, avocado, ciliegie.

Logicamente sono da evitare tutti gli avanzi della nostra cucina, in particolare quelli molto speziati, piccanti e molto salati.

Potrebbe interessarti anche:Curiosità sul Labrador: le cose da sapere su questa razza

Raffaella Lauretta