Home Cani A che ora è meglio portare fuori il cane? I consigli utili

A che ora è meglio portare fuori il cane? I consigli utili

CONDIVIDI

Quali sono gli orari migliori per portare fuori il cane? Meglio uscire per la passeggiata al mattino, di pomeriggio o la sera? I consigli degli esperti

orari migliori per portare il cane fuori

Il momento dedicato alla passeggiata è sicuramente uno dei più importanti nella giornata del tuo cane: oltre alla possibilità di fare i propri bisogni, quando andate a spasso il tuo amico a quattro zampe riceve tanti stimoli che gli permettono di soddisfare la sua curiosità, di bruciare le energie, di trascorrere del tempo in compagnia del padrone.

Per assicurarti che le passeggiate di Fido siano in grado di offrirgli il massimo vantaggio possibile, è importante scegliere gli orari migliori per portare fuori il cane: scopriamoli insieme in questo articolo.

Gli orari migliori per portare fuori il cane: come organizzare la giornata?

desensibilizzazione cane

La cosa principale da tenere presente quando si sceglie di adottare un cane è che avrà bisogno di una routine ben precisa e affidabile: i cani sono animali abitudinari e hanno bisogno di sapere quando è il momento di uscire, quando è ora di mangiare, quando si va a dormire, eccetera.

Molte persone si domandano quante volte al giorno bisogna portare fuori il cane: questo numero varia di caso in caso, ma in generale ci sono alcune razze che hanno bisogno di uscire più spesso come il Border Collie (almeno 3 o 4 volte al giorno) e altre, come il Carlino oppure i cani anziani, per cui possono essere sufficienti 2 uscite quotidiane.

Queste sono più o meno le regole generali riguardo al numero di passeggiate, ma quali sono invece gli orari migliori per portare a spasso il cane?

1. Portare fuori il cane al mattino

La passeggiata mattutina con il cane dovrebbe essere la più lunga della giornata: dopo la lunga pausa notturna, il cane ha bisogno di stare fuori per almeno mezz’ora o, a seconda delle esigenze, anche un’ora.

L’ideale è attendere dopo l’orario di ingresso di scuole e uffici, in modo che ci siano meno persone per strada. La mattina è anche l’orario migliore per portare il cane al parco, in quanto i suoi sensi sono più sensibili: lascialo libero di esplorare e annusare in giro e approfittane per giocare insieme a lui.

2. Portare fuori il cane nel primo pomeriggio

La fascia pomeridiana compresa tra le 12 e le 14 andrebbe evitata, soprattutto in estate e nelle giornate più calde. In generale, quando fa caldo è meglio prevedere delle passeggiate più brevi, soprattutto per i cani brachicefali o quelli più anziani che rischierebbero un pericoloso colpo di calore.

Se sei costretto a portare fuori il tuo cane nel pomeriggio, scegli un percorso il più possibile all’ombra e non restare fuori troppo a lungo: un quarto d’ora a spasso è più che sufficiente.

Potrebbe interessarti anche >>> Starnuto inverso nel cane: che cos’è, da dove proviene e come affrontarlo

perchè adottare un cane

3. Gli orari migliori per portare il cane a spasso nel tardo pomeriggio

Il tardo pomeriggio è un momento ancora poco consono alla passeggiata del cane, perchè ci sono ancora in giro molte automobili e persone e di conseguenza il traffico è caotico e rumoroso.

La passeggiata dovrebbe essere un momento di svago e relax per il cane, ma il tardo pomeriggio non è la fascia oraria più tranquilla della giornata: per cui, se proprio non è possibile fare altrimenti, è meglio scegliere una zona tranquilla per una passeggiata di 30/60 minuti, mentre se c’è troppa gente in giro è meglio prevedere un giro di 15/30 minuti al massimo.

4. Portare il cane a spasso di sera

La sera è un buon momento per godersi una passeggiata tranquilla insieme al cane, prima di andare a dormire. Per aiutare il tuo amico a quattro zampe a rilassarsi a fine giornata, scegli una passeggiata calma e senza fretta.
Se possibile, fai rientrare in questo momento anche dei giochi e degli esercizi per permettere al cane di bruciare energie e calorie in eccesso accumulate nel corso della giornata.

Consigli utili e domande frequenti sulla passeggiata con il cane

cane a spasso senza guizaglio
 

Quante volte bisogna portare il cane fuori? Non c’è un orario preciso, ma il numero minimo è due volte al giorno.
> A che età si può portare a spasso un cucciolo? Sarà il veterinario a comunicare quando potrai portare fuori il cucciolo per la prima volta.
> Se il cane mangia le feci o la pipì corre pericoli? In teoria, se il cane è regolarmente vaccinato non corre alcun pericolo. In ogni caso, non sgridare il cane se annusa o lecca feci e pipì di altri cani: per lui è un comportamento istintivo.
> Come fare se il cane tira al guinzaglio? Se il tuo cane non ha ancora imparato a non tirare al guinzaglio, usa una pettorina anti-tiro e non usare mai un collare a strozzo.
> Dove portare il cane a passeggio? L’ideale è scegliere un parco o una zona tranquilla in città. Se vivi in campagna, al mare o in montagna non hai che l’imbarazzo della scelta.
> Che cosa succede se non porto fuori il cane? Il cane che non va a passeggio rischia problemi legati all’igiene e alla sedentarietà, ma anche alla scarsa stimolazione sia fisica che mentale.
> Bisogna portare il cane a spasso prima o dopo i pasti? La scelta migliore è fare la passeggiata prima di mangiare, per evitare problemi di salute gravi come la torsione dello stomaco.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI