Home Cani Salute dei Cani Cani di taglia media da 0 a 12 mesi: gestione e cura

Cani di taglia media da 0 a 12 mesi: gestione e cura

Cani di taglia media da 0 a 12 mesi: imparare a gestire e curare il cane in base alla corporatura. Vediamo come prendersi cura di Fido.

addestramento cani
(Foto AdobeStock)

Quando ci sentiamo finalmente pronti a soddisfare il nostro desiderio di adottare o comprare un cane, subentrano le prime perplessità sul tipo di cane e principalmente su quale razze far ricadere la mostra scelta.

A meno che non sogniamo da sempre una razza in particolare, la scelta verrà effettuata tenendo presente del tempo che si ha a disposizione ma soprattutto considerando in particolar modo gli spazi a disposizione.

Vivere in un appartamento comporta una riduzione degli spazi, principalmente esterni, per cui prendere in casa un cane di taglia grande diventa abbastanza impegnativo.

Ragion per cui è molto facile che la scelta ricadrà su di un cane di taglia media o se non addirittura piccola. Vediamo come gestire e curare i cani di taglia media da 0 a 12 mesi.

Cani di taglia media

Elenco delle razze di cani di taglia media

cani taglia media
(Foto AdobeStock)

Quando parliamo di razze di cani di taglia media si intendono quegli esemplari che rientrano in una fascia di peso che va da 9 a 27 chilogrammi. Di seguito l’elenco delle razze di cani di taglia media:

  • Beagle;
  • Border collie;
  • Bulldog;
  • Bull terrier;
  • Cocker spaniel;
  • Collie;
  • Dalmata;
  • Husky siberiano;
  • Barboncino standard;
  • Schnauzer standard;
  • American Staffordshire Terrier;
  • Australian Cattle Dog;
  • Pastore australiano;
  • Basset Hound;
  • Springer Spaniel inglese.

Potrebbe interessarti anche:

Gestire e curare i cani di taglia media da 0-12 mesi

La scelta di adottare un cane comporta un vero e proprio impegno, sappiamo bene che l’animale domestico non è un giocattolo ed in quanto essere vivente va rispettato.

Prendere un cane o convincere i genitori a farsi prendere il cane vuol dire assumersi la responsabilità dell’animale e prendersene cura in tutto e per tutto.

L’impegno di un cane non consiste solo nel doversi giocare insieme, la parte ludico ricreativa seppur la più bella non è l’unica cosa di cui il cane necessita.

A seconda della razza che si è scelto di prendere e a seconda della fascia di età, ci sono degli impegni a cui non ci si può sottrarre.

Scopriamo come imparare a mantenere sani i cani di taglia media da 0 a 12 mesi.

Di seguito tutte le indicazioni utili alla gestione e alla cura per il benessere del tuo amico a quattro zampe:

  • Alimentazione: l’alimentazione dei cani di taglia media da 0 a 12 mesi, consiste nell’allattamento del latte della madre o con l’allattamento artificiale con un sostituto del latte per cuccioli. Successivamente a 3-4 settimane di età vengono svezzati e passati a una dieta ben bilanciata per cuccioli utile per la crescita e lo sviluppo che termina a circa 6-8 settimane di età. Per quanto riguarda il numero dei pasti, i cuccioli di taglia media dovrebbero essere nutriti con tre porzioni al giorno ed entro le 10 settimane di età scendere anche a due. Naturalmente non per tutti valgono queste regole, ogni cucciolo ha i suoi tempi per tutto, ragion per cui alcuni impiegheranno più tempo e altri meno.
  • Salute: subito dopo l’adozione per accertarsi sullo stato di salute, delle condizioni di sviluppo o ereditarie del cucciolo occorre portare il cane dal veterinario. Il medico oltre a stabilire le condizioni generali potrà aiutarci a chiarire ogni nostro dubbio sulla crescita e sulla gestione del cucciolo. Inoltre procederà come da prassi con l’esecuzione di test fecali per i parassiti, con la somministrazione dei farmaci per la sverminazione, e con le vaccinazioni del cane come da calendario. Iniziando a 6-8 settimane di età e ripetere ogni tre o quattro settimane fino a 16 settimane di età. I vaccini consistono in:
  • una combinazione di virus del cimurro, adenovirus (epatite), virus della parainfluenza e parvovirus, chiamato anche vaccino DHPP o DAPP;
  • vaccino per il virus della rabbia;
  • vaccinazioni opzionali: leptospirosi, Bordetella (tosse del canile) e malattia di Lyme nel cane.

Un altro problema frequente potrebbe essere la diarrea. Il cucciolo dopo lo svezzamento, potrebbe avere problemi di diarrea in questo caso può essere utile puoi aggiungere un integratore probiotico al cibo per aiutarlo con la formazione delle feci.

In caso contrario non è necessario alcun tipo di integratore che potrebbe al contrario creare danni alla crescita articolare e muscolare del cucciolo.

  • Sterilizzazione o castrazione: l’età ideale per effettuare l’intervento di sterilizzazione del cane non è facile stabilirla con esattezza. Alcuni studi hanno stabilito che sarebbe meglio non operare prima del primo calore del cane, per non rendere la cagnetta incontinente. È consigliabile però concordarlo con il veterinario per valutare i rischi e i vantaggi dell’operazione chirurgica. Di sicuro la sterilizzazione della femmina riduce la possibilità di tumori mammari se l’intervento viene eseguito dai 6 mesi ai 2 anni di età.
  • Giochi: nei primi mesi di vita del cucciolo, avviene la dentizione che avrà durata fino a che i denti del cane non avranno rotto le gengive. Alla nascita il cucciolo è senza denti, all’età di circa 3 settimane presenta 28 denti da latte, che poi cadranno a partire da circa 12 settimane di età. Il cambio definitivo e totale dei denti può durare fino all’8° mese di vita. Per andare incontro a questa difficile fase ed alleviare il fastidio, riducendo il rischio che sfoghino il loro istinto su mobili, scarpe e quant’altro è necessario mettere a disposizione del cucciolo snack masticativi adeguati e giocattoli per la dentizione del cucciolo.
  • Socializzazione e addestramento: la socializzazione del cucciolo avviene dal primo momento di vita con i suoi fratellini e con la madre. Successivamente una volta sottratto alla madre, quanto prima dovrà essere abituato alla socializzazione con altri animali e con le persone, poiché questo tipo di approccio lo renderà molto più socievole e meno aggressivo. cucciolo a fare regolarmente passeggiate all’aperto ti aiuterà a fornire esercizio fisico e stimolazione mentale. Per quanto riguarda l’addestramento del cucciolo, è possibile iniziare già dall’ottava settimana di età. In modo tale da potergli iniziare a insegnargli come eseguire semplici regole e come camminare al guinzaglio.

Potrebbe interessarti anche: 5 semplici modi per addestrare il cane a socializzare con altri cuccioli

I problemi di salute hanno i cani di taglia media

I problemi di salute a cui i cani di taglia media sono maggiormente predisposti possono colpire diverse parti del corpo ovvero gli occhi, la pelle, le articolazioni o il cuore.

Le malattie più comuni dei cani di taglia media possono essere:

  • prolasso della ghiandola della terza palpebra nel cane;
  • palpebra anormale nel cane;
  • ridotta produzione di lacrime;
  • glaucoma;
  • cataratta nel cane;
  • disturbi della retina;
  • rogna;
  • allergie;
  • infezioni della pelle;
  • infezioni dell’orecchio;
  • cancro della pelle;
  • displasia dell’anca o displasia del gomito del cane;
  • lussazione rotulea;
  • soffio cardiaco, generato da malattie cardiache ereditarie;
  • disfunzione renale o epatica;
  • ernia del disco;
  • calcoli vescicali.

A prescindere da tutte le malattie appena elencate, se un cane di qualsiasi taglia possa essere viene tenuto bene e trattato con tutte le cure precedentemente elencate, potrà vivere una vita sana e felice.

Per quanto riguarda la durata di vita media dei cani di taglia media può esserci di circa 12-15 anni. Questo perché tendono ad invecchiare in modo più lento rispetto alle razze di cani di grossa taglia.

Molto spesso alcune razze di cani di taglia media hanno quasi la stessa aspettativa di vita delle razze di cani di piccola taglia.

Potrebbe interessarti anche: Razze di cani di taglia media: quali sono e le loro caratteristiche

Raffaella Lauretta