Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo del Cairn Terrier: dalla toelettatura al bagnetto

Cura del pelo del Cairn Terrier: dalla toelettatura al bagnetto

Cura del pelo del Cairn Terrier e tutto ciò che riguarda l’igiene fino al bagnetto di questa vivacissima razza di cane scozzese.

cairn terrier
(Foto Pixabay)

Il Cairn Terrier è un cane da compagnia molto affettuoso, dinamico e pieno di energie che cerca di scaricare non solo all’interno della casa ma anche quando lo portate al parco.

Proprio per questo suo modo di essere e di fare non sempre torna a casa in condizioni decenti ma anzi molto spesso ci tocca ripulirlo dalla testa alle zampe.

Di questo cane è possibile apprezzare diverse colorazioni del manto, ad esempio: rosso, sabbia, grigio, pepe e sale, o quasi nero.

E per non rovinare questo suo mantello leggermente ondulato, vediamo come avere dura del Cairn Terrier dalla toelettatura al bagnetto.

Cura del pelo Cairn Terrier: toelettatura

Il Cairn Terrier è un cane di taglia piccola, ma non così piccola da introdurlo nella borsetta come un Chihuahua.

cairn terrier
(Foto Pixabay)

Si tratta di un cane di circa 6.5 kg al massimo, dal corpo muscoloso ma non tozzo, gli occhietti vispi e quasi coperti dal pelo e due orecchie a triangolo piccole e pelose.

La caratteristica di questa razza è il mantello deve essere doppio, con pelo di copertura abbondante, duro, ma non grossolano; sottopelo corto, soffice e fitto, tra l’altro resistente alle intemperie.

Per prendersi cura del Cairn Terrier è buona norma spazzolare il cane sin da cucciolo per eliminare il pelo morto ma più che altro per lasciare che l’animale inizi a familiarizzare con pettini e spazzole.

È importante anche stabilire uno orario preciso della giornata e rispettarlo, un consiglio è quello di trovare il momento in cui il cane è più stanco in modo tale da renderci il lavoro più semplice.

Anche per quanto riguarda invece l’esemplare adulto di Cairn Terrier, occorrerà effettuare la spazzolatura 2 volte a settimana.

Utilizzando una spazzola per cani con setole metalliche e punte arrotondate, ci aiuterà a rimuovere i peli morti, eliminerà lo sporco solido dalla pelliccia del cane, migliorerà la circolazione e rinvigorirà la pelle dell’animale.

Di seguito alcuni suggerimento su come spazzolare il pelo del Cairn Terrier usando la tecnica dello stripping:

lo stripping è un tipo di toelettatura che può esser fatto con le mani e/o con degli specifici coltellini, che però non devono tagliare il pelo, ma solo aiutarci a strapparlo via più facilmente.

Usare le mani fin quando possibile, sarebbe la cosa migliore, ma in alcune parti del corpo (es: zampe e coda) il coltellino potrebbe essere più di aiuto.

Potrebbe interessarti anche: Igiene del cane e gatto: oltre al bagno c’è tanto altro che possiamo fare

Il bagnetto

Per poter effettuare il bagnetto al tuo Cairn Terrier aspetta la bella stagione e soprattutto aspetta il primo vaccino.

In linea di massima non necessita di bagnetti frequenti, basteranno due bagnetti l’anno, a meno che l’animale non si sia rotolato nel fango.

È importante che vengano utilizzi solo prodotti specifici e delicati non rovinare il mantello e irritare la pelle del cane.

Di seguito alcuni consigli per lavare e prendersi cura del pelo del Cairn Terrier durante il bagno:

  • inserire dei batuffoli di cotone nelle orecchie del cane per evitare che entri acqua;
  • bagnare il mantello con acqua calda ma non caldissima, partendo dalla testa;
  • insaponare dal collo alla coda, lasciando libera la testa;
  • iniziare a sciacquare dal collo alla coda del cane;
  • utilizzare asciugamani per tamponare;
  • asciugare con il phon fino a che non risulterà totalmente asciutto.

L’igiene del Cairn Terrier

Ci sono aree del corpo ben precise del cane che dovranno essere lavate ed igienizzate almeno una volta al mese, con acqua tiepida e un batuffolo di cotone.

Queste zone sono molto delicate e hanno bisogno di un’attenzione in più, stiamo parlando delle unghie del cane da limare ogni due o tre mesi e tagliate solo da personale esperto; le orecchie che vanno pulite almeno una volta a settimana; gli occhi che vanno asciugati ogni qualvolta sono presenti lacrime che possono macchiare il pelo; e i denti che vanno spazzolati una volta a settimana almeno, per evitare malattie della bocca nel cane.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Raffaella Lauretta