Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo del Cane da pastore di Vallée: dalla toelettatura al...

Cura del pelo del Cane da pastore di Vallée: dalla toelettatura al bagnetto

Cura del pelo del Cane da pastore di Vallée: tutto quello che è utile sapere dalla toelettatura al bagnetto di questa razza.

pastore di Vallée
(Foto AdobeStock)

Se il vostro desiderio è proprio quello di adottare un Cane da pastore di Vallée, un aspetto da non sottovalutare, è proprio la toelettatura del suo pelo.

Trattandosi di una razza molto particolare proprio per il mantello che mostra, è importante conoscere preventivamente la tipologia e sapere prima del suo arrivo, come prendervi cura del suo mantello.

In questo articolo, andremo infatti, a descrivere proprio come avere cura del pelo del Cane da pastore di Vallée.

La cura del pelo del Cane da pastore di Vallée: tipo di pelo

Come dicevamo, la caratteristica principale del Cane da pastore di Vallée, è proprio il suo mantello, motivo per cui a tanti piace, questa razza.

spazzola
(Foto AdobeStock)

Il Cane da pastore di Vallée è un cane di taglia media che misura circa 43-52 cm e pesa tra i 13 e i 17 kg, con una corporatura robusta e ben proporzionata.

Il pelo del cane da pastore di Vallée è lungo, spesso, villoso e grosso; mentre il sottopelo è morbido e spesso.

Sulla testa scendono dei lunghi peli che coprono gli occhi in modo caratteristico. Sono ammessi tutti i colori e le macchie.

Potrebbe interessarti anche:Alimentazione del Cane da pastore di Vallée: dosi, frequenza pasti e cibi

La spazzolatura e le spazzole adatte

Per poter avere accanto un Cane da pastore di Vallée sempre ben curato, occorre effettuare una toelettatura approfondita circa un paio di volte la settimana e mantenere un ritmo giornaliero di spazzolature.

Ciò è necessario, affinché non si formino nodi e non si annidino parassiti e insetti. La perdita di pelo è moderata ed aumenta leggermente nei periodi di muta del cane.

Le spazzole adatte a questo tipo di pelo sono:

  • spazzole a setole, non dolorose ma poco efficienti. Per cani con pelo lungo è preferibile utilizzare quelle con setole più larghe;
  • cardatori, spazzole a denti stretti in metallo per togliere il pelo morto soprattutto per cani con pelo lungo di taglia grande;
  • rastrello per sottopelo: la differenza che caratterizza questa spazzola per cani dalle altre riguarda la posizione dei dentini. Infatti, in questa tipologia di prodotto i denti sono molto vicini tra loro e stretti. Questo consente di andare ad agire sul sottopelo per rimuovere peli morti ed evitare che le pulci possano attaccarsi.

Potrebbe interessarti anche:Curiosità sul Cane da pastore di Vallée: tutto ciò che occorre sapere

Il bagnetto del Cane da pastore di Vallée

In generale, per poter fare il bagnetto al cane occorre aspettare che il vostro cucciolo abbia terminato il primo ciclo di vaccinazioni e sia terminato il periodo di allattamento, più o meno si tratta di aspettare all’incirca 3 mesi di età.

Dopodiché il bagnetto al cane potrà essere effettuato ogni qualvolta l’animale appare piuttosto sporco, ma senza esagerare con i bagnetti.

Tuttavia, oltre al bagnetto, per avere cura del Cane da pastore di Vallée è importante fare attenzione all’igiene del corpo. In particolare parliamo di aree del corpo quali, unghie, occhi, orecchie e bocca del cane.

Le zampe sono le parti più in contatto con l’esterno e dopo ogni passeggiata sarebbe buona cosa lavarle. Anche le unghie vanno tenute sotto controllo e se necessario tagliarle.

La stessa attenzione occorre averla per la pulizia delle orecchie del cane. Da questa operazione dipende la salute dell’apparato uditivo dell’animale.

Le sue orecchie sono una zona particolarmente delicata, esposta agli agenti esterni, nella quale tendono ad accumularsi sporcizia e batteri con gran facilità.

Procurarsi una garza sterile, leggermente bagnata con della soluzione detergente, per pulire le orecchie può aiutare a scongiurare eventuali patologie dei cani.

Lo stesso è possibile fare per la pulizia degli occhi del cane, utilizzando due garze, una per ogni occhio, imbevute di acqua o di soluzione oculare sterile e procedere delicatamente.

Anche la pulizia dei denti è importante ed è semplice grazie all’utilizzo di uno spazzolino a setole morbide e un dentifricio per cani. L’operazione dovrebbe avvenire almeno un paio di volte a settimana.