Home Cani Salute dei Cani Inverno, freddo e temperature rigide: cosa c’è da sapere sui geloni del...

Inverno, freddo e temperature rigide: cosa c’è da sapere sui geloni del cane

CONDIVIDI

Con l’abbassamento delle temperature nelle zone più fredde o sulle montagne innevate è importante che le zampe di Fido siano controllate e protette: ecco come prevenire e curare i geloni del cane.

cane geloni
Il cane e le basse temperature (Foto fonte Pixabay)

I geloni rappresentano un rischio concreto per il cane che vive in una zona particolarmente fredda o durante le gite fuori porta sulle montagne innevate o, in generale, in inverno.

Con l’arrivo delle basse temperature infatti molti proprietari sottovalutano il pericolo di problemi a cui possono andare incontro i cuscinetti delle zampe di Fido semplicemente perché pensano che essendo ricoperte di pelliccia sono protette naturalmente. Non è così.

Prevenzione, sintomi e cura dei geloni del cane

cane geloni
Come prevenire e curare i geloni del cane (Foto fonte Pixabay)

Come detto le temperature rigide e il suolo ghiacciato o innevato possono creare problemi alle zampe di Fido ma anche alle altre estremità del suo corpo; le orecchie e la coda.

Quando il cane calpesta superfici bagnate o innevate la peluria che circonda i cuscinetti si inumidisce e, mentre continua la sua passeggiata, l’acqua che ha bagnato i peli si congela a seguito delle basse temperature creando una sorta di piccoli aghi ghiacciati tra le falangi. Questo provoca fastidio e dolore a Fido.

Ma come si creano i geloni? La pelle dei cuscinetti delle zampe del cane a contatto con queste superfici si screpola fino a sanguinare, poi si creano spaccature nei polpastrelli e col tempo queste diventano geloni, ossia piaghe.

Sintomi e cure dei geloni del cane

Ti accorgerai che Fido ha questo tipo di problema se avrà uno o più dei seguenti sintomi:

  • epidermide fredda;
  • epidermide insensibile;
  • pelle di colore nera o bluastra;
  • desquamazione;
  • infiammazione;
  • rigonfiamento;
  • dolore acuto al tatto.

Quindi dovrai agire tempestivamente per curare il tuo amato amico a quattro zampe. Ecco cosa devi fare:

  • tieni al caldo il cane;
  • copri la zona ferita con un asciugamano tiepido;
  • fai impacchi con acqua calda, ma non bollente (temperatura di circa 40°);
  • quando vedi che la parte del corpo comincia a riprendere la sua colorazione normale, asciuga con delicatezza e benda;
  • se non vedi significativi miglioramenti dovrai portare Fido dal veterinario.

La prevenzione

Per evitare i dolorosi problemi appena descritti dovrai ispezionare e monitorare e pulire le zampe di Fido frequentemente o comunque ogni volta che rientrate dalla passeggiata. I geloni a volte si formano soltanto qualche giorno dopo l’evento.

Potrai inoltre applicare un balsamo nutriente sui cuscinetti e far indossare al cane delle scarpette protettive che tengono al riparo i polpastrelli di Fido.

Potrebbe interessarti anche: 

S.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI