Home Cani Salute dei Cani Glicogenosi nel cane: sintomi, cause e trattamento

Glicogenosi nel cane: sintomi, cause e trattamento

Glicogenosi nel cane: una malattia ereditaria che può colpire anche Fido. Ecco quali sono i sintomi da non sottovalutare.

glicogenosi nel cane
(Foto Pixabay)

I nostri amici a quattro zampe, proprio come noi, possono soffrire di varie malattie, tra cui quelle genetiche. La glicogenosi è una delle patologie ereditarie che possono colpire sia noi umani che gli animali.

In questo articolo vedremo quali sono le cause di tale patologia, quali sono i sintomi che possiamo riscontrare in un cane che soffre di glicogenosi e cosa possiamo fare per aiutarlo.

Glicogenosi nel cane: cause e sintomi

Il glicogeno è una delle molecole più importanti dell’organismo di un cane.

cane triste
(Foto Adobe Stock)

Questa molecola, grazie ad un enzima chiamato glucosio-6-fosfatasi, viene trasformato in glucosio, il quale viene trasformato dall’organismo di Fido in energia.

Può capitare, anche se raramente, che alcuni cuccioli di cane presentino una carenza di questo enzima, presentando così un accumulo di glicogeno, il quale causa di conseguenza un’ipoglicemia cronica nel cane.

Inoltre tale disturbo causa danni anche al fegato e ai reni e porta il nostro amico peloso ad una morte precoce. Infatti solitamente i cani che soffrono di glicogenosi non superano i 4 mesi di vita.

I sintomi principali della glicogenosi nel cane sono:

A seconda del tipo di tale disturbo, ci sono altri sintomi che possono presentarsi nel nostro amico peloso. Inoltre ci sono alcune razze di cane che sono più predisposte a soffrire di tale patologia a secondo del tipo:

Potrebbe interessarti anche: Malnutrizione nel cane: come cambiare il suo regime alimentare per evitare malattie

Glicogenosi nel cane: diagnosi e trattamento

Nel caso in cui il cucciolo di cane non aumenti di peso e presenti mancanza di forze, è opportuno contattare il veterinario.

cane dal veterinario
(Foto Pinterest)

Quest’ultimo per diagnosticare la glicogenosi nel nostro amico a quattro zampe inizierà ad effettuare alcune analisi come l’analisi del sangue e delle urine, per escludere altre patologie, come: mucopolisaccaridosi, epatite e diabete.

Nel caso in cui lo specialista sospetti la presenza di glicogenosi nel nostro amico a quattro zampe, potrà effettuare un test genetico che diagnosticherà tale condizione.

Potrebbe interessarti anche: Le malattie gastrointestinali del cane: sintomi e rimedi

Purtroppo non esiste un trattamento per tale patologia, infatti i cani che soffrono di glicogenosi non superano il primo anno di vita. L’unica cosa che il veterinario potrà fare, è correggere l’ipoglicemia nel cane.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.