Home Cani Salute dei Cani Malattie più comuni del Boerboel: quali sono e cosa sapere

Malattie più comuni del Boerboel: quali sono e cosa sapere

Conoscete tutte le malattie più comuni che colpiscono il Boerboel? Ecco una panoramica per prevenirle e proteggere la sua salute.

Malattie più comuni del Boerboel
(Foto Pixabay)

La salute del tuo cane ti sta molto a cuore? Certo, per questo è importante conoscere in anticipo tutte le malattie più comuni del Boerboel. Con quali sintomi si presentano e, soprattutto, esiste una cura e un modo per prevenirle? Tutto questo nel prossimo articolo.

Boerboel: un vero Molosso

Fiero e resistente: così appare il Boerboel anche a chi lo vede per la prima volta. Il suo fisico imponente e robusto gli ha fatto guadagnare a maggior ragione il titolo di ‘leone d’Africa’.

Adottare un Boerboel
(Foto AdobeStock)

Solitamente ha una buona salute e la sua aspettativa di vita si aggira intorno agli 8-10 anni. A colpire sono soprattutto i suoi muscoli, che gli consentono di essere un ottimo cane da guardia.

In passato le sue qualità da combattente sono state messe in mostra proprio nei confronti di uno degli animali più temuti in natura, il leone. Pare infatti che questo esemplare di Molossoide venisse utilizzato proprio per combattere contro il Re della savana.

Malattie più comuni del Boerboel: quali sono

Sebbene grande e grosso, può avere dei problemi che minacciano il suo stato di salute e la sua qualità di vita. Per questo è importante saperne di più e capire quali sono i campanelli d’allarme sulla sua salute.

Cura del pelo del Boerboel
(Foto Pixabay)

Malattie genetiche del Boerboel

Purtroppo non sempre il cane che ci appare sano e in forma nasce effettivamente senza alcun problema fisico: è proprio il caso delle malattie genetiche che colpiscono frequentemente gli esemplari di questa razza. Nel caso del Boerboel si tratta appunto di:

  • malattie genetiche oculari,
  • malattie genetiche renali,
  • cardiomiopatia dilatativa genetica.

Potrebbe interessarti anche: Ecco perché dovresti assolutamente adottare un Boerboel

Problemi alle ossa

Il Boerboel può soffrire soprattutto di displasia del gomito e della sindrome di Wobbler. Se nel caso delle malattie genetiche vi è ‘ben poco da fare’ nel caso delle malattie congenite come queste, il cane può manifestarle sicuramente con un’andatura anomala, dolori cervicali e mancanza di coordinazione.

Le cause possono essere di natura traumatica o anche legate al cibo (ad esempio un’alimentazione troppo ricca di calcio, fosforo e proteine). Oltre all’utilizzo di protesi e strutture di stabilizzazione vertebrale, vi è anche la possibilità di interventi chirurgici, seguito da un periodo di fisioterapia.

Altre malattie: l’iperplasia vaginale

Infine il Boerboel potrebbe andare incontro a una iperplasia vaginale, che si differenzia dal prolasso vaginale per la quantità di tessuto edematoso che fuoriesce dalla vagina (solo parziale nel caso dell’iperplasia).

Alimentazione del Boerboel
(Foto Pixabay)

In pratica si potrà vedere sporgere dalla vulva del tessuto prolassato, che può creare raramente complicazioni urinarie, ma anche difficoltà nell’accoppiamento. In alcuni casi i veterinari consigliano la rimozione di questo tessuto con un’operazione chirurgica.

Potrebbe interessarti anche: Come si cura il pelo del Boerboel? Tutto quello che c’è da sapere

L’epilessia

Il rischio di epilessia canina nel Boerboel è molto alto purtroppo: nella medicina veterinaria, essa viene considerata la patologia neurologica cronica più comune nei cani, che si manifesta appunto con le crisi convulsive.

Non esistono cure specifiche, ma ci sono dei farmaci cosiddetti ‘salvagente’, che aiuta a frenare la crisi sul nascere e che dà il tempo al proprietario di contattare il veterinario.

L’obesità

Infine ma non per questo meno importante, trattandosi di un cane molto goloso è importante dare attenzione all’alimentazione del Boerboel, per evitare che possa mangiare troppo e correre il rischio di sovrappeso.

Fare attività fisica all’aria aperta sicuramente lo aiuterò a tenere lontano il rischio di obesità canina, che non è assolutamente solo un fattore estetico ma coinvolge inevitabilmente anche gli organi interni.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Antonio D’Agostino