Home Cani Salute dei Cani Mucocele salivare nel cane: cause, sintomi e trattamento

Mucocele salivare nel cane: cause, sintomi e trattamento

Le ghiandole salivari del tuo amico a quattro zampe sono gonfie? Ecco cos’è il mucocele salivare nel cane e come bisogna trattarlo.

mucocele salivare cane
(Foto Pexels)

Osservare il proprio amico a quattro zampe è un modo per poter percepire quando quest’ultimo non è in perfetta forma. Quando il nostro amico peloso inizia a tossire e presenta un gonfiore sotto il collo o la mascella, potrebbe soffrire di uno dei più comuni disturbi salivari che possono colpire Fido.

Vediamo nel seguente articolo cos’è il mucocele salivare nel cane, da cosa viene causato e soprattutto quali sono gli altri sintomi da non sottovalutare.

Ghiandole salivari gonfie nel cane: cause e sintomi

Il mucocele salivare o sialocele, si manifesta quando la saliva fuoriesce dal dotto o dalle ghiandole salivari lesionate del cane e si accumula nei tessuti circostanti.

collare cane
(Foto Pexels)

In linea generale i mucoceli non sono dolorosi, tuttavia se è presente un’infezione batterica secondaria, potrebbero causare dolore al nostro amico a quattro zampe.

A seconda della posizione dove si trovi il gonfiore, esistono 4 tipi di mucocele nel cane:

  • Mucocele sublinguale: conosciuto anche come ranula mucocele, quando il gonfiore si presenta sotto la lingua;
  • Mucocele faringeo: quando il gonfiore è presente nella faringe;
  • Mucocele zigomatico: quando l’accumulo salivare è presente intorno all’occhio (condizione rara);
  • Mucocele cervicale: quando il gonfiore è presente sotto la mascella e nella parte alta del collo di Fido, tale condizione è la più comune.

Il sialocele si presenta principalmente quando le ghiandole salivari o il dotto salivare subiscono una lesione. Alcune cause di tale lesioni possono essere:

  • Ferite causate da un morso
  • Estensione eccessiva del collo
  • Utilizzo di collari a strozzo
  • Masticare oggetti appuntiti

Inoltre, ci sono alcune razze di cani predisposte a soffrire di tale disturbo:

I principali sintomi da osservare e non sottovalutare, oltre al gonfiore che si presenta nella zona del corpo colpita, sono:

  • Difficoltà nel deglutire
  • Difficoltà respiratorie
  • Presenza di sangue nella saliva
  • Febbre (in caso di presenza di un’infezione batterica)

Potrebbe interessarti anche: La saliva del cane può essere curativa: lo studio

Mucocele salivare nel cane: diagnosi e trattamento

In primo luogo, il veterinario effettuerà un esame fisico al nostro amico a quattro zampe. Inizierà a palpare il collo e la mascella del cane per diagnosticare il mucocele salivare.

cane collare elisabettiano
(Foto Pixabay)

Tuttavia la diagnosi viene confermata grazie da un altro tipo di analisi, l’agoaspirato, ossia il prelievo con un ago di un campione del liquido presente nella massa. Tale liquido viene esaminato per poter escludere altre eventuali cause di gonfiore come un cancro o un ascesso.

Il principale trattamento del mucocele salivare nel cane, è l’operazione chirurgica. Quest’ultima consiste nell’asportare le ghiandole salivari interessate.

Potrebbe interessarti anche: Guancia gonfia nel cane: cause, sintomi, cura e prevenzione per fido

Dopo l’operazione, il cane dovrà utilizzare un collare elisabettiano per evitare che si graffi nelle zone incise. Inoltre lo specialista potrebbe prescrivere al nostro amico peloso antidolorifici per il dolore e antibiotici.