Home Cani Salute dei Cani Parto cesareo nella cagna: quando è necessario, come funziona e consigli post-partum-VIDEO

Parto cesareo nella cagna: quando è necessario, come funziona e consigli post-partum-VIDEO

Quando è necessario effettuare un parto cesareo nella cagna e in cosa consiste questa operazione chirurgica? Quali sono i rischi e i consigli del post-parto.

Parto cesareo nella cagna
(Foto AdobeStock)

La decisione di effettuare un parto cesareo nella cagna può essere sia programmata, quando ci si trova davanti a determinate razze, oppure d’emergenza perché qualcosa nel parto fisiologico è andata o sta andando ‘storto’. Vediamo quali sono le condizioni di un parto cesareo d’urgenza, quali rischi si vogliono evitare per la salute dei feti e della mamma e tutti i migliori consigli per accudire l’animale dopo che ha partorito.

Che cos’è un cesareo: in che consiste questa operazione

Si tratta appunto di un’operazione chirurgica delicata, che prende il nome dal verbo latino ‘caedo’ ovvero ‘tagliare’. Prima di effettuare il taglio, all’animale viene praticata un’anestesia durante la quale però i feti devono essere velocemente portati ‘fuori’.

Cuccioli di cane
(Foto Pixabay)

La ferita viene poi ricucita con uno speciale filo che si riassorbe, in modo che la cicatrice sia meno visibile possibile ma soprattutto che il dolore dell’operazione sia minimo da sopportare per la cagna.

Solo il veterinario che ha seguito la gestazione della cagna può essere in grado di decidere se e quando preferire il cesareo ad un parto naturale, sebbene in alcune circostanze, sia quasi ‘naturale’ optare per l’alternativa chirurgica: vediamo in quali occasioni.

Parto cesareo nella cagna: i fattori (e i rischi) che conducono a questa scelta

La scelta di effettuare un cesareo dipende da una serie di fattori: ciascuno di essi potrebbe condurre ad una serie di problematiche e rischi che potrebbero mettere in pericolo non solo la salute dei feti ma anche quella di mamma cagna.

Questione di razza

In alcune razze il cesareo appare come una scelta quasi ‘obbligata’: questo perché un parto fisiologico potrebbe mettere in pericolo la vita della mamma e dei feti. In particolare si tratta di razze brachicefale, come Bulldog o Boxer, ma anche di taglia piccola come i Chihuahua.

Quando il parto fisiologico sta andando male

Può anche accadere che la cagna si avvii a partorire naturalmente, ma nel corso dell’evento qualcosa va storto e rischia di mettere in pericolo la salute dei feti e della cagna. Ad esempio:

  • il cucciolo si è incanalato ma è troppo grande di dimensioni e non riesce a passare;
  • una precedente frattura di bacino della madre non consente la dilatazione del canale;
  • la madre è troppo stanca per continuare a ‘spingere’.

Quando il feto è unico

Se a nascere è un solo cucciolo, non è tutto più semplice come si potrebbe credere. In realtà può capitare che non vi sia uno stimolo ormonale abbastanza forte. Non a caso infatti si opta spesso per un cesareo programmato, in base ai risultati del monitoraggio continuo della gestazione.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione del cane: da cucciolo, adulto, anziano e in gravidanza

Parto cesareo nella cagna: programmato o d’urgenza?

Il parto cesareo d’urgenza, come dice appunto la parola, è un’operazione che si rende necessaria al momento e che prima non era prevista. Ma in alcune circostanze il veterinario può scegliere di programmare il parto con questa operazione chirurgica, perché ci sono alcuni fattori che lo rendono altamente ‘consigliabile’:

Fido a terra
(Foto Pixabay)
  • distocia fetale (difficoltà di espellere i feti),
  • malformazioni vaginali,
  • razze brachicefale,
  • presenza di infezioni a livello locale,
  • età avanzata della cagna,
  • numero di feti elevato o singolo feto.

Nel caso di un parto cesareo d’urgenza le cause che lo rendono necessario sono sostanzialmente di due tipi: materne o fetali. Nel primo caso è la mamma ad avere problemi di diversa natura (al bacino, carenza di calcio, assenza di contrazioni etc.); nel secondo invece il feto potrebbe essere unico, essersi posizionato male o avere delle malformazioni importanti che impediscono un parto naturale.

Se vuoi sapere come si svolge il parto cesareo nella cagna e i consigli per il post-partum, clicca su Successivo: