Home Cani Salute dei Cani Shock anafilattico nel cane: causa, sintomi e trattamento

Shock anafilattico nel cane: causa, sintomi e trattamento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:32
CONDIVIDI

Shock anafilattico nel cane. La prima regola è agire rapidamente. Ecco perché in questo articolo cercheremo di spiegare da cosa può essere causato e come aiutare Fido.

Lo shock anafilattico nel cane è una reazione allergica grave ad una sostanza estranea,(Foto Pixabay)

Lo shock anafilattico nel cane è una reazione allergica grave ad una sostanza estranea, chiamata allergene, e, se non trattata rapidamente, può essere fatale. Lo shock anafilattico nel cane è un’emergenza veterinaria che richiederà un’azione rapida, onde evitare che abbia conseguenze irreparabili per il nostro amico a quattro zampe.

Causa dello shock anafilattico nel cane

piodermite nel cane
A volte il cane può ricevere più di una puntura e avere una reazione importante,.(Foto Pixabay)

Esistono varie sostanze in grado di provocare uno shock anafilattico nel cane. Tuttavia, ci sono cose che di solito danno loro allergia e sono le più comuni punture di insetti. A volte il cane può ricevere più di una puntura e avere una reazione importante, che porta allo shock anafilattico.

In primo luogo ciò che si verifica è l’anafilassi, ossia quando il corpo reagisce e può essere lieve, mentre se continua a crescere, degenera in shock anafilattico, mettendo a rischio la vita dell’animale, in quanto può influenzare i suoi organi, il sistema digestivo o respiratorio del cane.

Questo è uno stato che il cane non dovrebbe raggiungere, quindi è meglio sapere come riconoscere una semplice reazione allergica prima di raggiungere lo shock. Ci sono animali allergici a molti fattori e più sensibili alle punture di insetti o persino ad alcuni alimenti.

Ovviamente, la situazione può essere aggravata se vengono ripetutamente esposte, ovvero se una semplice puntura provoca al cane una reazione, molte possono portare a shock, quindi in linea di principio dobbiamo identificare questi rischi ed evitarli.

Ecco alcuni esempi di principali cause che possono generare shock anafilattico nel cane:

  • allergie alle punture, come se il tuo cane è stato punto da una vespa o un’ape, ecc;
  • reazioni a farmaci e vaccini, come la penicillina;
  • assunzione di sostanze velenose o alimenti non adatti ai cani a causa della loro tossicità, come l’uva.

Sintomi dello shock anafilattico nel cane

massaggio alla testa cane
Diverse possono essere le cause dello shock come diversi possono essere i sintomi. (Foto Pexels)

I cani di solito hanno alcuni dei sintomi che andremo ad elencare, anche se dobbiamo tenere presente che non devono averli tutti e che non tutti i cani li subiscono allo stesso modo. In generale, prima delle punture di insetti, vedremo rapidamente un grande gonfiore della zona, quindi dobbiamo andare rapidamente dal veterinario.

Altre volte, in cui l’allergia può essere causata da altre cose, come il cibo, è più difficile vederlo, ma ci sono alcuni sintomi generali di shock, come i seguenti:

  • orticaria e prurito;
  • ipersalivazione;
  • debolezza;
  • improvvisa defecazione e minzione che non puoi controllare;
  • diarrea del cane;
  • gengive pallide;
  • apatia o il contrario, eccessiva agitazione;
  • tachicardia;
  • difficoltà respiratorie;
  • freddo alle estremità;
  • convulsioni o crampi;
  • vomito nel cane.

Se non viene trattato in tempo, può degenerare in coma e poi morte.

Diagnosi e trattamento dello shock anafilattico nel cane

cane a visita
Lo shock anafilattico nei cani provoca sempre la morte se non trattato in tempo..(Foto iStock)

Il cane deve essere immediatamente trasferito in una clinica veterinaria. Il trattamento per recuperare un cane che soffre di shock anafilattico. Pertanto è essenziale andare al centro veterinario più vicino. Al cane dovrà essere somministrata l’adrenalina.

Questo farmaco, ricoprire il ruolo di antidoto per le reazioni allergiche. Può essere somministrato per iniezione sottocutanea, da uno esperto, anche se di solito viene somministrata per via endovenosa per poi iniziare successivamente anche una terapia fluida, per reidratare l’animale.

A seconda del caso, è possibile che il veterinario usi anche ossigeno, antistaminici o corticosteroidi. Lo shock anafilattico nei cani provoca sempre la morte se non trattato in tempo. Quindi reagisci non appena vedi i sintomi, non lasciarlo passare. È l’unico modo per salvare la vita del tuo migliore amico.

Prevenzione

Veterinario
Di certo non riusciremo a prevedere tutti i pericoli ed eliminarli ma alcune situazioni possiamo evitarle.(Foto Pixabay)

Lo shock anafilattico è una situazione grave e rappresenta un pericolo per la vita del cane. Di certo non riusciremo a prevedere tutti i pericoli ed eliminarli ma alcune situazioni possiamo evitarle, ad esempio:

  • Anche se lo hai già somministrato altre volte al cane, non somministrare mai al cane alcun farmaco che non sia stato prescritto dal veterinario prima o ad una dose o un programma di somministrazione diversi da quelli raccomandati da lui.
  • Cercare di evitare che il cane giochi con insetti o rimanga vicino ad alveari o calabroni.
  • Vaccinare il cane sempre in strutture dotate di tutto il necessario per stabilizzarlo.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI