Home Curiosita 10 Odori che i gatti non sopportano: ecco quali sono

10 Odori che i gatti non sopportano: ecco quali sono

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:18
CONDIVIDI

Alcuni profumi possono infastidire i nostri amati felini, dal cibo ai prodotti usati in casa. Vediamo insieme 10 odori che i gatti non sopportano affatto.

odori che i gatti non sopportano
10 Odori che i gatti non sopportano: ecco quali sono (Foto Adobe Stock)

E’ risaputo che l’olfatto dei gatti è 14 volte più sviluppato di quello dell’essere umano. Proprio per questo motivo percepiscono profumi già da lontano che a volte l’uomo non percepisce affatto.

Ma proprio come l’essere umano, i gatti alcuni profumi li amano e altri li odiano. Vediamo insieme 10 odori che i gatti non sopportano affatto.

Potrebbe interessarti anche: 11 Odori che piacciono ai gatti: ecco quali sono

Odori che i gatti non sopportano: 10 profumi

perché il gatto non sopporta l'odore degli agrumi
Perché il gatto non sopporta l’odore degli agrumi? Scopriamolo

Odori degli agrumi

I gatti non sopportano l’odore degli agrumi, infatti non si avvicinano mai a limoni o arance. Inoltre l’olio essenziale di questi frutti viene spesso usato nei giardini, proprio per allontanare eventuali gatti randagi, per evitare che distruggano le piante.

Pesce andato a male

I gatti amano il pesce, ma proprio come gli uomini non amano affatto quello andato a male. Inoltre nel caso in cui il vostro amico peloso mangi del pesce andato a male, potrebbe presentare un’intossicazione alimentare o potrebbe ammalarsi.

Banana

La banana non solo è un frutto che il felino non mangerebbe mai, in quanto potrebbe provocargli diarrea, ma il suo odore è un vero e proprio repellente per i gatti. Se non ci credete, provate a strofinare la buccia di una banana sul divano o lasciatela lì per qualche giorni e vedrete che il felino non si avvicinerà.

Spezie e pepe

Un altro odore che i gatti non sopportano, e nemmeno il loro sapore, è il profumo delle spezie e del pepe. Molte persone spolverano quest’ultimo addirittura sulle piante per non far avvicinare i felini. Inoltre se per sbaglio il vostro micio mangia qualche spezia o il pepe il gatto potrebbe avere vomito e diarrea.

Pino

Alcune sabbie per la lettiera del gatto presentano l’odore del pino, anche se questo potrebbe sembrare efficace, questo tipo di odore può dar fastidio al micio. Ciò porterebbe il gatto a fare i bisogni fuori dalla lettiera.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto fa i bisogni su letto o divano: cause e rimedi

Alcune piante

piante fiori gatto
Piante e fiori da gatto (Foto Pexels)

Ai gatti piacciono molto le piante, proprio per questo chi possiede un giardino è sempre alla ricerca di qualche prodotto naturale per allontanare i felini. Ciò nonostante certi odori sprigionati da alcune piante possono davvero dare fastidio a micio, come per esempio il geranio o il limone. Inoltre esistono alcune piante che sono davvero tossiche per il gatto, quindi fate attenzione!

Eucalipto

L’eucalipto è una pianta molto amata dai Koala, ma il suo odore risulta sgradevole per il gatto, in quanto è troppo forte e intenso. Per questo motivo è consigliato evitare di usare profumi per l’ambiente all’eucalipto se convivete con un felino.

Sabbia della lettiera sporca

E’ risaputo che i gatti sono animali molto puliti, quindi è naturale che non amino l’odore sgradevole della lettiera sporca, d’altronde chi userebbe un bagno sporco. Per questo motivo se volete che micio non faccia i bisogni dappertutto assicuratevi che la sua lettiera sia abbastanza pulita.

Sapone e deodoranti

I gatti sono molto sensibili agli odori forti e chimici, per questo possono facilmente allontanarsi dalle stanze o addirittura dalle loro ciotole se pulite con detersivi non adatti. Per questo motivo è importante fare attenzione ai prodotti utilizzati per la pulizia degli oggetti di micio e della casa.

Odore di altri gatti

Chi convive con un gatto sa perfettamente che quest’ultimo è un animale molto territoriale. Per questo motivo il felino non ama l’odore di altri gatti. E’ importante sottolineare che questo ”rifiuto” avviene solo nel caso in cui l’altro gatto è un estraneo e non se è un suo amico di avventure.

Marianna Durante