Home Cani 12 cani con disabilità che ci hanno dato una lezione di vita

12 cani con disabilità che ci hanno dato una lezione di vita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:51
CONDIVIDI

Crescere vuol dire imparare ogni giorno qualcosa di nuovo e che ci migliori come esseri umani: i cani con disabilità hanno molto da darci, in questo senso.

cani con disabilità
Cani con disabilità: storie che fanno crescere (Screenshot Instagram)

In passato, la maggior parte delle persone aveva la brutta e ostinata convinzione che le persone con una disabilità fossero diverse dalle altre, cosiddette “normodotate”, in senso negativo. La stessa parola “diverso” era, infatti, utilizzata nel suo significato più dispregiativo.

Nell’antichità, i saggi anziani convincevano il resto del loro popolo a bandire dalle città tutti coloro che avessero qualche tipo di handicap e malformazione, sia che ci fossero nati sia che l’avessero acquisita durante la vita, per via di un incidente. Non importava che persone fossero, bisognose, anziane, bambini, uomini buoni, padri di famiglia: erano stati maledetti dalle loro divinità e per questo non meritavano più di vivere tra la gente “comune”. E dal momento che l’idea della gente era formata, appunto, sul giudizio del saggio, tutti facevano quello che egli diceva, credendo di essere nel giusto.

Le persone con disabilità, da allora, furono incredibilmente discriminate. Nessuno poteva farci niente; nessuno voleva farci niente, perché se “Dio voleva così”, un motivo doveva pur esserci.

Con il cristianesimo e altre religioni un po’ più innovative, le convinzioni popolari cominciarono a cambiare traiettoria, ma ancora oggi siamo molto lontani dal riuscire a comprendere la verità: ossia che dalle persone con disabilità possiamo imparare tanto.

Poiché la nostra rivista non parla di persone, ma di animali, abbiamo raccolto le storie di dodici fantastici cani con disabilità che ci hanno impartito delle importanti lezioni di vita. Grazie a loro, leggendo le testimonianze di chi li ha conosciuti, possiamo forse crescere un pochino e diventare, in questo modo, delle persone certamente migliori.

Cani con disabilità: 12 cuccioli che ci hanno dato una lezione su come vivere al meglio le nostre vite

cani con disabilità
Cani con disabilità: cosa possiamo imparare (Screenshot Instagram)

Alex Cearns, un fotografo australiano, ha recentemente pubblicato “Perfect Imperfection: Dog Portraits of Resilience and Love”, un libro pieno di storie ispiratrici di cani che hanno superato delle avversità.

Uno dei miei obiettivi più importanti come fotografo di animali è catturare le adorabili sottigliezze che rendono tutte le creature preziose e uniche, ha detto Cearns. Adoro ogni animale che ho il privilegio di fotografare, ma quelli percepiti come “diversi” occupano un posto speciale nel mio cuore.

Abbiamo, quindi, deciso di raccontarvi le loro storie: cani con disabilità che possono essere per te una vera e propria ispirazione.

Reuben e Keisha

Reuben e Keisha hanno entrambe le gambe paralizzate, ma le loro sedie a rotelle li hanno aiutati a rimanere gli stessi cani amanti del divertimento che sono sempre stati.

Reuben e Keisha sono due migliori amici che condividono entrambi una caratteristica comune: possono camminare soltanto sulle ruote. Non sono nati così.

Nel caso di Reuben, stava facendo la solita nuotata mattutina quando le sue gambe posteriori hanno smesso di funzionare improvvisamente. Dopo essere stato portato dal veterinario, hanno scoperto che aveva un disco sporgente, che si è rotto perforando il midollo spinale. La sua famiglia non sapeva se la paralisi si sarebbe diffusa fino al cervello, ma fortunatamente si fermò proprio sotto le sue zampe anteriori. Dopo un periodo di adattamento con le sue nuove ruote, Reuben è ora fuori a fare le corse, ed è sempre lo stesso cane amante del divertimento e allegro che è sempre stato.

Anche le zampe posteriori di Keisha sono paralizzate: è successo mentre giocava con la sua famiglia. Sebbene il veterinario abbia raccomandato di abituare il cane alla sedia a rotelle, usandola a intervalli di dieci minuti, pensando che il cane avrebbe detestato il nuovo aggeggio, il suo proprietario ha detto: Nel momento in cui ha usato per la prima volta quella sedia, è decollata.

Dotty

cane con disabilità
Cani con disabilità: ci fanno diventare persone migliori (Screenshot Instagram)

A Dotty è stato rimosso l’occhio dopo che le è stato diagnosticato un melanoma; ma il giorno in cui è tornata a casa dall’intervento era già in piedi e super attiva.

Dotty ha scoperto di avere un melanoma nell’occhio sinistro nel febbraio 2016. Ha immediatamente subito un intervento chirurgico e gli è stato rimosso il bulbo oculare, prima che diventasse completamente cieca in maniera irreparabile. Quando la sua proprietaria la raccolse dall’intervento, disse che lei sembrava molto gonfia, traballante e dolorante. Ma più tardi quel giorno, invece di prendersi del tempo per riprendersi dall’invasivo intervento chirurgico che le era stato fatto, era già in piedi e “a caccia” di topi. Anche se ha solo un occhio, le piace svolgere le stesse attività a cui era abituata: inseguire tutto ciò che si muove, correre, andare in paddle board e mangiare pancetta (anche se ogni tanto inciampa).

Bali Pip

Bali Pip è un “cucciolo carino, curioso e giocoso”, che è stato salvato dalla Bali Animal Welfare Association.

Bali Pip era un cane randagio per le strade di Bali che aveva la rogna, che gli fece perdere gran parte della sua pelliccia. Cearns ha detto che gli piaceva farsi fotografare e che era un animale semplice e naturale, che amava essere al centro dell’attenzione.

Le sue foto sono diventate virali e una volta guarita la rogna è stato rapidamente adottato.

Jessie

Jessie, che è stata paralizzata in un bizzarro incidente, ha bisogno di prendere velocità quando sta sulle sue due rotelle.

Jessie rimase paralizzata in un bizzarro incidente: fece una brusca curva mentre inseguiva una palla e si ruppe il midollo spinale.

Sebbene abbia provato una terapia fisica riabilitativa, la sua famiglia ha deciso che la stava stressando troppo e ha scelto di investire i suoi soldi in un set di ruote. La sua famiglia ha dovuto sostituire quelle ruote più volte a causa dell’uso frequente e della velocità. Perché ora Jessie è tornata a correre, più appassionata di prima, e nessuno riesce a fermarla.

La sua famiglia dice che l’incidente di Jessie ci ha fatto capire che non puoi lasciarti andare giù nella vita, finché hai amore e determinazione puoi conquistare praticamente qualsiasi cosa, comprese le scale.

Oompah

La storia di Oompah inizia con un caso straziante di abbandono, ma il suo amore e la sua forza l’hanno portato a essere adottato e a trovare di nuovo fiducia nelle persone.

Oompah era in cattive condizioni prima di essere salvato dal Rifugio per cani Shenton.

Era sottopeso, entrambe le orecchie infette, con pelle screpolata che trasudava pus e un caso estremo di rogna che gli faceva cadere l’80% dei peli. Secondo la sua attuale famiglia, era così malato che se Shenton Dog Park non fosse stata una struttura per la non soppressione, sarebbe stato messo a dormire.

Cearns ha pubblicato una foto di Oompah online ed è diventata virale. Centinaia di sconosciuti hanno donato soldi per aiutarlo a pagare le sue spese mediche e presto è stato adottato. Il suo proprietario disse a Cearns che la sua forza di spirito e il suo infinito donare a tutti amore lo hanno fatto sicuramente andare avanti, durante qualsiasi travaglio che può aver vissuto.

Jakk

cani con disabilità
Cani con disabilità: essere diversi non vuol dire essere “peggio” (Screenshot Instagram)

Jakk è stato trovato nella spazzatura quando aveva solo pochi giorni, probabilmente a causa delle sue gambe anteriori deformate, per le quali gli hanno dato il soprannome di “T-Rex” e “Canguro”.

Jakk fu abbandonato quando aveva solo pochi giorni: il suo cordone ombelicale era recentemente caduto e il suo ombelico non era nemmeno ancora guarito quando i suoi soccorritori lo trovarono nella spazzatura.

Credevano che fosse stato messo lì a causa delle sue gambe anteriori deformate. In seguito fu adottato e sottoposto a un intervento chirurgico per le gambe anteriori, ma purtroppo Jakk si ruppe un legamento al ginocchio e morì quando aveva solo sedici mesi.

Raul

Raul ha avuto una rottura del disco, con conseguente paralisi, ma fa ridere continuamente la sua famiglia con la sua personalità eccentrica. Dicono che non si renda nemmeno conto del suo handicap.

Raul ha avuto una rottura del disco inferiore, nella sua colonna vertebrale, con conseguente paralisi, ma secondo la sua famiglia, subito dopo l’intervento, era già  fuori a scorrazzare, trascinandosi in giro come un carretto, non realizzando il suo handicap, e soprattutto felice di vederci, allegro come sempre.

Ora usa una sedia a rotelle per le passeggiate e si trascina a casa. Riceve molta attenzione quando è in giro e le persone vogliono sempre conoscere la sua storia. Ciò che ha perso con il potere delle gambe, lo ha ricevuto dieci volte di più in attenzioni e affetto, ha detto il suo proprietario, Alice.

Ha anche spiegato che a volte gli estranei si chiedono perché l’abbiamo tenuto in vita, ma non appena vedono quanto sia felice capiscono. È un cucciolo fantastico e gioioso.

Vegemite

cani con disabilità
Cani con disabilità: la gioia di vivere prima di tutto (Screenshot Instagram)

Vegemite è stato attaccato da un altro cane e ha perso la vista, ma adora guardare la TV con la sua famiglia.

Vegemite, o come lo chiama la sua famiglia, Veg, è stato attaccato da un altro cane. La sua famiglia lo definì “orribile” e, nonostante il veterinario abbia cercato di salvare i suoi occhi, non c’è stato proprio nulla da fare. La famiglia di Veg era preoccupata per la qualità della sua vita con un solo occhio, ma si è adattato così bene, che adesso adora guardare la TV.

Saremmo così persi senza Veg. Lui è il nostro tutto, sicuramente parte della nostra famiglia, hanno detto.

Bandit

Bandit aveva un’enorme cicatrice in testa per un incidente sconosciuto che “richiedeva” massaggi sul capo durante la notte.

Bandit fu adottato quando aveva due anni, dopo che era stato trovato da un ranger. Aveva una grande cicatrice permanente sulla fronte su cui la sua famiglia applicava la crema per tenerla morbida. Il cane aveva anche bisogno di massaggi notturni alla testa, che ovviamente amava ricevere. Secondo la sua famiglia, Bandit si fidava e amava tutti. Era un amico per tutti e amava ricevere dalle persone un bel massaggio alla pancia. Rimbalzava sui muri per catturare fasci di luce, saltellava lungo la spiaggia per inseguire le onde, ma la sua abilità speciale era essere in grado di fare le bombe in piscina a comando.

Lady Bug

Lady Bug ha perso entrambi gli occhi a causa del glaucoma, ma la cecità è riuscita appena a rallentata.

Lady Bug perse entrambi gli occhi per il glaucoma. Ha perso il suo primo occhio nel 2011 e la sua famiglia è stata triste di apprendere che stava sviluppando il glaucoma anche nell’altro occhio, nel 2014. Alla fine ha dovuto rimuovere anche il secondo.

Sebbene la sua famiglia fosse nervosa, non avrebbero dovuto preoccuparsi, poiché la cecità la ha appena rallentata. Adesso Lady Bug continua a vivere felice, perché riesce a fare quasi tutte le cose che amava prima di perdere la vista.

I cuccioli di Penny

I cuccioli di Penny sono nati senza peli, colpiti da una condizione della pelle che non è stata curata alla madre prima che essa partorisse, ma ora sono felici e in buona salute.

Penny è stata introdotta nella RSPCA (Royal Society for the Prevention of Cruelty to Animals) quando era già incinta e quasi completamente calva a causa di una condizione della pelle non trattata.

Quando i suoi cuccioli nacquero, erano anche glabri per colpa di una crescita eccessiva di acari. Le furono tolti quando avevano tre mesi e successivamente adottati. La loro pelle è completamente guarita e ora sono cuccioli felici e sani.

Aryah

Quando Aryah fu adottata, era così debole e così malata, ma migliorava ogni giorno e i suoi proprietari ora la definiscono “perfetta”.

Aryah era abbastanza piccola da adattarsi alla scarpa del suo proprietario quando fu adottata. Non sanno che cosa le sia successo agli occhi, ma non l’ha minimamente rallentata. Quando fu adottata per la prima volta dalla sua famiglia, era a malapena in grado di camminare, così debole e così malata. Tuttavia, il suo proprietario afferma che sia diventata più forte ogni giorno e che Aryah è perfetta per noi.

Potrebbe interessarti leggere anche:

S.S.