Home Cani Cani, disabilità e crime: tre serie tv americane da non perdere

Cani, disabilità e crime: tre serie tv americane da non perdere

Sei alla ricerca di una serie tv poliziesca con pelosi protagonisti? In questo articolo ti proponiamo tre titoli che mescolano cani, disabilità e crime. Scopriamoli insieme.

Cani disabilità crime
Agente speciale Sue Thomas (Foto Facebook)

Se la tua passione sono le serie tv poliziesche e i cani – attori non devi assolutamente perdere questi tre titoli. Partiremo dal primo, il meno fortunato (in termini di successo) dei tre. Blind Justice (conosciuto in Italia anche come Blind Justice – Gli occhi della legge) è una serie televisiva statunitense del 2005: una sola stagione e 13 episodi di circa 40 minuti ciascuno. Racconta le avventure di un poliziotto rimasto cieco durante un’operazione di polizia che fatica a continuare la sua attività. Il Detective Jim Dunbar è affiancato alla Detective Karen Bettancourt e da un bellissimo pastore tedesco di nome Hank.

Le altre due serie tv col mix cani, disabilità e crime

La nostra carrellata prosegue con altri due titoli un po’ più longevi e fortunati.

crime serie tv cani
In the dark (Foto Facebook)

Agente speciale Sue Thomas (Sue Thomas: F.B.Eye) è una serie televisiva poliziesca trasmessa dal 13 ottobre 2002 che racconta le avventure dell’agente speciale Sue Thomas. Quest’ultima è la protagonista sorda della serie (interpretata dall’attrice non udente Deanne Bray): dopo un’infanzia difficile Sue riesce a coronare il suo sogno di entrare all’FBI. All’inizio è accolta con diffidenza dai colleghi che ben presto però scoprono le sue qualità. Viene così integrata nel gruppo e finisce per innamorarsi del capo dell’unità Jack Hudson. Nelle sue avventure Sue è sempre accompagnata da Levi il suo hearing dog cioè un “cane per sordi” il cui compito è segnalare determinati rumori ambientali al padrone. A interpretare il cane Levi è Jesse, una bellissima Golden retriver.
La serie è tratta da una storia vera e il cane della vera agente dell’FBI si chiamava Gracie; dopo aver frequentato il corso di Pet Therapy il cane indossava il collare arancione che sta a indicare che il proprio umano è non udente.
La serie è composta da 3 stagioni per un totale di 56 episodi ed è stata trasmessa in Italia nel 2006.

Potrebbe interessarti ancheLavori per cani: 9 mestieri adatti ai nostri amici a quattro zampe

L’ultimo titolo che vi proponiamo è In the dark, prodotta a partire dal 2019 per un totale, a oggi, di 4 stagioni. Racconta le avventure di una donna ventenne non vedente e con problemi di alcool che ha due soli amici: Jess (la comprensiva compagna di stanza) e Tyson (un giovane spacciatore che l’ha salvata da una violenta rapina). Un giorno mentre passeggia con suo cane guida s’imbatte in un cadavere ma, quando arriva la polizia, il cadavere è scomparso. La donna decide di portare avanti indagini private e parallele a quelle della polizia e in ogni puntata si trova coinvolta in qualche mistero.
Il cane della donna si chiama Pretzel, come per Sue Thomas: F.B.Eye è un Golden retriver che nella realtà si chiama Levi.

Se questo elenco non è sufficiente a soddisfare la vostra voglia di serie tv, crime, cani e disabilità vi suggeriamo la produzione nostrana Blanca, in cui il protagonista peloso è Linneo, un bulldog americano femmina bianco a macchie marroni e occhi azzurri.