Home Curiosita Il gatto si stende sul padrone: perché lo fa e cosa significa...

Il gatto si stende sul padrone: perché lo fa e cosa significa questo atteggiamento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:14
CONDIVIDI

Il tuo micio non ti lascia mai solo e cerca sempre il contatto con te? Non è solo per affetto: ecco tutti i motivi per cui un gatto si stende sul padrone.

Il gatto si stende sul padrone
Il gatto si stende sul padrone: le 6 cause principali (Foto AdobeStock)

Il tuo micio ti sembra particolarmente affettuoso e ha preso l’abitudine di stendersi su di te appena ti vede rilassato? Non è sempre voglia di coccole e tenerezze, poiché i comportamenti dei gatti possono avere anche altri ‘fini’. Questo accade perché nel linguaggio del corpo felino, ogni gesto ha un suo scopo preciso, spesso diverso da quello che può apparire. Vediamo dunque perché un gatto si stende sul padrone e come interpretarlo.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto ci mostra la pancia: ecco cosa significa

Le abitudini del corpo: dormire, dormire, dormire

Micio
Micio tra le lenzuola (Foto Pixabay)

Partiamo dunque dal presupposto che un micio necessita di un incredibile quantitativo di ore di sonno: ben 14-15 ore della sua giornata le trascorre sonnecchiando (leggi qui: Quanto dorme un gatto? Il fabbisogno di sonno per cuccioli, adulti e anziani). Ma non si può parlare di un sonno di totale relax, perché il gatto in realtà è sempre pronto a scattare contro il pericolo sempre in agguato. Quindi una delle sue maggiori abitudini è dormire, o meglio riposare sempre e cosa c’è di meglio che farlo su una superficie comoda come quella del suo padrone?

Ciò non significa che il micio non abbia affetto nei nostri confronti e ‘sfrutti’ solo la nostra persona per stare più comodo, ma di certo, come vedremo, le cause possono essere diverse. Il micio inoltre ha la fama di essere un animale solitario ed indipendente, ma in realtà è un animale molto selettivo e si fida solo di alcune persone per lui importanti (Leggi qui: Il gatto sente la mancanza del padrone o no: come reagisce alla nostra assenza). E vuole le coccole solo quando e come dice lui!

Potrebbe interessarti anche: Il gatto cerca contatto durante la notte: perché lo fa e quali punti predilige

Il gatto si stende sul padrone: i 6 motivi principali

Il gatto si stende sul padrone
Il gatto si stende sul padrone: perché lo fa (Foto AdobeStock)

Vediamo dunque cosa spinge un felino a cercare questo tipo di contatto col suo padrone. In realtà tutte le cause si possono racchiudere in 6 motivi principali, che non riguardano solo l’affetto e l’amore che il felino prova nei nostri confronti. Ecco quali sono.

  1. Calore: il gatto ama dormire e ama farlo al caldo, in un ‘ambiente’ confortevole e sicuro. Il nostro corpo emana un calore naturale molto gradito al felino e, per giunta, i movimenti involontari come quelli del cuore e del petto, è come se avessero un effetto ‘cullante’ per il micio. Facciamoci caso: ogni volta che c’è un raggio di sole alla finestra, il gatto pretenderà un posto in prima fila per goderne, quindi perché non approfittare del proprio padrone che funge da calorifero personale?
  2. Comodità: è vero che i gatti riescono ad adattarsi a qualsiasi superficie, anche quelle che è difficile considerare ‘comode’, almeno dal nostro punto di vista. Ma il nostro corpo caldo e avvolgente è di sicuro molto comodo per un gatto anche di grandi dimensioni. E se aggiungiamo il particolare che di sicuro qualche carezza al micio ci scappa sempre, perché non dovrebbe stendersi sul suo padrone?
  3. Sicurezza: anche il micio, che sente sempre forte l’esigenza di proteggere il territorio e chi lo occupa, ha il bisogno di sentirsi protetto. E chi meglio del suo padrone può garantirgli la giusta dose di relax e serenità per rilassarsi per bene? In un certo senso il gatto che si stende sul padrone lo usa come se fosse un porto sicuro, un rifugio. E non è di poco conto aver conquistato a tal punto la fiducia del nostro amico a quattro zampe!
  4. Territorialità: allo stesso tempo però il gatto sente di dover sempre marcare la sua presenza sul territorio, di cui ovviamente facciamo parte anche noi (Leggi qui: Gatto e posti alti in estate: come cambiano le abitudini). E poggiare il proprio corpo sulle superfici, compresa quella del corpo del padrone, è proprio un chiaro segnale della sua voglia di territorialità, come per dare un avvertimento: è mio e se vuoi avvicinarti, devi vedertela con me!
  5. Voglia di mamma: nel corso della loro vita è facile che i gatti restino sempre legati all’idea materna e al concetto di rivedere in qualcuno la figura della loro mamma (Leggi qui: Il gatto ti vede come mamma gatta: ecco perché). E questo possiamo essere per loro! Quindi accucciarsi su di noi equivale proprio a sentire lo stesso contatto che sentivano quando erano cuccioli.
  6. Suoni e odori: ebbene sì, il profumo della nostra pelle, il rumore del battito del cuore o del respiro, sono estremamente rassicuranti per il nostro micio (Leggi qui: 11 Odori che piacciono ai gatti: ecco quali sono). Tutto quello che appartiene a noi lo fa sentire al sicuro, a casa.

Francesca Ciardiello