Home Gatti Alimentazione Gatti Gatto non mangia ma beve: cosa significa e che rischi ci sono...

Gatto non mangia ma beve: cosa significa e che rischi ci sono per la sua salute

Il tuo micio rifiuta il cibo ma si attacca alla ciotola dell’acqua? Tutte le cause e i rischi se il gatto non mangia ma beve e cosa fare per aiutarlo.

Il gatto non mangia ma beve
(Foto AdobeStock)

Le abitudini alimentari del nostro felino domestico possono essere talvolta davvero particolari: c’è chi mangia troppo, chi troppo poco e che invece non mangia per niente e pare che il cibo quasi non gli interessi. In effetti se il nostro gatto non mangia ma beve potrebbe avere qualche problema di salute o un disagio che gli impedisce di avere una vita alimentare regolare: vediamo quali sono tutte le cause, i rischi e i possibili rimedi.

Cambio delle abitudini feline: c’è qualcosa che non va

Non solo è importante conoscere e osservare i comportamenti di micio tutti i giorni ma soprattutto notare quando e se ci sono piccoli cambiamenti nella sua routine quotidiana. Infatti il gatto è tra gli animali più abitudinari che ci siano e anche delle piccole variazioni delle sue abitudini possono avere gravi ripercussioni sulla sua salute e modificare alcuni dei suoi soliti comportamenti.

Gattino e ciotola
(Foto AdobeStock)

E’ un animale dunque che tende a ripetere ogni giorno sempre le stesse attività e (possibilmente) sempre alla stessa ora. E’ compito del padrone tenere sempre piena la sua ciotola del cibo e quella dell’acqua ma anche controllare che non vi sia alcuna ‘stranezza’ nelle sue funzioni fisiologiche.

Quando notiamo che c’è qualcosa di diverso, non sottovalutiamo il problema e, se dovesse ripetersi nel corso dei giorni, meglio portare il felino a visita dal nostro veterinario di fiducia, prima che i problemi possano avere gravi conseguenze.

Potrebbe interessarti anche: Perché il gatto beve dal rubinetto? Ragioni e rimedi

Perché il gatto non mangia ma beve

Tra i cambiamenti più importanti che il micio può apportare (volontariamente e non) alle sue abitudini, quelli più seri riguardano proprio la sua alimentazione. Un gatto che si rifiuta di mangiare ma ha necessità di idratarsi e quindi di bere, deve metterci in stato di allerta.

Il gatto non mangia ma beve
(Foto AdobeStock)

Ma cosa spingerebbe mai un gatto a rinunciare, e neppure con troppa fatica, al proprio nutrimento? Evidentemente non ha fame: ma da cosa dipende? I fattori possono essere diversi ma tra questi i più frequenti sono:

  • cambiamenti di temperatura,
  • insufficienza renale,
  • cambiamenti nella sua alimentazione,
  • problemi gastro-intestinale.

Cambio di stagione

Così come può accadere per noi esseri umani, anche il gatto in estate, con l’aumento delle temperature, con il caldo afoso e l’impossibilità di godere di spazi freschi e ariosi, potrebbe avere un forte calo dell’appetito e al contempo un aumento notevole della sete.

Ciò accade perché, con il caldo il fabbisogno calorico dell’organismo diminuisce rispetto ai mesi invernali o quando comunque le temperature si abbassano. Ma quando il gatto suda e rilascia liquidi, avrà bisogno di idratarsi maggiormente e quindi di bere.

Insufficienza renale

In realtà questa potrebbe essere una conseguenza della disidratazione felina, ed è comunque legata ad un cattivo funzionamento dell’apparato renale. L’insufficienza renale nel gatto può essere acuta o cronica, e comporta un aumento delle tossine che, non espulse dall’organismo, si accumulano nel sangue e restano nell’apparato circolatorio. Ci sono alcune razze di gatti particolarmente predisposte a questo tipo di problema, tra cui: Himalayano, Persiano, Orientale, Siamese e Abissino.

Cambio di alimentazione

Abbiamo pensato di apportare piccole variazioni al menù del nostro micio, magari offrendogli qualcosa di più buono e sostanzioso oppure comprando del cibo più scadente ma economicamente conveniente? In un caso o nell’altro, cambiare l’alimentazione al nostro micio non è sempre una buona idea e non lo è soprattutto farlo in maniera repentina.

Se il micio è abituato a un certo tipo di cibo (magari perché siamo passati dal cibo secco a umido) ma soprattutto ad orari e dosi ben definite, potrebbe sentirsi così a disagio perfino da rinunciare al suo pasto.

Pancreatite e altri problemi

Anche in questo caso, essi possono essere le cause scatenanti del fatto che il micio disdegna la ciotola del cibo ma avverte forte il bisogno di bere acqua. Solo un controllo approfondito del veterinario ed alcuni test possono escludere la presenza appunto di pancreatite nel gatto, ma anche infezioni ed altri problemi gastro-intestinali.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto beve dal wc o dal bidet: cause e rischi di un comportamento così strano

Il gatto non mangia ma beve: cosa fare

Siamo avviliti perché il nostro micio continua a non ingerire cibo e continua ad idratarsi? Se sempre più spesso ci capita di vedere la ciotola del cibo piena e quella dell’acqua vuota, allora dobbiamo correre ai ripari. A meno che non ci rendiamo conto che la causa è legata ad un cambiamento apportato alla sua alimentazione, dobbiamo chiedere il parere al nostro veterinario di fiducia. Sarà l’esperto a valutare se è il caso di sottoporre il felino ad analisi del sangue e delle urine, per poi adottare una eventuale terapia.

Francesca Ciardiello