Home Gatti Come calmare un gatto: le mosse giuste e quelle da evitare

Come calmare un gatto: le mosse giuste e quelle da evitare

Meglio fare qualcosa o tenerci alla larga dalla sua furia? Ecco tutti i consigli giusti su come calmare un gatto (senza commettere errori).

Gatto agitato
Gatto agitato (Canva)

Un micio può agitarsi per varie ragioni, ma sta a noi padroni capire quando e come è il caso di intervenire per aiutarlo e non agitarlo ulteriormente. Infatti non tutti sanno come calmare un gatto e quali sono le mosse giuste da fare. Soprattutto chi non conosce ancora bene il suo felino può commettere degli errori: ecco una serie di consigli su come comportarsi in questa situazione.

Gatto agitato: quali possono essere le cause del suo ‘momento di follia’?

Non solo le cause possono essere diverse ma anche le modalità di espressione di questo stato d’animo possono essere molteplici in questo animale che non smette mai di sorprenderci, il gatto appunto.

Gatto gioca
Gatto irrequieto che gioca (Canva)

In molti lo definiscono ‘momento di follia’, ovvero una situazione di (apparentemente) inspiegabile irrequietezza del felino, che non riesce a gestire la sua agitazione. Essa può avere varie cause ma tra le più frequenti ritroviamo:

  • un accumulo di energie non ‘sfogate’,
  • noia,
  • tentativo di attirare l’attenzione su di sé,
  • stress.

Come calmare un gatto: le mosse giuste

Ma noi cosa possiamo fare per non restare inermi di fronte a cotanta attività? Potremmo cercare di adottare uno dei metodi per calmarlo, di quelli naturali che ‘anno bene in tutte le situazioni di agitazione’. Stiamo parlando dei feromoni per i gatti, che hanno un effetto calmante e rilassante, e che sono prodotte dalle stesse ghiandole feline. Sono validi in ogni caso di agitazione del felino, dal viaggiare in macchina alla paura del temporale nel gatto.

Gatto e padrone
Toccare naso al gatto (Canva)

Un’altra mossa furba è conquistarlo con una musica piacevole, di sicuro rilassante: molti felini sembrano apprezzare appunto la musica classica, e altri suoni che piacciono ai gatti, come ad esempio le fusa di altri loro simili.

Qualche attenzione in più potrebbe fargli bene, ma cerchiamo di capire se sono di suo gradimento: a volte il gatto rifiuta le nostre coccole, allora è meglio non forzarlo e lasciargli vivere ‘il suo momento’ in pace. Facciamo attenzione però a come accarezzare il gatto, poiché ci sono diversi punti del suo corpo da evitare.

Potrebbe interessarti anche: Scopri come trasportare il gatto nervoso in auto: consigli utili

Infine possiamo provare a distrarlo con qualche gioco o passatempo che sappiamo gli piace tanto: non solo lo aiuterà a calmarsi ma anche a stringere un legame maggiore col suo padrone. Questo inoltre potrà dargli più sicurezza e fiducia in se stesso anche nelle relazioni umane e con i suoi simili.

Potrebbe interessarti anche: Scopri come accudire un gatto pauroso: rimedi e consigli utili per aiutarlo

Come calmare un gatto: gli errori da evitare

In caso di agitazione del felino, la cosa peggiore da fare è mostrarsi altrettanto nervosi e agitati: in noi il micio dovrà trovare un punto fermo, di riferimento, e trattarlo in malo modo potrebbe solo infastidirlo ulteriormente.

Cibo al gatto
Dare da mangiare al gatto per calmarlo (Canva)

🐾💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 🐶🐱

Anche il tono non dovrà mai essere alto o poco rassicurante; se non vuole essere avvicinato, non forziamolo: al massimo proviamo ad attirare la sua attenzione con il suo gioco o il suo pasto preferito. Non tentiamo di accarezzarlo se non vuole, anche perché potrebbe anche diventare aggressivo e reagire in modo violento, poiché la vivrebbe come una mossa invadente. Infine evitiamo di zittirlo: il suono del nostro suono, simile a un soffio, potrebbe solo innervosirlo di più.