Home Gatti Giocattoli per il gatto: come scegliere e organizzare i suoi passatempi ideali

Giocattoli per il gatto: come scegliere e organizzare i suoi passatempi ideali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:06
CONDIVIDI

Vuoi comprare dei giocattoli per il gatto ma non sai quali caratteristiche deve avere per poter essere sicuro e utile? Ecco quali sono i migliori.

Giocattoli per il gatto
Giocattoli per il gatto: come devono essere e come giocare in sicurezza (Foto Pixabay)

I giocattoli fanno parte della quotidianità del nostro micio: non sono soltanto un passatempo, ma spesso possono anche avere delle finalità molto utili. Vedremo quali caratteristiche deve possedere i giocattoli ideali per il gatto, anche per non essere pericolosi per la sua salute. Meglio affidarsi a prodotti di qualità e che possano farlo giocare in tutta sicurezza, e non è escluso che sia possibile ricrearli anche in casa con un pratico fai-da-te.

Potrebbe interessarti anche: Gatto gioca a sudoku: le immagini conquistano il web- VIDEO

Giocare, giocare e giocare

Micio e pallina
Micio e pallina (Foto Pixabay)

Se pensiamo che per il gatto il momento ludico, che naturalmente può occupare gran parte della giornata insieme ai suoi sonnellini, sia solo un passare il tempo, ci sbagliamo di grosso (Leggi qui: L’importanza del gioco nel gatto: ecco cosa gli insegna). I gatti sono animali molto curiosi e sentono l’esigenza di conoscere il mondo e spesso lo fanno anche attraverso gli oggetti che si trovano ‘sotto zampa’, giocattoli compresi. Infatti alcuni di essi danno la possibilità di riconoscere forme e colori, lo aiutano a socializzare con gli altri animali e sono il mezzo per entrare in connessione anche con gli umani (Leggi qui: Socializzare un gatto timido o pauroso: i consigli degli esperti).

Inoltre giocare aiuta il gatto a tenersi in forma e a svolgere quelle piccole attività di toelettatura personale, come ad esempio il rifarsi le unghie. Ma è soprattutto l’attività fisica, il fatto di essere ‘costretto’ a saltare, muoversi e rincorrere alcuni giochi che non lo fa ingrassare e previene il rischio di obesità nel gatto.

Giocattoli per il gatto: caratteristiche che piacciono tanto al micio

Se ci stiamo chiedendo quali caratteristiche deve possedere un giocattolo per piacere al nostro micio, ce ne sono alcune davvero ‘imprescindibili’. E’ ovvio che al micio non interessi né il marchio di fabbricazione né il costo, quindi noi preoccupiamoci solo che sia sicuro e non tossico, senza spendere necessariamente un capitale! Ecco come deve essere il gioco ideale per un micio.

Dinamico: deve muoversi e costringere il gatto a muoversi a sua volta per inseguirlo. Tutto ciò che ‘sfreccia’ sotto i suoi occhi ha una certa attrattiva sul gatto, che così può dare libero sfogo al suo istinto cacciatore e predatore.

Profumato: in particolare è l’odore dell’erba gatta ad attirare il gatto (Leggi qui: I gatti amano l’erba gatta: ecco perché e quali sono i suoi effetti). Vi sono alcuni oggetti che contengono al loro interno il catnip, emanando un gradevole profumo.

Ruvido: un panno grezzo e un oggetto ruvido piace molto al gatto perché così può rifarsi le unghie.

Con i fili pendenti: questi prolungamenti filiformi ricordano al gatto la coda di alcune prede, come ad esempio i topi. Quindi cercare di catturarli sarà ancora più divertente e appassionante.

E’ ovvio che, nella scelta dei giochi da acquistare o da creare, è opportuno valutare se si abita in appartamento o se il gatto ha un piccolo spazio verde esterno per poter giocare. Alcuni oggetti infatti dovranno essere utilizzati all’esterno se non vogliamo fare danni in casa, come ad esempio quelli che stimolano il micio a ‘cacciare’.

Giocattoli per il gatto: oggetti-giochi preferiti dai felini

Gatto e paluche
Gatto e peluche (Foto Pixabay)

dopo aver elencato le caratteristiche che dovrebbe avere il giocattolo ideale del micio, passiamo ora a vedere quali sono gli oggetti, molto comuni e semplici da trovare in commercio, che possiamo procurargli. Oltre alla classica pallina o al topolino peluche o in plastica, sono molto stimolanti per la sua mente anche quei giochini che al loro interno contengono snack oppure erba gatta. Infatti il micio percepirà che c’è qualcosa da scoprire e farà di tutto per poter rompere la parte esterna e mangiare il suo interno: per fare ciò si ingegnerà per aprirlo, stimolando la sua fantasia ed abilità mentale. Alcuni di essi non contengono cibo ma altri oggetti, che stimoleranno il micio a correre, saltare e fare attività fisica.

Per i gatti molto atletici esistono delle strutture a forma di tunnel, che devono essere attraversati da una parte all’altra. In questo modo il gatto farà attività fisica e si terrà in forma. In commercio, per chi ha possibilità di spazio, esistono anche delle casette per gatti che contengono al loro interno dei giochi che mettono alla prova al contempo le sue abilità fisiche e mentali.

Infine, per gli amanti dei giochi più ‘moderni’, esistono i puntatori laser: attenzione però a scegliere quelli specifici per i gatti, con luci che non danneggiano la vista del gatto. In ogni caso non bisogna mai puntare il laser direttamente sui suoi occhi!

Come giocare con il gatto in casa (e fuori)

Giocattoli per il gatto
Giocattoli per il gatto: come organizzare il momento ludico (Foto Pixabay)

Per il micio non è così importante il luogo dove abbiamo deciso di giocare, quanto il fatto stesso di passare del tempo con il suo padrone. Infatti stare insieme al suo padrone è uno dei momenti preferiti dall’animale, sebbene abbia la fama di essere solitario e indipendente. Ma come organizzare il momento ludico a casa o negli spazi esterni? E’ importante che il tempo libero del micio in compagnia del suo umano sia costante: non deve essere molto lungo, ma è importante che pochi minuti al giorno siano dedicati al gioco. Facciamo in modo che il micio vinca qualche volta, altrimenti la continua sconfitta potrebbe risultare deprimente per lui.

Per giocare utilizziamo sempre oggetti piccoli, non troppo voluminosi e mai parti del nostro corpo (come ad esempio piedi o mani), perché potremmo farci male e far prendere al gatto strane abitudini. Inoltre è importante variare: fare sempre lo stesso gioco potrebbe annoiarlo, e magari utilizzare oggetti che stimolano tutti i suoi sensi (Leggi qui: I sensi speciali del gatto: quali sono e perché sono particolari).

Alla fine di ogni passatempo possiamo anche ‘premiare’ il gatto con un rinforzo positivo, che sia uno snack o il suo giocattolo preferito.

Francesca Ciardiello