Home Gatti Razze di gatti più intelligenti del mondo: ecco quali sono

Razze di gatti più intelligenti del mondo: ecco quali sono

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:38
CONDIVIDI

Molte persone riconoscono la grande intelligenza del proprio felino. Ma quali sono le razze di gatti più intelligenti del mondo? Scopriamolo insieme.

razze di gatti più intelligenti
Razze di gatti più intelligenti del mondo: ecco quali sono (Foto Pixabay)

Si è sempre pensato che i gatti, essendo animali indipendenti, potessero essere meno intelligenti dei cani. Ma non è così! Chi convive con un felino è a conoscenza dell’intelligenza del proprio micio che nell’astuzia può persino superare fido.

Ciò nonostante esistono alcune razze di gatti più intelligenti di altre ed è molto facile distinguerle. Infatti i felini con una capacità maggiore di intelligenza sono quelli facili da educare e che vanno d’accordo con altri animali.

Inoltre queste specie di gatti hanno bisogno di grandi spazi per svagarsi e di giochi intelligenti. Ma vediamo insieme quali sono le razze di gatti più intelligenti al mondo.

Potrebbe interessarti anche: È più intelligente il cane o il gatto? Scopriamo se c’è una risposta definitiva

Razze di gatti più intelligenti: ecco quali sono

Bengala
Esemplare di Bengala

Bengala

Il Bengala è una razza di gatto nata dall’incrocio di un gatto leopardo e un gatto domestico. E’ un felino molto socievole, tanto da ”conversare” anche con gli esseri umani, miagolando. I gatti di questa razza amano correre, saltare, arrampicarsi, e la loro grande intelligenza può portarli a comportamenti imprudenti quando sono annoiati.

Siamese

Uno dei felini più intelligenti al mondo è il gatto Siamese. Quest’ultimo è molto curioso e si annoia facilmente se non viene stimolato. Inoltre è un felino facilmente addestrabile e può persino imparare a passeggiare con il guinzaglio.

Cornish Rex

La caratteristica che distingue il Cornish Rex dagli altri gatti è il suo bel mantello riccio. Questa razza di gatto è molto affettuosa e facile da educare. Oltre a possedere una grande capacità d’intelligenza è anche un grande saltatore, inoltre è molto curioso e astuto.

Tonchinese

Il Tonchinese nasce dall’unione di un gatto Siamese e un Burmese. E’ un felino molto intelligente e quindi è opportuno stimolare sempre il suo cervello. Questa specie di gatto ama incontrare nuove persone e animali domestici, sia felini che cani.

Scottish fold

scottish fold
Lo scottish fold (Foto Unsplash)

Lo Scottish Fold è una razza di gatto adatta ai bambini per il suo essere giocherellone. Ha la singola caratteristica di avere le orecchie piegate. Inoltre è molto intelligente e ama i giochi che possono stimolare la sua mente, per questo è importante non farlo mai annoiare.

Turco Van

Il Turco Van, conosciuto come il gatto che ama l’acqua, è considerato molto intelligente, tanto che ha la capacità di aprire da solo il rubinetto dell’acqua per poter bere. Questa razza di gatto è molto egocentrica e gelosa, per questo motivo ha bisogno di più attenzioni, ciò nonostante è molto affettuosa.

Burmese

Il Burmese è un gatto che ama interagire e colloquiare con il proprio umano e tende ad affezionarsi molto con quest’ultimo, proprio come se fosse un cane. Inoltre questa razza di gatto va d’accordo non solo con i bambini, ma anche con i cani.

Singapura

Il Singapura è una delle razze di gatti più piccole, è una specie molto giocosa e curiosa. Inoltre è molto iperattivo e segue il suo umano dappertutto. E’ un ottimo arrampicatore, quindi è necessario che abbia a disposizione uno spazio verticale adeguato.

Balinese

Il Balinese è simile al siamese, solo che presenta il pelo più lungo. E’ una razza molto intelligente e osserva qualsiasi movimento del suo umano. Questa specie di felino è molto leale, affettuosa e chiacchierona. A volte il Balinese può essere anche abbastanza furbo.

Abissino

Il gatto Abissino è un gatto molto intelligente, in quanto capace di interagire con le persone e di essere molto affettuoso con esse. Questa razza di gatto ama stare al centro dell’attenzione, ama saltare ed arrampicarsi. Inoltre l’Abissino impara molto giocando, quindi è necessario stimolare, attraverso il gioco, la sua mente.

Marianna Durante