Home Gatti Salute dei Gatti Il gatto zoppica: perché succede? Cause e rimedi per questo disturbo

Il gatto zoppica: perché succede? Cause e rimedi per questo disturbo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:18
CONDIVIDI

Se notiamo il nostro micio camminare in modo strano, quasi a fatica, potrebbe esserci sotto qualcosa di più grave. Può essere molto importante capire quindi perché il gatto zoppica.

perchè gatto zoppica
Perchè il gatto zoppica? Cause e rimedi. (Foto Unsplash)

Come devoti padroni di gatti, vogliamo di certo che il nostro micetto sia felice e in buona salute, quindi ovviamente è dura vederlo avere difficoltà anche solo nell’andare in giro. Molte condizioni che coinvolgono articolazioni, muscoli, ossa, nervi o pelle possono far zoppicare i gatti, e alcuni problemi possono essere più gravi di altri. Se il nostro gattino si è scontrato con un veicolo in movimento, o è caduto da una finestra, il motivo per cui non cammina normalmente è abbastanza scontato. Ma a volte, la causa per cui il nostro gatto zoppica non è così drammatica, nè così ovvia.

Perché il nostro gatto zoppica?

perche i gatti spariscono per giorni da casa
Perché il gatto zoppica? I vari motivi (Foto Adobe Stock)

Se il nostro gatto è ferito, possiamo essere in grado di individuare la lesione esaminando delicatamente l’arto interessato. Finché non notiamo danni evidenti, potrebbe anche non essere urgente portarlo da un veterinario. Se semplicemente zoppica un po’, teniamolo d’occhio per un paio di giorni, magari si risolve autonomamente. Ma invece, alcune condizioni richiedono cure mediche immediate. Se il gatto ha avuto un incidente o ha subito un altro tipo di trauma, dobbiamo portarlo dal veterinario il prima possibile. Tralasciando qualcosa di serio e doloroso, potremmo far peggiorare molto velocemente la situazione.

Alcuni sintomi possono accompagnare la zoppia del micio. Ad esempio, quando avviene in combinazione con una casa sporca e/o altri comportamenti insoliti, deve essere motivo di preoccupazione. Ogni zoppia accompagnata da altri sintomi come febbre, difficoltà respiratorie o cambi nel modo di respirare, ma anche dolore al tocco, riluttanza a muoversi o mangiare e l’incapacità di mettersi a proprio agio o dormire, sono tutte situazioni che richiedono cure immediate. Se il gatto dorme di più o gioca di meno, se è riluttante a saltare o a lavarsi o a essere pettinato, c’è qualcosa che non va.

La zoppia è spesso il risultato di una lesione dei tessuti molli nella gamba dell’animale, come un muscolo affaticato o un legamento infortunato. In questi casi, dobbiamo portare il nostro micio dal veterinario, che può eseguire una radiografia per determinare il problema vero. I veterinari solitamente prescrivono farmaci antinfiammatori e riposo per i gatti con questo tipo di lesioni. Di solito così facendo si riprendono completamente

La parte più difficile è assicurarsi che il nostro gattino rimanga fermo mentre si riprende, dicono gli esperti. Di certo, lo sappiamo che convincere un gatto a non saltare sulla libreria può essere difficile. Oltre ai traumi e alle lesioni dei tessuti molli, molti problemi medici e condizioni ambientali possono far zoppicare i gatti. L’identificazione della causa potrebbe richiedere una piccola indagine.

Le cause per cui il gatto zoppica

gatto morde dopo doccia
Le cause della zoppia del gatto possono essere molteplici. (Foto Unsplash)

Artrite

L’artrite causa zoppia e altri problemi di mobilità per i gatti di tutte le età. A differenza di un osso rotto o di una ferita, l’artrite è più difficile da riconoscere per noi padroni perché è poco visibile. Ma i gatti ne avvertono sicuramente gli effetti: l’artrite infatti provoca dolore e rende difficile per gli animali svolgere le loro funzioni quotidiane. Oltre a zoppicare, alcuni gatti artritici riducono l’attività fisica.

Sebbene non molto comuni, la displasia dell’anca e la lussazione della rotula, possono causare artrite nei gatti. Il trattamento di un gatto con una rotula lussata può richiedere un intervento chirurgico. Poiché l’operazione è più complicata nei gatti che nei cani, si raccomanda di trovare un chirurgo che abbia esperienza con i gatti e la gestione del dolore. L’esercizio fisico può alleviare i sintomi dell’artrite, ma non possiamo certo aspettarci che un gatto che soffre insegua topi o giochi con il filo. Dobbiamo fornire sollievo dal dolore per consentire a questi gatti di muoversi normalmente: l’esercizio fisico può dare sollievo dal dolore, ma anche noi non possiamo allenarci se non ci sentiamo bene.

Dobbiamo quindi lavorare con il veterinario per sviluppare un piano di trattamento che può aiutare ad alleviare il dolore e l’infiammazione del nostro gatto. Non dobbiamo mai somministrare farmaci al gatto senza prima consultare il veterinario: gli antidolorifici per gatti devono essere somministrati solo sotto stretto controllo veterinario. Inoltre, nutrire il gatto con una dieta adeguata può aiutare ad alleviare l’infiammazione e il dolore cronici. Integrare la dieta del nostro piccolo pelosetto artritico con acidi grassi omega-3 può anche aiutarlo a sentirsi più a suo agio.

Unghie incarnite e scontri con altri gatti o oggetti

cuscinetto zampa gatto
Le unghie incarnite possono dare dolore ai gatti (Foto Pixabay)

Potremmo non essere in grado di vederlo, ma un’unghia incarnita potrebbe essere il motivo per cui il nostro gatto zoppica. Le unghie incarnite sono difficili da vedere su razze quali Maine Coon, Persiani e altri gatti con una lunga pelliccia folta. Se il gatto ha l’artrite nelle dita delle zampe, possono non usare il tiragraffi, portando così alle unghie incarnite. Il veterinario può rimuovere l’unghia della zampa del nostro animaletto, e disinfetterà la ferita. Può anche prescrivere antibiotici e antidolorifici per aiutare il gatto a guarire e sentirsi meglio.

Ma a volte una causa della zoppia nei mici è che sono stati feriti in scontri con altri felini o magari addirittura si sono fatti male toccando piante di cactus, o stufe calde, ad esempio. Il trattamento prevede la rimozione dei peli attorno alla ferita, la pulizia e il lavaggio della ferita e la somministrazione di antibiotici: i gatti di solito si riprendono da questo tipo di lesioni.

Malattie neurologiche e tumori

Sebbene non comuni, le malattie neurologiche possono influenzare il modo in cui un gatto cammina. Ad esempio, la malattia lombosacrale o la degenerazione causano dolore intenso alla base della coda dell’animale. Simile all’ernia del disco, la malattia del disco intervertebrale può verificarsi su qualsiasi parte della schiena o del collo del gatto. Le due malattie possono sembrare simili: si tratta di un mal di schiena che induce i gatti a muoversi rigidamente. Gli steroidi o la chirurgia possono essere raccomandati per il trattamento di una malattia neurologica.

In altri casi, alcuni tumori possono far zoppicare i gatti. Qualsiasi tumore se si verifica nel posto giusto può causare zoppia, e infatti esaminando i gatti più anziani, i veterinari spesso cercano proprio queste condizioni. La cosiddetta “Feline Lung-digit syndrome” (FLDS, un insieme di metastasi al polmone), il sarcoma e il linfoma sono tra i tumori che possono far zoppicare i gatti. Il veterinario eseguirà una serie di test diagnostici per determinare se è presente il cancro. 

Fattori esterni

Tenere occupato il micio
Se il gatto è abituato a stare all’esterno, i fattori per cui zoppica possono essere molti (Foto Unsplash)

I gatti possono incontrare pericoli insoliti giocando all’aperto. Ad esempio, potrebbero ritrovarsi con l’erba nota come coda di volpe nelle zampe. Quest’erba, nota anche come coda di topo, non sembra particolarmente pericolosa: si tratta di un’appendice simile a una setola che cresce da vari tipi di erbe. 

Le punte e i bordi affilati di questa erba possono penetrare nella pelle e nei tessuti di cani e gatti. Bisogna scavare nella ferita per estrarla, ovviamente prima di rimuovere la coda di volpe, il veterinario sederà il gatto con anestesia generale.

Ricordiamo che un gatto che zoppica è dolorante. Dal momento che un gattino non si lamenterà mai del dolore o di altri sintomi, spetta a noi padroni prestare attenzione al nostro animale domestico e portarlo dal veterinario quando serve.

Potrebbe interessarti anche:

Fabrizio Burriello