Home News “Black Lives Matter”: anche un cane partecipa alla protesta con un cartello

“Black Lives Matter”: anche un cane partecipa alla protesta con un cartello

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00
CONDIVIDI

Un cane partecipa alle protesta portando un cartello con la scritta: “Black Lives Matter”, il suo video diventa virale ma l’opinione degli utenti social si spacca

cane partecipa protesta
Buddy (Foto Twitter)

Un cane marcia, insieme ad altri manifestanti, durante la protesta in merito alla vicenda avvenuta a Minneapolis.

Un afroamericano, George Floyd, è stato arrestato il 25 maggio da un’agente della polizia ed è morto il giorno stesso, in un modo ormai noto al mondo intero dalle sconcertanti immagini del video.

La vicenda ha smosso l’opinione pubblica suscitando non solo rabbia per l’accaduto, ritenuto un atto di razzismo, ma anche indignazione contro chi ha assistito immobile alla scena.

Manifestano contro le discriminazioni, cane si unisce e partecipa alla protesta

buddy
Buddy (Foto Twitter)

Durante la manifestazione pacifica tenuta in Ohio per l’omicidio di George Floyd, una ragazza, Sarah Emrick, e il suo cane, Buddy, hanno marciato insieme ad una numerosa folla, al fine di dare il loro contributo per sensibilizzare le persone sulla delicata vicenda.

Ma se da una parte molti manifestanti hanno apprezzato il sostegno di questo straordinario partecipante a quattro zampe, che avanzava tenendo un cartello con la scritta “Black Lives Matter“, altri invece hanno manifestato la loro preoccupazione, reputando il contesto non adatto ad un cane.

La sua proprietaria ha cercato di tranquillizzare gli animi più inquieti, spiegando che  Buddy è abituato a stare tra tante persone e che se la sarebbe tranquillamente cavata, anche nel bel mezzo di una manifestazione.

Il video della partecipazione del cane alla protesta è stata condivisa dalla pagina Instagram We Rate Dogs.

 

Un utente, particolarmente preoccupato per l’incolumità del cane, ha scritto: “Per favore, tienilo al sicuro. Gli animali non sono consapevoli del concetto di discorso sociale e di protesta, ma ci amano comunque. Non tradiamo questa fiducia.”

Sarah ha replicato al post affermando:” E’ il mio cane. Lo conosco e so che riesce a gestire situazioni del genere. ‘È stata una protesta pacifica e nessuno è rimasto ferito. Ero consapevole di ciò che mi circondava ed ero molto attenta ad assicurarmi che nessuno di noi due si facesse del male. Siamo andati via prima che iniziasse il coprifuoco, alle 21:00. Buddy era felice di essere lì.”

La sua padrona ha anche postato, in seguito, un altro tweet per comunicare agli utenti che il cane sta bene: “Capisco che le persone ritengano che non avrebbe dovuto essere lì, ma ero consapevole della situazione e non avrei mai permesso che gli accadesse qualcosa di male. Buddy diffonde il suo amore.”

Un’altra questione che ha scatenato molte critiche da parte del popolo del web riguarda una tartaruga che è divenuta famosa sui social, per conoscerne i dettagli potete leggere anche: Tartaruga star del web ma gli animalisti protestano : “E’ una violenza”

Potrebbe interessarti anche:

M. L.