E’ normale cacciare il proprio gatto dopo 17 anni perché si trova una fidanzata? No? Eppure questo ragazzo lo ha fatto

Foto dell'autore

By Francesca Ciardiello

News

Un nuovo amore gli fa ‘dimenticare’ il suo micio: un ragazzo abbandona il suo gatto per accogliere il cane della nuova fidanzata.

E' normale cacciare il proprio gatto dopo 17 anni perché si trova una fidanzata Eppure questo ragazzo lo ha fatto
E’ normale cacciare il proprio gatto dopo 17 anni perché si trova una fidanzata Eppure questo ragazzo lo ha fatto (Screenshot Foto Instagram@monjour2chance-amoreaquattrozampe.it)

Alle volte noi umani ci rendiamo protagonisti di gesti vergognosi, che non si ha neppure il coraggio di raccontare: è questo il caso del ragazzo che abbandona il suo gatto per accogliere il cane della nuova fidanzata ed evitare eventuali problemi di convivenza. Una storia di freddezza e cattiveria ai danni di un felino, al quale non è stata data neppure la possibilità di vivere nella sua casa con i nuovi inquilini: è stata una scelta del suo padrone, colui che avrebbe dovuto proteggerlo e che invece lo ha abbandonato.

Ragazzo abbandona il suo gatto per accogliere il cane della nuova fidanzata: un gesto cattivo e inaspettato

Chissà cosa deve aver pensato il piccolo felino di casa quando si è ritrovato brutalmente abbandonato in strada, senza riparo, senza cibo e senza quella che fino a pochi momenti prima era stata la sua casa e la sua famiglia; eppure proprio colui che avrebbe dovuto proteggerlo e curarlo fino alla fine, poiché quello era il suo compito da padrone di un animale domestico, ha ‘ben pensato’ di risolvere eventuali problemi col cane della sua neo fidanzata convivente eliminando il problema alla radice.

Micio abbandonato
Ragazzo abbandona il suo gatto per accogliere il cane della nuova fidanzata: lei è Kyrelle (Screenshot Foto Instagram@monjour2chance-amoreaquattrozampe.it)

E quindi dopo ben 17 anni di amore incondizionato questo piccolo micio si è ritrovato ormai anziano e con poche forze a cavarsela da solo in un mondo per lui, fino a quel momento, completamente sconosciuto. E’ questa la triste storia del gatto anziano Kyrelle, che avrebbe solo voluto ricevere le cure del suo padrone fino alla fine della sua vita e che invece è stato scaraventato in strada senza alcuna considerazione proprio dal suo umano preferito.

La motivazione alla base del crudele gesto è stata l’imminente convivenza con la fidanzata dell’uomo che ha un cane: senza neppure concedere ai due animali la possibilità di conoscersi (anche perché può accadere che cane e gatto non vanno d’accordo ma ci sono anche tante belle storie di amicizia che si possono raccontare con i medesimi protagonisti), ha deciso che chi sarebbe uscito di casa sarebbe stato proprio il suo fedele micio, col quale conviveva da ben 17 anni.

Se vuoi saperne di più, leggi un nostro approfondimento sul tema >>> Gli hanno legato le zampe e l’hanno gettato vivo in un bidone: gatto abbandonato

Ragazzo abbandona il suo gatto per accogliere il cane della nuova fidanzata: un nuovo splendido inizio

La storia di Kyrelle si sarebbe potuta concludere nel silenzio della strada, lontana da affetti e dalle cure che meritava, e invece solo grazie all’intervento dell’Associazione Mon jour de chance che si può raccontare un finale diverso anche per lei. Infatti i volontari di questa associazione hanno trovato Kyrelle in condizioni pietose in strada e l’hanno portata in sede, dove ha ricevuto tutte le cure necessarie.

Gatto anziano
Gatto anziano abbandonato dal padrone per il cane della fidanzata (Screenshot Foto Instagram@monjour2chance-amoreaquattrozampe.it)

Oltre a problemi di artrosi felina, il gatto presentava anche sordità a un orecchio (dovuta a un’infezione): problemi che si erano aggravati dopo l’abbandono. I volontari hanno fatto di tutto per salvarle la vita e ci sono riusciti, ma hanno anche fatto di più: infatti si sono attivati affinché Kyrelle trovasse una nuova famiglia, persone che realmente le volessero bene e si prendessero cura di lei nei pochi anni che le resteranno da vivere e l’hanno trovata. Ora che i suoi neo padroni le hanno aperto le porte della loro casa, di sicuro la gatta potrà dimenticare il suo traumatico passato.

Gestione cookie