Home Pets & Kids Animali con le zampe corte: caratteristiche e curiosità

Animali con le zampe corte: caratteristiche e curiosità

Animali con le zampe corte, caratteristiche e curiosità di specie che possiedono arti più corti di altri animali. Scopriamoli insieme.

zampe
(Foto AdobeStock)

Gli animali sono spesso dotati di caratteristiche molto particolari ma quasi mai inutili o limitativi, anzi al contrario sono peculiarità che li rendono unici.

Difficilmente la natura commette errori, è il caso degli animali con le zampe corte. Esseri capaci di vivere bene e sfruttare al massimo il proprio corpo, nonostante sia diverso.

Scopriamo insieme quali questi animali con le zampe corte e conosciamo anche le altre caratteristiche.  

Animali con le zampe corte

Gli animali con le zampe corte sono esseri viventi dotati di arti apparentemente fuori misura ma di fatto molto utili per potersi nutrire e tant’altro.

Ecco l’elenco dei più popolari animali con le zampe corte:

  • Rinoceronte;
  • Tapiro;
  • Ippopotamo;
  • Bassotto;
  • Munchkin;
  • Ornitorinco;
  • Formichiere spinoso.

Rinoceronte

Il rinoceronte ha una stazza simile a quella dell’ippopotamo e un’altra cosa che li accomuna sono le zampe corte.

rinoceronte
Rinoceronte.(Foto Pixabay)

Il rinoceronte appartiene all’ordine dei perissodattili e alla famiglia dei rinocerontidi.

Vive in Africa e in Asia, soprattutto nelle regioni paludose o nelle foreste. Nonostante la sua dimensione, non mangia la carne e non l’ha mai mangiata.

I rinoceronti neri si nutrono delle foglie basse degli alberi mentre quelli bianchi preferiscono brucare l’erba. Ciò di cui ha sicuramente entrambi necessitano, è una grande disponibilità di acqua e molto cibo.

Tapiro

Il tapiro, a parte la caratteristica proboscide simile ad un elefante, è dotato di un’altra peculiarità ovvero le zampe corte per cui rientra negli animali con questa particolarità.

tapiro che mangia
(Foto Pixabay)

Si tratta dell’unico genere dell’omonima famiglia di mammiferi (i Tapiridi), appartiene all’ordine dei Perissodattili (gli ungulati a dita dispari).

Vive nei pressi del mare fino ad un’altitudine di 4500 m, nelle foreste pluviali tropicali, ma anche nelle foreste umide di montagna, in sud, centro America e nel sud-est asiatico.

L’alimentazione del tapiro è basata sull’erba, piante acquatiche, foglie e frutti. Il tapiro è anche un buon arrampicatore, e con grande agilità risale le rive dei fiumi.

Ippopotamo

L’ippopotamo è un mammifero sorprendente, nonostante le sue dimensioni e un peso impressionante, possiede zampe molto corte.

(Foto Pixabay)

Come infatti, ha una lunghezza testa-corpo da 3,30 a 3,75 m ed è alto al garrese 1,50 m; il peso va da 1,4 a 3 t.

L’ippopotamo è una delle due specie ancora viventi della famiglia Hippopotamidae.

Vive solo in Africa, si estende nella parte centro-meridionale del continente, a sud del deserto del Sahara, e include Paesi come Sudan, Mali, Tanzania, Namibia, Nigeria, Angola e Repubblica Democratica del Congo.

Essendo un animale erbivoro, è in grado di mangiare decine di chilogrammi di erba e piante ogni giorno, prediligendo le specie di graminacee.

Bassotto

Le zampe corte del bassotto tedesco sono dovute ad una mutazione genetica detta condrodisplasia.

bassotto
(Foto AdobeStock)

Una condizione genetica, simile al nanismo, che colpisce ossa ed articolazioni degli arti.

Circa 300 anni fa in Germania, il bassotto è stato selezionato come cane da caccia e fu di proposito incrociato per poter entrare nel sottobosco e negli spazi più angusti per cercare prede come tassi e lepri.

Questo perché le zampe così corte permettono al bassotto di muoversi rapidamente attraverso una fitta boscaglia per poi entrare nelle tane di piccoli animali scavatori.

Oltre a questa caratteristica, il bassotto possiede anche un ottimo fiuto, è infatti, uno dei migliori nasi del mondo canino, fiuta molecole a centinaia di metri di distanza.

Munchkin

Il munchkin o gatto bassotto è una razza di taglia medio-piccola, caratterizzata da zampe particolarmente corte.

munchkin
(Foto AdobeStock)

Erano gli anni ‘40, quando furono notate quattro generazioni di gatti con le zampe corte, simili a quelli comuni ma bassi.

Tuttavia, fu solo nel 2003 che questa razza fu accettata nella Championship Competition della stessa associazione.

Il nome Munchkin è ispirato agli abitanti nani della Terra Blu dei Munchinkin descritti nel racconto “Il Mago di Oz”.

Questo gatto può pesare tra i 2 e 4 kg e avere il pelo corto o semilungo e nello standard sono accettati ogni tipo di colore e disegno.

Potrebbe interessarti anche: Animali monotremi: mammiferi primordiali differenti ancora viventi

Ornitorinco

L’ornitorinco è grande circa la metà di un gatto domestico e possiede le zampe anteriori palmate ma entrambe anteriori e posteriori molto corte.

ornitorinco
(Foto AdobeStock)

L’ornitorinco è un membro dell’ordine dei Monotremi, che comprende 2 altri membri.

Vive lungo la costa est dell’Australia, nei fiumi, torrenti e laghi. La sua distribuzione va dall’Annan river nel Queensland alla Tasmania. Si nutre di invertebrati, piccoli pesci, uova di pesci, rane e girini.

Essendo privo di denti, macina il cibo usando delle placche taglienti che si trovano sulla superficie superiore e inferiore dentro la bocca.

Potrebbe interessarti anche: Animali con le zampe lunghe: caratteristiche e curiosità di specie uniche

Formichiere spinoso

Il formichiere rientra tra gli animali con le zampe corte in quanto sono brevi ma dotate di potenti artigli.

formichiere caratteristiche
(Foto AdobeStock)

Il formichiere spinoso o “echidna” è un mammifero appartenente alla famiglia dei Tachyglossidae, vive in zone cespugliose e nei boschi della Nuova Guinea, Australia e Tasmania.

Questo animaletto rientra nell’ordine dei Monotremi poiché depone le uova ma poi allatta i suoi piccoli.

È conosciuto con il nome di formichiere spinoso perché si nutre di insetti, larve, vermi e ha il corpo coperto di peli ma anche da aculei, una caratteristica che li accomuna ai ricci.