Home Non solo Cani e Gatti Polli e volatili Traumi del becco negli uccelli: cause e cosa fare a riguardo

Traumi del becco negli uccelli: cause e cosa fare a riguardo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00
CONDIVIDI

Il becco degli uccelli è costituito di ossa, cheratina e tanti altri tessuti, per questo in presenza di traumi bisogna fare attenzione.

traumi del becco negli uccelli
Traumi del becco negli uccelli: cause e cosa fare a riguardo (foto Pixabay)

Il becco per gli uccelli è molto importante in quanto l’animale lo utilizza sia per respirare, sia per nutrirsi. Per questo motivo è necessario che questa parte del corpo sia sempre in buone condizioni per la salute del volatile.

Nonostante ciò i traumi del becco nell’uccello sono molto frequenti e solitamente ci si trova in difficoltà, in quanto non si sa con sicurezza cosa bisogna fare a riguardo per aiutare il volatile. Vediamo allora quali possono essere le cause e cosa è opportuno fare quando l’uccello si fa male il becco.

Traumi del becco nel volatile: cause

pappagallo gabbia
Traumi del becco nel volatile: cause (foto Pixabay)

Il becco dell’uccello è composto dalla mandibola e la mascella che sono coperte da uno strato di tessuto connettivo e da un rivestimento duro di proteine la cheratina.

Inoltre sono presenti nel becco del volatile molti nervi e vasi sanguigni. I pappagalli in particolare presentano nervi vicino alla punta del becco che lo rendono più sensibile alle variazioni di temperatura e alla pressione.

Solitamente gli uccelli usano il loro becco non solo per mangiare e respirare, ma anche per arrampicarsi attorno alle gabbie o masticano le sbarre della propria gabbia, ciò potrebbe essere causa di lesione del becco, in quanto potrebbero tagliare piccoli pezzi di cheratina da esso.

Questo è una situazione che potrebbe presentarsi spesso ma che non è grave a meno che le ferite non siano grandi e il volatile rifiuti di mangiare o di muoversi normalmente. Gli uccelli potrebbero presentare lesioni davvero gravi solo in caso di traumi:

  • Lesioni da schiacciamento
  • Lacerazioni
  • Ustioni
  • Fratture ossee
  • Lussazioni

Questi traumi nell’uccello possono essere causati da altri animali o da una caduta, per esempio dai posatoi, o se volando colpiscono le pareti.

Traumi del becco negli uccelli: cosa fare

pappagallo
Piccolo virus infetta e uccide le cellule di piume e becchi.(Foto Pixabay)

I traumi del becco nei volatili se sono di piccole dimensioni e sanguinano possono essere curate in poco tempo. È importante però tenere l’uccello in un asciugamano e tamponare la ferita con della garza, dopodiché è necessario portare il volatile dal veterinario che visitandolo, valuterà la gravità della situazione e prescriverà se il caso, antibiotici, antidolorifici, o anche protesi per la protezione della ferita.

È importante offrire al volatile per qualche giorno, o comunque finché il becco non si riprende, del cibo morbido, se è il caso anche inserirlo all’interno del becco tramite una siringa.

Nel caso in cui le fratture fossero più gravi è necessario portare il volatile immediatamente dal veterinario. È importante che durante il trasporto l’uccello non abbia difficoltà nel respirare, che sia tranquillo e che l’eventuale emorragia sia abbastanza contenuta.

Se il pappagallo o comunque l’uccello è grande, è importante non mettere mai il dito nel becco dell’animale in quanto un volatile ferito può diventare molto pericoloso.

Potrebbero interessarti anche i seguenti argomenti:

M.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI