Home Non solo Cani e Gatti Porcellino d’India libero o in gabbia? Pro e contro della scelta

Porcellino d’India libero o in gabbia? Pro e contro della scelta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:41
CONDIVIDI

Questo roditore può essere lasciato libero di gironzolare in appartamento ma con le dovute precauzioni per la sua salute e per quella di mobili e pavimenti. Porcellino d’India libero o in gabbia? Ecco cosa c’è da sapere.

Porcellino d'India libero o in gabbia
Porcellino d’India libero o in gabbia (Foto fonte Pixabay)

Se stai decidendo di adottare un animale domestico e stai pensando anche al porcellino d’India ti starai sicuramente chiedendo se devi tenerlo in gabbia oppure libero di muoversi in casa esattamente come avviene per i cani ed i gatti. Diciamo che entrambe le soluzioni hanno i loro pro e i loro contro, vediamo insieme quindi se è più opportuno tenere il porcellino d’India libero o in gabbia.

Porcellino d’India libero o in gabbia, una scelta difficile?

Porcellino d'India libero o in gabbia
Il porcellino d’India a pelo corto (Foto fonte Pixabay)

I porcellini d’India esistono allo stato selvatico solo in Brasile dove si trova ancora la cavia brasiliana o cavia selvatica (Cavia aperea). Per il resto invece questo roditore vive in allevamenti organizzati, negozi di animali e nelle case delle famiglie che l’hanno adottato come animale da compagnia.

Il porcellino d’India può vivere libero oppure in gabbia. Vediamo le caratteristiche peculiari dell’una o dell’altra scelta.

Il porcellino d’India può stare libero per casa proprio come avviene per i cani ed i gatti, dovrai però riservare un angolo del pavimento dove mettere fieno, una casetta in legno, una ciotola con il pellet, frutta, verdura e una ciotola dell’acqua.

L’animale sarà libero di muoversi per l’appartamento senza costrizioni, ma farà i suoi bisogni dove gli capita quindi dovrai essere disposto a ripulire spesso i pavimenti delle stanze frequentate dal tuo amico peloso. Quest’ultimo infatti è difficilmente addestrabile (come il gatto) a urinare e defecare in un’apposita lettiera. Dovrai anche fare attenzione all’arredamento e a cavi elettrici; si tratta pur sempre di un roditore quindi potrebbe rosicchiare tutto quello che incontra per la sua strada.

L’alternativa alla libertà in appartamento è rappresentata dalla gabbietta. In commercio si trovano gabbie di piccole dimensioni (per il trasporto), gabbie di dimensioni idonee a ospitare uno o più animali e anche l’occorrente (griglie e componenti in plastica) nel caso volessi provvedere alla realizzazione della gabbia fai da te. In questo caso non utilizzare il legno; l’animale potrebbe rosicchiarlo, l’urina penetrerebbe e alcuni legni sono tossici. È consigliabile che la gabbia abbia un fondo rigido, privo di griglia metallica poiché questa potrebbe causare infezioni, lesioni varie o anche fratture alle piccole zampe del porcellino d’India.

La gabbia deve essere posizionata:

  • nella stanza dove il proprietario è solito trascorrere gran parte della giornata. I porcellini d’India sono animali socievoli che amano la compagnia del proprietario;
  • lontana da fonti di calore (termosifoni, cucina a gas e simili) e al riparo dai raggi solari diretti. Temperature elevate accompagnate da un alto tasso di umidità e bruschi sbalzi di temperatura possono uccidere questo piccolo roditore;
  • lontana da fonti di rumore improvviso poiché si abituano facilmente ai rumori domestici ma si spaventano altrettanto facilmente in caso di chiasso imprevisto.

Quello che non deve mai mancare al porcellino d’India

Per prenderti cura del tuo porcellino d’India al meglio dovrai fornirgli questi oggetti e elementi:

  • lettiera sul fondo della gabbia;
  • fogli di giornale (che facilitano le operazioni di pulizia);
  • segatura o trucioli di legno non tossico (al fine di costituire una pavimentazione simile al terreno);
  • fieno (favorisce deambulazione corretta e alimento indispensabile);
  • ciotola in plastica o ceramica che contenga il mangime;
  • beverino o abbeveratoi a goccia da applicare alle sbarre della gabbia al fine di fornire sempre acqua pulita e fresca all’animale;
  • una casetta per la salute psichica del porcellino d’India. Rappresenta il luogo preferito dove trascorrere la giornata e dormire al riparo da aggressioni e minacce esterne.

Se il tuo porcellino d’India vive in gabbia potrai concedergli un’ora di libertà quotidiana per muoversi liberamente nella stanza ma sempre sotto la tua supervisione per evitare che si faccia del male o combini qualche danno in giro per casa.

Potrebbe interessarti anche >>>

S.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI