Home Cani Cane al mare o in montagna: quale luogo scegliere per la vacanza...

Cane al mare o in montagna: quale luogo scegliere per la vacanza con Fido

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00
CONDIVIDI

Ferie con il cane: meglio godersi il sole al mare o fare lunghe passeggiate in montagna? Ecco cosa scegliere per le vacanze.

Cane al mare o in montagna
Cane al mare o in montagna: come scegliere la meta delle vacanze (Foto Pixabay)

Ovunque si vada l’importante è che sia insieme al nostro caro amico a quattro zampe. Ma abbiamo mai pensato quale posto di vacanza gli piacerebbe di più? Se Fido ama sguazzare in acqua e giocare ad immergersi nella sabbia dovremmo preferire il mare; d’altro canto consideriamo anche se il cane non sopporta il caldo e preferisce godere del fresco della montagna soprattutto in periodi così afosi come l’estate. Ecco dunque quale luogo scegliere quando decidiamo di andare in vacanza con il cane, se al mare o in montagna e quali sono i lati positivi e negativi di ciascuna di esse.

Potrebbe interessarti anche: Portare il cane in spiaggia, estate 2020: divieti e regole nell’Italia della Fase 3

Cane in vacanza: non è sempre questione di preferenze

Fido al tramonto
Fido al tramonto (Foto Pixabay)

Se potessimo parlare con il nostro cane sceglieremmo insieme la meta delle nostre ambite vacanze e, molto probabilmente, alla fine vincerebbe lui. Sebbene il cane non possa esprimersi a parole come noi troverà sicuramente il modo di far capire al suo umano se preferisce il mare o la montagna. Naturalmente dovrebbe conoscerle entrambe o, quanto meno, farci capire che non ama il sole in spiaggia e quindi potremmo provare con la montagna per dargli una valida alternativa. Insomma i cani sapranno perfettamente come farsi intendere, solo che spesso potrebbe non essere solo questione di gusti.

E’ fondamentale infatti considerare lo stato di salute di Fido e in questo il nostro veterinario di fiducia può essere, come al solito, un valido alleato. Infatti dobbiamo capire non solo se al cane piace il mare o la montagna ma anche se fisicamente è in grado di sopportare il caldo oppure se riuscirebbe ad accompagnarci in lunghi percorsi di trekking. Insomma bisogna valutare tutte le opzioni disponibili, i lati negativi e positivi di ciascuna di esse.

Altro fattore determinante è sicuramente il tipo di accoglienza che il luogo può offrirci: sarà nostra cura cercare strutture che possano ospitare i nostri amici animali, con tutti i comfort e gli spazi che non arrechino disturbi (e non attirino lamentele) agli altri clienti. Per fortuna in Italia sono sempre più numerosi luoghi Pet-Friendly che accoglieranno i nostri animali nel migliore dei modi per garantire a loro e ai padroni una vacanza in pieno relax.

Potrebbe interessarti anche: Il cane può andare al mare? Una domanda importante da non trascurare

Cane al mare: pro e contro

Cane al mare
Cane al mare (Foto Pixabay)

Sebbene non vi sia una regola generale che valga per tutti i cani, alla maggior parte di essi il mare piace per una serie di fattori: poter giocare con la sabbia, fare il bagno in acqua e giocare a rincorrere la palla. Ma a molti potrebbe anche non piacere perché hanno paura del mare, non amano stare immersi con le zampe nella sabbia e in generale preferiscono stare sotto all’ombrellone ad aspettare che i loro umani trascorrano la loro giornata di relax (Leggi qui: Il cane ha paura del mare: come insegnargli a non temere l’acqua).

Ci sono anche dei lati negativi da considerare come ad esempio il sovraffollamento dei mesi estivi, quando non c’è abbastanza spazio neppure per fissare il nostro ombrellone; per non parlare poi dei rischi per la salute stessa di Fido. Il primo di essi è costituito dal rischio di annegamento, motivo per cui non bisogna mai lasciare il cane da solo (discorso che vale anche per i cani in piscina); poi c’è il pericolo di un colpo di calore nel cane e scottature (Leggi qui: Cani al sole: come proteggere il cane dalle scottature), oltre che di irritazioni agli occhi che possono sfociare in congiuntivite e infezioni varie dovute a parassiti e batteri della sabbia. Insomma andare al mare con il cane può anche non essere una buona idea se non si prendono le dovute precauzioni: innanzitutto ricordiamoci di un ombrellone per garantirgli l’ombra e una bottiglia di acqua fresca per evitare il rischio di disidratazione e per lavarlo dopo il bagno nell’acqua salata.

Potrebbe interessarti anche: Il cane sta annegando: le 4 manovre per salvargli la vita

Cane in montagna: pro e contro

Cane al mare o in montagna
Cane al mare o in montagna: i lati positivi e negativi di entrambi (Foto Pixabay

Se il nostro cane non ama il caldo e gode di ottima salute perché non cambiare meta e andare al fresco in montagna? In questo modo il cane avrà la possibilità di fare lunghe passeggiate e scoprire luoghi nuovi per lui, di certo dando libero sfogo alla sua innata curiosità. Consideriamo anche che questi luoghi sono generalmente meno affollati rispetto alla spiaggia e l’aria è sicuramente più pulita.

I lati negativi della montagna potrebbero essere in sostanza due: se il cane non è fisicamente in grado di camminare per lunghi percorsi, spesso anche impervi, e perché potrebbe annoiarsi. Infatti non sempre i cani amano stare senza far niente e ciò che per noi è relax, per loro potrebbe essere, al contrario, fonte di stress e appunto di noia nel cane (Leggi qui: Come riconoscere un cane annoiato: 6 segnali per capirlo).

Francesca Ciardiello