Home Cani Salute dei Cani Parassiti della sabbia nel cane: quali sono, dove si trovano e come...

Parassiti della sabbia nel cane: quali sono, dove si trovano e come difendersi

CONDIVIDI

Parassiti della sabbia nel cane: cosa sono, come riconoscerli e come proteggere il nostro amico a quattro zampe in modo efficace durante l’estate al mare.

parassiti della sabbia nel cane
Acari e parassiti della sabbia: i pericoli della spiaggia nel cane (Foto Pixabay)

Durante la stagione estiva è molto piacevole trascorrere del tempo in spiaggia con il proprio cane: purtroppo, però, bisogna fare attenzione perchè l’acqua di mare e la sabbia possono nascondere molte insidie.

L’acqua di mare, ad esempio, può causare problemi alla pelle del cane ed è per questo che si consiglia di risciacquare con cura il cane con acqua dolce dopo aver fatto il bagno in spiaggia.

Un discorso a parte merita invece la sabbia: la spiaggia è la casa di tantissimi animaletti che possono annidarsi nel pelo e sulla pelle del cane, provocando allergie, dermatiti e altre malattie anche gravi.

In questo articolo, scopriremo quali sono i parassiti della sabbia più pericolosi per i cani e come affrontare i rischi che possono derivare da una giornata al mare con il cane.

Parassiti della sabbia nel cane e altri pericoli della spiaggia

estate cane spiaggia mare
Cane in spiaggia (Foto Pixabay)

Non soltanto sole e caldo: oltre al rischio di disidratazione, di scottature solari e di colpi di calore, il cane in spiaggia può incorrere in alcuni rischi e in particolare nelle insidie che si nascondono sotto forma di insetti e parassiti della sabbia.

La stragrande maggioranza dei cani ama andare in spiaggia, tantissimi amano fare il bagno al mare e molti altri adorano correre nella sabbia e scavare delle buche: ma quali sono i possibili pericoli che la sabbia nasconde?

I parassiti della sabbia nel cane: rischi e rimedi

cane caldo estate
Cane in spiaggia

Innanzitutto, bisogna fare attenzione alla temperatura della sabbia: se è rovente, potrebbe causare pericolose scottature ai polpastrelli del cane che possono peggiorare fino a trasformarsi in ustioni anche gravi.

Ma i pericoli della sabbia non finiscono qui: le piccolissime particelle che la compongono potrebbero causare delle irritazioni sia agli occhi che alla pelle del cane: ecco perchè bisogna lavare con attenzione il cane con acqua dolce dopo aver trascorso alcune ore sulla spiaggia.

Infine, la sabbia nasconde numerosi animaletti e parassiti pericolosi: ci sono insetti come le zanzare e i pappataci, rispettivamente potratori di malattie potenzialmente gravi come la filariosi cardiopolmonare o la leishmaniosi.

Ma i parassiti della sabbia più diffusi in spiaggia sono sicuramente gli acari: se riescono ad infestare il cane, provocano un prurito intenso nella zona colpita che costringe il cane a grattarsi furiosamente. Solitamente, gli acari della sabbia colpiscono le orecchie e la testa del cane. Come accade per tante altre malattie della pelle nei cani, il continuo grattarsi può sfociare nella perdita di pelo localizzata.

Parassiti della sabbia tropicali, quali sono e dove si trovano

cane in spiaggia
Il cane in spiaggia: insetti e parassiti (Foto Pixabay)

Se abbiamo scelto una meta esotica per le nostre vacanze estive, dobbiamo fare attenzione ad alcuni parassiti della sabbia che si trovano nelle zone tropicali e subtropicali e che possono infettare il nostro cane, causando numerosi problemi e potenziali patologie.

Nelle mete più frequentate dai turisti in America Centrale, Sud America e Caraibi il rischio è soprattutto la larva Migrans cutanea, un parassita della sabbia che può causare nel cane la dermatite serpiginosa, una forma tropicale di dermatite canina piuttosto diffusa.

Questa patologia colpisce soprattutto cani e gatti, ma anche l’uomo è a rischio se non prende le dovute precauzioni come evitare di camminare scalzo sulla sabbia o sedersi in spiaggia senza un asciugamano.

La dermatite serpiginosa penetra nella cute degli animali domestici e da lì si diffonde attraverso il sistema linfatico e il sangue, arrivando ai polmoni e all’intestino: i vermi sono visibili nelle feci dell’animale.

Per proteggere il cane dai rischi dei parassiti della sabbia è fondamentale assicurarsi di seguire le norme e le regole utili per portare il cane in spiaggia senza problemi e dotare il proprio amico a quattro zampe di un’adeguata copertura antiparassitaria con un collare antipulci o un trattamento ad hoc.

Potrebbe interessarti anche:

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI