Home Cani Il cane può mangiare le arance? Benefici e rischi di questo frutto...

Il cane può mangiare le arance? Benefici e rischi di questo frutto invernale

CONDIVIDI

Il cane può mangiare le arance? Risponderemo a questa domanda andando a valutare i principali benefici e i potenziali rischi di questo frutto invernale

cane mangia arance
Il cane può mangiare le arance? (Fonte foto iStock)

I cani sono animali molto curiosi e soprattutto golosi, perciò non dovremmo sorprenderci nel constatare che al nostro cane piaccia particolarmente la frutta. Non tutti i tipi di frutti, però possono fare bene al nostro amico a quattro zampe.

In questo articolo parliamo in modo specifico di un agrume: il cane può mangiare le arance? Vediamo insieme quali sono i principali benefici, ma anche i potenziali rischi, della somministrazione di spicchi di arancia al nostro Fido.

Arance al cane: i benefici

cane morde arancia
Un cane che prova ad addentare un’arancia (Fonte foto iStock)

L’arancia è uno dei frutti più benefici per l’uomo, grazie al contenuto di vitamine e fibre utili per l’organismo non solo degli esseri umani, ma anche degli animali.

In maniera similare rispetto a quanto avviene quando un cane mangia la mela, anche l’arancia apporta importanti valori nutrizionali a Fido.

Nello specifico, le arance sono un’ottima fonte di vitamina C, di grande aiuto per il rafforzamento del sistema immunitario e per la riduzione di infiammazioni.

La vitamina C è il principale elemento nutritivo di questo frutto autunnale/invernale, presente essenzialmente nella polpa e nel succo. A onor del vero, bisogna evidenziare che i cani sono normalmente in grado di produrre da soli questa particolare vitamina, ma ricerche hanno dimostrato che un suo supplemento in cani sani (con normale autoproduzione) e in cani malati, anziani o stressati (con problemi nel creare la vitamina) ha in ogni caso notevoli e molteplici benefici.

Le arance sono anche ricche di fibre e antiossidanti, che forniscono un ulteriore supporto alle difese immunitarie, contribuendo quindi alla prevenzione di malattie e a ridurre eventuali dolori derivanti da artriti.

Ma non solo, l’arancia infatti:

  • aiuta la regolarità intestinale
  • migliora il processo di produzione di nuove cellule sane
  • previene l’invecchiamento
  • migliora la circolazione sanguigna
  • è rinfrescante
  • idrata durante le passeggiate e l’attività fisica
  • fornisce anche vitamine B1, B2, ed E e provitamine A.

Insomma, il cane può mangiare le arance, ma è bene somministrarle con parsimonia, in quanto anche questo frutto ha dei rischi potenziali per il nostro fedele amico.

Arance al cane: i rischi

cane vomito
Un eccessivo consumo di arance potrebbe causare problemi intestinali al cane (Foto fonte iStock)

I numerosi vantaggi dell’arancia per l’organismo canino non devono indurci ad abusarne nella somministrazione: è importante essere moderati e graduali nell’introduzione nella dieta giornaliera del cane. Meglio iniziare con una piccola porzione e vedere come reagisce Fido: se non mostra effetti negativi si può aumentare la quantità, senza mai esagerare però, in quanto l’eccesso annulla i benefici.

La quantità corretta da dare al cane potrebbe essere di uno o due spicchi di arancia al giorno, dosaggio da modificare tuttavia in base allo stato di salute del cane e alla sua età.

E’ fondamentale poi fare attenzione a rimuovere la buccia, i semi e gli steli dell’arancia prima di offrirla al cane: dovrebbe essere ben lavata e pelata. Le parti indicate, infatti, potrebbero costituire un rischio di soffocamento per il cane e contengono al loro interno oli di agrumi, potenzialmente dannosi per la sua salute.

Problemi digestivi come vomito e diarrea nel cane sono spesso sintomi di un consumo eccessivo di arance, causati dagli alti valori di acido citrico e zucchero in esse contenuti. Anche problematiche al sistema nervoso centrale e la formazione di calcoli vescicali sono ulteriori conseguenze di un abuso di arance per Fido.

Infine, bisogna fare particolare attenzione a dare questo agrume ai cani che soffrono di diabete: rimane un frutto abbastanza dolce e può di conseguenza innalzare i livelli di zuccheri e vitamina C presenti nel sangue.

Il cane e il succo di arancia

cane beve succo arancia
Un cane in attesa di ricevere del cibo (fonte foto iStock)

Un’ultima precisazione per quanto riguarda la possibilità di offrire invece il succo d’arancia: il cane può berlo ma sarebbe meglio evitare per due motivi principali.

Il primo è che, attraverso la spremitura, l’arancia perderebbe la fibra, per cui se ad esempio stiamo provando a combattere la stitichezza del cane utilizzando il succo di arancia non raggiungeremo lo scopo in questo modo.

In secondo luogo, spremere la frutta velocizza il processo di digestione, quindi gli zuccheri andranno più velocemente in circolazione nel sangue e questo favorirebbe il sovrappeso del cane. Questo è un principio generale che vale non solo per l’arancia, ma per tutti i tipi di frutta, per tale motivo è meglio dare al cane il frutto intero, anziché il suo succo.

 

Potrebbe interessarti anche >>>

R.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI