Home Cani Spese indispensabili per il cane: acquisto, cura e accessori

Spese indispensabili per il cane: acquisto, cura e accessori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:01
CONDIVIDI

Spese indispensabili per il cane legate al mantenimento, quanto incidono sul budget familiare? Vediamo nello specifico le varie voci.

cane nel carrello
Quanto costa comprare e mantenere un cane.(Foto AdobeStock)

Condividere la propria vita con un cane è davvero una cosa da non perdere, questo meraviglioso essere ti rallegra le giornate, ti riempie d’amore e ti costringe ad uscire quando la tua pigrizia ti inchioderebbe su di un divano, ma occorre sapere che un cane non vive di sole coccole. Prendere un cane a prescindere che sia di razza o adottato presso un canile, comporta un costo da non sottovalutare di varie spese indispensabili per il cane.

Nessuno forse potrà dirvi con un’estrema precisione quanto mensilmente o annualmente possa costare mantenere un animale domestico, ma in linea di massima è possibile individuare una cifra orientativa. Questa cifra purtroppo non è proprio minima e perciò occorre sapere a cosa si va incontro, visto e considerato i tempi abbastanza difficili da affrontare.

Oggi prendere un cane è una scelta che va ponderata, non si può rischiare di illudere e accudire un animale che ben presto si ritroverebbe in un canile o peggio ancora abbandonato in mezzo alla strada.

Spese indispensabili per il cane

cane negozio animali
Il cane è il desiderio di tanti bambini e molte famiglie ogni anno affrontano questa spesa.(Foto AdobeStock)

Diversi studi hanno dimostrato che la crescita di un bambino insieme a un cucciolo di animale può far sviluppare al bambino diverse abilità, oltre a al senso di responsabilità e la costanza. D’altro canto il cane è il desiderio di tanti bambini e molte famiglie ogni anno affrontano questa spesa. Ma subito dopo l’acquisto a quali spese indispensabili per il cane si va incontro?

Questo è uno dei motivi per cui i genitori non sempre sono d’accordo all’acquisto dell’animale. Il prezzo di un amico a 4 zampe può variare di molto a seconda dei diversi fattori, senza dimenticarci che ci sono tantissimi cani a costo zero, cani abbandonati che puoi trovare presso i canili comunali. Partiamo quindi dall’acquisto di un cane di razza, questa è una condizione che spesso avviene o in negozi specifici o in allevamenti dedicati ad una razza in particolare.

Per quanto riguarda i negozi, parliamo di cani già svezzati (separati dalla mamma) con un’età media compresa tra i 2 e i 3 mesi, mentre per i cani in allevamento molto spesso si potrà visionare la cucciolata, scegliere magari anche il piccolo ma si dovrà in ogni caso  aspettare lo svezzamento del cucciolo.

Potrebbe interessarti anche:Cani costosi: le razze canine più care, con prezzi, caratteristiche e taglia

Acquisto del cane

Tra le razze più costose restano da anni prime in classica: il Maltese (fino ai 2500 euro), il Labrador (fino ai 1500euro) e l’Akita inu fino ai (1500). L’alternativa a questo costo abbastanza grave di partenza, è adottare un cane da un canile.

In queste strutture è possibile prendere sia un cucciolo che un cane adulto. Tutto questo a costo zero, si perché prendere un cane in un canile non costa nulla. Le uniche spese che possono sopraggiungere sono quelle di trasporto se si vuole far arrivare il cane da un canile lontano. Le spese possono riguardare anche la benzina e gli spostamenti che la famiglia fa per andare a prendere di persona il cane e portarlo a casa propria.

I volontari del canile saranno a disposizione di tutti coloro che vorranno adottare un cane, ma sono affezionati ad ogni singolo animale di quel canile e prima di cederlo a chiunque vi faranno tantissime domande. Questo per capire quanto interesse c’è dietro questa richiesta e se andrà in una famiglia che si prenderà cura dell’animale.

Mantenimento: alimentazione e cure mediche

In merito ai controlli anche se l’animale gode di buona salute deve fare comunque un paio di controlli l’anno, ciò vuol dire circa 60 euro di spesa. Poi ci sono le vaccinazioni e i richiami, quelli base, e mettiamo in conto altri 60 euro. Vanno aggiunti ulteriori 60 euro per trattamenti antiparassitari e simili. Ricorda gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo e perciò per sicurezza, bisogna aggiungere altri 30 euro per qualche farmaco.

Altro argomento importante è l’igiene del cane, in questo caso la toelettatura. Un cane ha bisogno di cure che vanno oltre l’alimentazione e il veterinario. Un bagno in toeletta mediamente costa dai 20 euro (cani di piccola taglia) ai 70 euro. Bagno e taglio del pelo variano dai 40 agli 80 euro. Se il taglio è fatto a forbice, il costo può crescere fino a 90 euro (per le razze più grandi).

Per poter calcolare il costo su base annua, bisogna considerare il tipo di pelo che ha il cane. Alcune razze hanno bisogno di andare in toeletta più frequentemente (barboncini e similari), anche una volta al mese, altre invece bastano due massimo quattro volte l’anno (razze a pelo corto o raso).

Detto questo possiamo dedurre che il costo annuale per un cane che pesa massimo 20kg si è calcolato che si aggira intorno ai 350-400 euro. Sopra i 20kg di peso, dobbiamo preventivare una spesa di circa 600 euro, che va aumentando se abbiamo, un cane che di gran lunga supera i suddetti 20 kg.

Accessori

Oltre alle spese indispensabili per il cane che abbiamo appena elencato esistono una serie di piccoli e occasionali acquisti da considerare come ad esempio: guinzaglio, pettorina, ciotole per cane, cuccia, giocattoli vari. Tutti accessori che nel tempo si logorano e che vanno riacquistati. Per un kit base, di buona qualità, la spesa si aggira intorno ai 150 euro.

Potrebbe interessarti anche: Viaggiare con il cane in treno: come farlo salire a bordo in regola

Viaggi

Il costo del cane in viaggio, varia a seconda del mezzo che viene utilizzato e alla taglia del cane. Nel caso dell’aereo, oltre ai costi esistono delle regole generali che tutte le compagnie fanno rispettare ossia:

  • l’animale deve rimanere per tutto il viaggio nel suo trasportino;
  • esiste un peso massimo per il viaggio in cabina, superato il quale bisogna optare per il viaggio in stiva (dove possibile);
  • oltre i 75 kg di peso, bisogna optare per il trasporto con cargo;
  • i cani da guida sono ammessi gratuitamente in cabina indipendentemente dal loro peso; il cane non deve avere né guinzaglio né museruola.

In ogni caso il costo varia tra i 10 euro fino anche ai 200 euro in cabina nel trasportino, in alternativa per i cani di taglia grande c’è la stiva con costi altrettanto variabili. Lo stesso tipo di criterio viene applicato per i treni mentre in auto basta prendere tutte le precauzioni per viaggiare in sicurezza e in serenità.

Molti proprietari invece optano per lasciare il cane in pensione, strutture professionali in cui possiamo lasciare il nostro cane in sicurezza, l’assistenza veterinaria è garantita e i servizi cambiano in base alle strutture. I prezzi possono variare dai 15 ai 20 euro al giorno e anche di più.

Potrebbe interessarti anche: Le migliori razze di cani per vivere in un appartamento: quali adottare

Raffaella Lauretta