Home Cani Cani e bambini: come gestire la gelosia di Fido verso il neonato

Cani e bambini: come gestire la gelosia di Fido verso il neonato

CONDIVIDI

E’ in arrivo un bebè? Attenzione alla gelosia del vostro cane! Ecco le cause e come gestire questo suo sentimento verso il bambino.

Cani e bambini complici: si può superare la gelosia

Sebbene l’immagine più frequente sia quella di un cane protettivo e complice di un bebè, in realtà non pochi animali possono soffrire una morbosa gelosia nei confronti dei bambini che per la prima volta entrano nella ‘loro’ casa. E’ solo questione di possesso? A quanto pare quello che più fa soffrire il cane è la mancanza di attenzioni nei suoi confronti a causa del nuovo arrivato. Ecco come gestire la situazione per creare un rapporto migliore tra animali e bambini.

La gelosia nei cani secondo la scienza

Gli studi del prof. Morris dell’Università di Portsmouth in Inghilterra hanno confermato che i cani provano dei sentimenti molto simili a quelli umani. Quindi essi provano amore verso il loro padrone, ma anche ansia, imbarazzo, rabbia e gelosia. inoltre istintivamente adotteranno diversi modi per attirare l’attenzione della persona amata. Quando in casa arriva un bambino è normale che gran parte delle attenzioni sia rivolta a lui, ma è importante che il nostro cane non si senta trascurato. La soluzione potrebbe essere quella di trattarlo come un ‘fratello maggiore’, dandogli gradualmente dei compiti e delle responsabilità come quella di badare al nuovo arrivato.

Mai gelosi prima del bebè

In effetti prima della nascita del bambino i nostri animali non avevano mai mostrato segnali di gelosia nei nostri confronti: d’altra parte tutte le attenzioni erano rivolte solo ed esclusivamente a loro. Il tempo libero era dedicato alle loro esigenze: passeggiate, i giochi e i suoi passatempi preferiti condivisione di ogni momento della giornata. Poi d’un tratto tutto è cambiato e la causa è stata proprio il nascituro che, ai loro occhi, viene visto come un ‘rivale’.

Dagli il tempo di abituarsi

Tutta la famiglia deve prepararsi a questo grande evento che sconvolgerà la quotidianità di tutti, anche del nostro cane. E se noi abbiamo circa nove mesi di tempo per abituarci all’idea, il nostro Fido potrebbe ritrovarsi in una situazione estranea senza alcun preavviso. Facciamogli prendere confidenza con l’arrivo del nascituro, magari facendogli annusare la culla e i vestitini del futuro ‘inquilino’, oppure avviciniamolo al pancione della mamma.

LEGGI ANCHE: Le razze di cani più adatti per i bambini

Come ridurre la gelosia nei cani

Cane annusa il pancione della mamma

Ecco un elenco di utili dritte per gestire al meglio il rapporto tra cane e bambino subito dopo la nascita. Con queste astute mosse il cane capirà che, nonostante il nuovo arrivato, nulla è cambiato nei suoi confronti. Attenzione a non trascurarlo e a coinvolgerlo nelle attività quotidiane che riguardano il bambino, dal momento della pappa alla passeggiata all’aria aperta con la carrozzina.

Il profumo del bebè

E’ importante che i cani, usando il loro strabiliante olfatto, prendano confidenza annusando il nascituro. Sia prima che dopo la nascita è importante fargli sentire l’odore dei suoi abiti e, con estrema attenzione, anche quello del bambino stesso. Naturalmente per evitare improvvisi scatti di gelosia, teniamo sotto controllo i primi incontri: successivamente il cane si abituerà alla sua presenza.

Attenzione ai suoi bisogni

I cani avvertirebbero subito un cambiamento nella loro quotidianità: è importante che Fido senta che siamo sempre attenti ai suoi bisogni, dalla sua alimentazione al tempo libero per giocare insieme. Nulla deve cambiare, altrimenti la colpa ricadrà sul bambino, cui naturalmente andrà la maggior parte delle nostre cure e attenzioni.

Lontani dal pianto del neonato

Cane accanto alla culla: abituiamolo al nuovo arrivato

Sebbene gli umani talvolta riescano a ‘insonorizzare’ il proprio udito al pianto del neonato per i cani ciò è molto più difficile. Potrebbero facilmente innervosirsi per questo lamento incessante e fastidioso e, alla lunga, potrebbero avere anche delle reazioni violente. Quindi se il bambino inizia a piangere, portiamo il cane in un’altra stanza: così eviteremo che il suo abbaiare peggiori la situazione!

Poche punizioni e più coccole

I cani potrebbero non essere pronti a condividere i loro spazi e il nostro amore con un bambino. Quindi il nostro ruolo è un fondamentale anello di congiunzione tra le due parti: non mettiamolo in disparte, anzi raddoppiamo la quantità di coccole per il nostro Fido. Se si comporta male facciamo attenzione a come punirlo: evitiamo di sgridarlo o dargli delle punizioni, soprattutto in presenza del bambino. Ciò potrebbe sviluppare nel cane un sentimento non solo di gelosia ma anche di risentimento nei confronti del bebè, che potrebbe avere conseguenze molto violente ed improvvise.

Potrebbe interessarti anche: Il modo migliore per proteggere i neonati? Affiancarli a cani e gatti

F.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI