Home Cani Cuccioli di cane: ecco le prime cure

Cuccioli di cane: ecco le prime cure

CONDIVIDI

cucciolo
Quando entra un nuovo membro in famiglia si tratta di un’esperienza meravigliosa soprattutto quando si tratta di cuccioli! Piccoli esseri pelosi e impacciati che conquistano gli animi più duri con la loro dolcezza.

In ogni modo si tratta di esseri viventi che necessitano non solo molte attenzioni ma anche delle cure veterinarie, soprattutto il primo anno. Di norma, un cucciolo può lasciare la mamma solo dopo le 8 settimane, periodo in cui vanno svezzati e non prima.

La prima cosa da fare è portare il cucciolo dal veterinario.
Sverminare il cucciolo: il veterinario somministrerà al cucciolo un vermifugo contro i parassiti che i cuccioli possono anche incontrare in grembo alla madre, prendere in un terreno contaminato dalle feci dei loro simili, da insetti come pulci, zanzare, da visceri di animali malati come fegato e polmoni. Inoltre i cuccioli possono contrarre l’infezione di parassiti dalla madre anche con l’allattamento.

– Il ciclo di vaccinazioni va effettuato in un’età compresa tra 6-9 settimane di vita: la prima vaccinazione per il cimurro, parainfluenza, epatite canina e parvovirosi, viene effettuata con un richiamo a distanza di 1 mese nella quale viene integrata la vaccinazione contro la rabbia, quando il cucciolo avrà tra le 12 e le 16 settimane e quella successiva avverrà a distanza di 6 mesi, infine, una volta all’anno.

Inserire il microchip al cane: prima del microchip esisteva come forma di tutela e controllo dei cani, il tatuaggio con un numero di riconoscimento che corrisponde al proprietario dell’animale. Adesso, il microchip è obbligatorio per legge, pena sanzioni. Si tratta di un circuito grande quanto un chicco di riso che viene inserito sotto la pelle del cane all’altezza del collo e che viene dato in dotazione presso i veterinari, i canili e le Asl con un codice di 15 cifre che permetterà di risalire al nome e alla residenza del proprietario.

– In futuro potreste pensare a sterilizzare o castrare il cane. Di norma viene suggerito che l’operazione sia fatta dopo il primo ciclo di vaccinazioni. Si tratta di un’operazione chirurgica per cui per i cani di taglia grossa è più complessa e il veterinario potrebbe aspettare che il cane raggiunga i 25 o 30 kg.
Per quanto riguarda le femminucce conviene attendere che la cagnolina entri in calore almeno la prima volta, in modo da ridurre il rischio di piometra, cancro ovarico e tumori mammari.